• Tuesday May 24,2022

atteggiamento

Spieghiamo qual è l'atteggiamento, la sua classificazione e perché adottiamo atteggiamenti diversi. Le sue principali caratteristiche ed elementi.

Gli atteggiamenti vengono acquisiti e appresi nel corso della vita.
  1. Che cos'è l'atteggiamento?

L'atteggiamento ( dell'ottone attivato) può essere definito come la manifestazione di uno stato d'animo o come una tendenza ad agire in un certo modo.

Definizioni di altri autori:

  • CM Judd. Gli atteggiamenti sono valutazioni durature di vari aspetti del mondo sociale, valutazioni che sono memorizzate nella memoria .
  • R. Jeffress "L'atteggiamento è la nostra risposta emotiva e mentale alle circostanze della vita."

Il concetto di atteggiamento è ampiamente utilizzato nel campo della psicologia, in cui gli atteggiamenti non possono essere considerati come questioni particolari, ma piuttosto dovrebbero essere compresi in un contesto sociale e temporale.

Gli atteggiamenti vengono acquisiti e appresi nel corso della vita e acquisiscono una direzione verso un certo fine. Questo lo differenzia dai caratteri biologici, come il sonno o la fame.

L'atteggiamento è costituito da tre componenti essenziali:

  • Elemento comportamentale. Innanzitutto, questo elemento si riferisce al modo in cui vengono espresse le emozioni o i pensieri.
  • Elemento emotivo. In secondo luogo, questo elemento si riferisce ai sentimenti che ogni persona ha.
  • Elemento cognitivo. Infine, questo elemento si riferisce a ciò che pensa l'individuo.

Vedi anche: egocentrismo.

  1. Tipi di atteggiamenti

Qualcuno con un atteggiamento emotivo tende ad essere interessato ai sentimenti degli altri.

Gli atteggiamenti che gli individui acquisiscono sono influenzati da varie cause, come relazioni, credenze ed esperienze vissute attorno all'esistenza di ogni persona. Queste varianti incoraggiano le persone ad agire in modi diversi in situazioni molto simili.

Ecco perché è comune ascoltare termini come atteggiamento positivo o atteggiamento negativo, che possono determinare il successo o il fallimento di ciò che si tenta. D'altra parte gli specialisti hanno fatto alcune classificazioni determinando i tipi di atteggiamenti in:

  • Atteggiamento egoistico. Le persone che agiscono con questo tipo di atteggiamenti sono caratterizzate dall'interesse a soddisfare i propri bisogni senza essere interessati ai bisogni degli altri. In questo caso, vengono utilizzati tutti i mezzi, anche altre persone possono essere un mezzo per ottenere ciò che si desidera.
  • Atteggiamento manipolativo Gli individui che possiedono questi atteggiamenti di solito hanno caratteristiche in comune al caso precedente, a differenza del fatto che usano veramente gli altri come strumento per soddisfare i propri bisogni, cioè usano efficacemente le altre persone come strumenti.
  • Atteggiamento altruistico. Le persone che adottano questo tipo di atteggiamento sono completamente contrarie ai due casi sopra menzionati poiché non sono interessate al proprio beneficio, se non a quello degli altri. Le altre persone non sono usate come mezzo o strumento, ma sono intese come fini in se stesse. Le persone con un atteggiamento altruistico sono generalmente comprensive e attente.
  • Atteggiamento emotivo Le persone che acquisiscono atteggiamenti di questo tipo tendono ad essere interessate ai sentimenti e allo stato emotivo delle altre persone. Come nel caso precedente, non cercano di soddisfare esclusivamente i loro bisogni, ma sono considerati con gli altri. Molte volte queste persone sono emotive e sensibili agli altri.
  1. Perché adottiamo atteggiamenti diversi?

L'atteggiamento di un individuo può essere differenziato in negativo e positivo.

L'atteggiamento che gli individui manifestano nei confronti del proprio ambiente e dell'ambiente sociale in cui sono integrati, in più di un'occasione, può riflettere funzioni diverse a seconda del risultato che vogliono raggiungere.

In questo modo, un soggetto che adotta un atteggiamento cauto ha l'obiettivo di svolgere i suoi compiti in sicurezza e di cercare di ridurre il margine di errore al minimo possibile. I diversi atteggiamenti che espone un soggetto determineranno il senso di predisposizione con cui vorrà agire.

Molti specialisti affermano che l'atteggiamento adotta un grado considerevolmente elevato di importanza all'interno di un gruppo o addirittura di una società. Tuttavia, il ruolo svolto dall'atteggiamento di un individuo può essere differenziato in positivo o negativo .

Sebbene vi sia un atteggiamento positivo nella maggior parte dei membri di un gruppo, si può dire che ha un'evoluzione efficace e tendenze di adattamento, poiché la predisposizione di ogni individuo è positiva. Quando un gruppo incontra membri che emanano atteggiamenti negativi, il corso del gruppo verrà consolidato come involutivo e le probabilità di fallimento saranno maggiori.

Ottenere atteggiamenti non è affatto innato, ma è invece l'essere umano che li acquisisce e li adotta sulla base delle esperienze vissute.

In questo senso, è corretto affermare che un atteggiamento viene acquisito dall'esperienza attiva con qualcosa di specifico, come un oggetto, un evento, una persona e così via. Anche il risultato causato in risposta a uno stimolo, generato da agenti esterni, è un mezzo per ottenere atteggiamenti.

  1. Caratteristiche degli atteggiamenti

Gli atteggiamenti sono un motore di influenza in relazione alle risposte agli stimoli.

Gli atteggiamenti sono soggetti a varie caratteristiche pienamente riconoscibili:

  • Gli atteggiamenti sono predisposti al cambiamento spontaneo e alla flessibilità innata.
  • Gli atteggiamenti sono il principale fattore di influenza in relazione alle risposte a stimoli e comportamenti adottati.
  • Gli atteggiamenti possono rispondere a molteplici situazioni, quindi si dice che siano trasferibili.
  • Gli atteggiamenti vengono acquisiti attraverso l'esperienza e l'acquisizione di conoscenze in ogni evento che costituisce la vita di un individuo. In questo modo, gli atteggiamenti influenzano i diversi comportamenti che il soggetto adotta.

Espandi: caratteristiche degli atteggiamenti.

  1. Elementi dell'atteggiamento

Lo psicologo sociale, Rodriguez Aroldo, sottolinea che l'atteggiamento è composto da diversi elementi essenziali:

  • Elemento cognitivo. L'esistenza stessa di un atteggiamento è integrata dall'esistenza di uno schema cognitivo che il soggetto stesso ricrea. Questo schema è modellato dalla percezione che può essere catturata sull'oggetto in questione, insieme alle credenze e ai dati che ne sono stati precedentemente presi. Questo elemento può anche essere inteso come un modello attitudinale di aspettativa in base al valore. Gli studi condotti da Fishbein e Ajzen affermano in base a ciò che qualsiasi oggetto di cui non è posseduto alcun tipo di dato o informazione non può mai generare un atteggiamento nell'individuo.
  • Elemento comportamentale. Secondo Rodriguez Aroldo, l'elemento comportamentale è attivo in ogni momento. Inoltre, lo definisce come la corrente attitudinale che si verifica quando reagisce a un oggetto in un modo specifico.
  • Elemento affettivo. Differenza del comportamento, l'elemento affettivo è composto dai sentimenti esposti, positivi o negativi, rispetto a un oggetto sociale. Rappresenta anche il punto di confronto tra credenze e opinioni, sempre caratterizzate dal loro lato cognitivo.

Sul web: aspetti degli atteggiamenti.

Articoli Interessanti

angolo

angolo

Spieghiamo cos'è un angolo e come vengono analizzati. Operazioni con angoli e gradi. Quali tipi di angoli esistono? Un angolo è una grandezza che può essere analizzata e confrontata con altre. Cos'è l'angolo? L'angolo è la porzione del piano tra due semirette con un'origine comune chiamata vertice . In

puntualità

puntualità

Spieghiamo cos'è la puntualità e come viene considerata nelle diverse culture. I problemi generati dalla puntualità. Teoria della coda. In alcune culture, il tempo non è così importante come in altre. Cos'è la puntualità? La puntualità è un comportamento umano che ci fa arrivare in tempo ai luoghi, nel momento esatto precedentemente concordato. Le pers

Cultura Inca

Cultura Inca

Ti spieghiamo quale era la cultura Inca, la sua organizzazione sociale e politica, la sua religione, economia, posizione e altre caratteristiche. La cultura Inca ha dominato il suo impero da Cusco, dove Machu Picchu esiste ancora. Qual era la cultura Inca? Era conosciuta come la civiltà inca, la civiltà quechua o la cultura inca (talvolta scritta anche inka ), una delle più importanti culture precolombiane. Q

stress

stress

Spieghiamo cos'è lo stress, come sapere se è stressato e perché siamo stressati. Livelli di stress e loro possibili trattamenti. Lo stress è un generatore di tensione e ansia. Che cos'è lo stress? Lo stress è la risposta del nostro corpo a varie situazioni che causano una tensione sufficiente per essere considerata una minaccia. Tali

diagnosi

diagnosi

Ti spieghiamo cosa significa diagnostica e in quali campi viene utilizzato questo termine. Diagnosi medica, sociale, aziendale, differenziale e più. La diagnosi medica è l'uso più comune e più noto del termine. Che cos'è una diagnosi? La diagnosi è una procedura ordinata e sistematica da conoscere, per stabilire chiaramente una circostanza , basata su osservazioni e dati specifici. La d

Hardware e software

Hardware e software

Spieghiamo quali sono l'hardware e il software e quali funzioni svolgono ciascuno. Inoltre, come sono composti ed esempi. L'hardware si riferisce al materiale del computer e il software all'intangibile. Cosa sono l'hardware e il software? In termini di informazioni, i termini `` hardware '' e `` software '' sono usati per riferirsi ai due aspetti diversi e complementari di qualsiasi sistema