• Sunday August 9,2020

Campo magnetico

Spieghiamo cos'è un campo magnetico, la sua origine e i tipi esistenti. Inoltre, intensità, direzione e campo magnetico terrestre.

I campi magnetici sono dipolari, hanno un polo nord e un polo sud.
  1. Che cos'è un campo magnetico?

La rappresentazione matematica è intesa come la rappresentazione matematica del modo in cui le forze magnetiche sono distribuite nello spazio circostante una sorgente magnetica. In altre parole, un campo magnetico è un campo di forze che circonda sempre una fonte di energia magnetica, ed è in questa regione in cui gli elementi interagiscono con esso sensibile al magnetismo, come i metalli ferromagnetici. Cioè, al di fuori di questo campo magnetico non si verificano gli effetti del magnetismo.

I campi magnetici sono dipolari, hanno un polo nord e un polo sud, che sono anche chiamati polo positivo e polo negativo. E per il loro studio, questi campi sono descritti in modo vettoriale, il che significa che sono compresi come un insieme di forze dotate di direzione e grandezza, che possono essere rappresentate da vettori in una griglia .

Ogni volta che c'è una fonte di energia magnetica, ci sarà un campo magnetico attorno ad essa, che descrive come agiscono queste forze magnetiche . La modalità di interazione tra campi magnetici nei dispositivi elettrici, come trasformatori o elettromagneti, è oggetto di studio per la scienza dei circuiti magnetici e ha utili implicazioni per Gestione dell'elettricità

Vedi anche: Campo gravitazionale.

  1. Origine di un campo magnetico

Perché ci sia un campo magnetico ci deve essere anche una fonte di energia magnetica, come un magnete o un elettromagnete, o anche una corrente elettrica. in dislocamento. Esiste una correlazione tra elettricità e magnetismo, come descritto dalla Legge di Ampire e dalle equazioni di Maxwell, quindi i campi magnetici e i campi elettrici di solito corrispondono. La presenza dei campi magnetici può essere verificata utilizzando un apparecchio noto come magnetometro.

  1. Tipi di campo magnetico

Un elettromagnete viene generato dallo spostamento delle cariche di una corrente elettrica.

I campi magnetici possono essere classificati in base alla loro fonte di creazione, come segue:

  • Campi magnetici da un magnete. Sono quelli che sono creati naturalmente da un magnete o da un metallo magnetizzato e che sono una conseguenza del movimento di elettroni attorno al nucleo atomico di detto elemento e anche sul proprio asse, in uno spin noto in fisica come spin.
  • Campi magnetici dalla corrente. Sono quelli generati dallo spostamento delle cariche di una corrente elettrica, come nel caso degli elettromagneti, in cui una carica elettrica viene fatta circolare attraverso un materiale metallico, ottenendo così che imiterà immediatamente e genererà un campo attorno ad esso. Questi campi possono anche verificarsi attorno a dispositivi elettrici ad alta tensione, come i trasformatori.
  1. Intensità di un campo magnetico

L'intensità del campo magnetico è una proprietà che si riferisce a due diverse forme di magnitudine delle forze magnetiche che agiscono al suo interno e che sono:

  • Eccitazione o campo magnetico H. Comprendere il magnetismo in un modo molto simile all'elettricità, descrive quanto è intensa l'energia del campo magnetico in una regione specifica e specifica di esso. Cioè, è determinato in base al rapporto del campo con le sue fonti elettriche.
  • Induzione magnetica o campo B. Considerata dai fisici come la misura autentica dell'intensità del campo magnetico, è determinata dalla quantità di flusso magnetico per unità di superficie che si verifica in una determinata regione del campo. Cioè, è determinato in base agli effetti che il campo produce sui suoi carichi.
  1. Direzione di un campo magnetico

Più sei vicino alla fonte magnetica, più sarà determinata la tua direzione.

La direzione di un campo magnetico è descritta usando linee di forza o vettori, che sono linee responsabili di segnalare la direzione verso cui convergono le forze magnetiche o dove spingono un carico che è essere soggetto al campo magnetico.

In questo senso, le variabili di eccitazione magnetica (H) o induzione magnetica (B) dell'intensità di un campo magnetico sono vettoriali, poiché i loro valori cambiano secondo In prossimità della regione del campo studiato, rispetto alla sorgente magnetica o al polo. In parole povere: più la fonte magnetica è vicina, più intenso sarà l'effetto e più sarà determinata la sua direzione.

  1. Campo magnetico terrestre

Il campo magnetico terrestre devia l'impatto delle radiazioni dal sole.

Il nostro pianeta ha un campo magnetico naturale ed enorme, che si chiama magnetosfera o campo geomagnetico. È una conseguenza del costante movimento dei metalli ferromagnetici che lo compongono, come ferro e rame, principalmente come conseguenza della rotazione terrestre.

Questo campo svolge ruoli molto importanti nel mantenimento dell'equilibrio elettrico del mondo, deviando l'impatto delle radiazioni dal sole (il cosiddetto vento solare) e rifiutando altre forme di elettromagnetismo dallo spazio, che potrebbe Possono essere dannosi per la vita (come i raggi cosmici).

A questo enorme campo reagiscono le bussole che usiamo per la navigazione, indicando sempre il nord, e anche i sensi specializzati di molti animali migratori, che hanno grazie ad esso un innato senso dell'orientamento che li porta sempre nella stessa regione durante periodi specifici della loro vita.


Articoli Interessanti

commensalismo

commensalismo

Spieghiamo cos'è il commensalismo e le sue differenze con il mutualismo. Inoltre, esempi e come si sviluppa nel deserto. Foresis si verifica quando il commensale usa un'altra specie per trasportare se stesso. Che cos'è il commensalismo? Il commensalismo è noto come un tipo specifico di interazione biologica interspecifica, cioè di interazione tra individui di diverse specie, caratterizzata dal beneficio di uno solo di quelli coinvolti , senza che l'altra parte riceva alcun tipo di danno o danno. Il

Ocano

Ocano

Ti spieghiamo cos'è l'oceano e quali sono le differenze tra mare e oceano. Inoltre, qual è l'oceano più grande del mondo. Gli oceani occupano i tre quarti del pianeta Terra. Cos'è l'oceano? Quando parliamo di ` ` raccontaci '', intendiamo un'enorme estensione di acqua salata che separa altri due continenti . Si

di riserva

di riserva

Spieghiamo cos'è un backup e a cosa serve fare un backup. Inoltre, i passaggi che devono essere seguiti per eseguire i backup. Un backup è una copia dei dati originali di un sistema informativo. Che cos'è un backup? In informatica, è compreso da un backup (dall'inglese: backup , backup , backup , rinforzo), backup, copia di sicurezza, copia di una copia dei dati originali di un sistema informativo o di una serie di software (file, documenti, ecc. .)

legge

legge

Vi spieghiamo qual è la legge e qual è lo scopo delle norme legali. Inoltre, tipi di leggi e quali sono le loro caratteristiche. Le leggi sono un modo per controllare il comportamento degli esseri umani. Cos'è la legge? Il concetto di legge deriva dal lex latino e nell'ambito giuridico può essere definito come quelle norme generali di carattere obbligatorio che sono state dettate dal potere corrispondente con l'obiettivo di regolare i comportamenti umana. Un

proporzione

proporzione

Vi spieghiamo che cos'è una proporzione e alcuni esempi di questa relazione di uguaglianza. Inoltre, i tipi di proporzionalità esistenti. Una proporzione è una relazione di uguaglianza tra due ragioni. Qual è una proporzione? In matematica, la relazione di uguaglianza che esiste tra due ragioni , cioè tra due confronti tra due quantità determinate, è nota come proporzione . Cioè:

densità

densità

Spieghiamo cos'è la densità e alcune caratteristiche di questa proprietà. Inoltre, esistono altri tipi di densità. I gas hanno una densità inferiore rispetto ai liquidi e questi sono inferiori ai solidi. Cos'è la densità? Il termine densità deriva dal campo della fisica e della chimica, in cui si riferisce specificamente alla relazione tra la massa di una sostanza (o un corpo) e il suo volume È quindi una proprietà intrinseca, poiché non dipende dalla quantità di sostanza considerata. La densità