• Wednesday August 12,2020

Codice genetico

Ti spieghiamo qual è il codice genetico, la sua funzione, composizione, origine e altre caratteristiche. Inoltre, come è stata la sua scoperta.

L'RNA è responsabile dell'utilizzo del codice DNA per sintetizzare le proteine.
  1. Qual è il codice genetico?

Il codice genetico è l'ordinamento tempestivo dei nucleotidi nella sequenza che costituisce il DNA . È anche l'insieme di regole da cui detta sequenza viene tradotta dall'RNA in una sequenza di aminoacidi, per comporre una proteina. In altre parole , la sintesi proteica dipende da questo codice .

Tutti gli esseri viventi hanno un codice genetico che organizza il loro DNA e RNA. Nonostante le evidenti differenze tra i diversi regni della vita, il contenuto genetico risulta essere simile in grandi proporzioni, il che suggerisce che tutta la vita deve aver avuto un'origine comune. Piccole variazioni del codice genetico possono dare origine a una specie diversa .

La sequenza del codice genetico comprende combinazioni di tre nucleotidi, ciascuno chiamato un codice e responsabile della sintesi di un aminoacido specifico (polipeptide).

Questi nucleotidi provengono da quattro diversi tipi di basi azotate: adenina (A), timina (T), guanina (G) e citosina (C) nel DNA e adenina (A), uracile (U), guanina ( G) e citosina (C) in RNA.

In questo modo viene costruita una catena di un massimo di 64 codoni, 61 dei quali costituiscono il codice stesso (cioè sintetizzano gli aminoacidi) e 3 segni di inizio e fine posizione nella sequenza.

Seguendo l'ordine che questa struttura genetica determina, le cellule del corpo possono raccogliere aminoacidi e sintetizzare proteine ​​specifiche, che adempiranno determinate funzioni nel corpo.

Vedi anche: Genetica

  1. Caratteristiche del codice genetico

Il codice genetico ha una serie di caratteristiche di base, che sono:

  • Universalità. Come abbiamo detto prima, tutti gli organismi viventi condividono il codice genetico, da virus e batteri a persone, piante e animali. Ciò significa che un codone specifico è associato allo stesso amminoacido, indipendentemente da quale organismo sia. Sono noti 22 codici genetici diversi, che sono varianti del codice genetico standard in uno o due codoni.
  • Specificità. Il codice è estremamente specifico, ovvero nessun codone codifica più di un aminoacido, senza sovrapposizioni, sebbene in alcuni casi possano esistere codoni di avvio diversi, che consentono di sintetizzare proteine ​​diverse dallo stesso codice.
  • Continuità. Il codice è continuo e non ha interruzioni di alcun tipo, essendo una lunga catena di codoni che viene sempre trascritta nella stessa direzione e direzione, dall'inizio al codone di arresto.
  • Degeneration. Il codice genetico ha ridondanze, ma mai ambiguità, cioè due codoni possono corrispondere allo stesso aminoacido, ma mai lo stesso codone a due diversi aminoacidi. Pertanto, ci sono più codoni oltre a quelli minimamente necessari per memorizzare informazioni genetiche.
  1. Scoperta del codice genetico

Nirenberg e Matthaei hanno scoperto che ogni codifica codificava un aminoacido.

Il codice genetico è stato scoperto negli anni '60, dopo gli scienziati anglosassoni Rosalind Franklin (1920-1958), Francis Crick (1916-2004), James Watson ( 1928) e Maurice Wilkins (1916-2004) scoprirono la struttura del DNA, iniziando lo studio genetico della sintesi delle cellule proteiche.

Nel 1955 gli scienziati Severo Ochoa e Marianne Grunberg-Manago riuscirono a isolare l'enzima polinucleotidico fosforasi. Hanno scoperto che in presenza di qualsiasi tipo di nucleotide, questa proteina ha costruito un mRNA o un messaggero composto dalla stessa base di azoto, cioè un polipeptide di un singolo nucleotide. . Questo ha fatto luce sulla possibile origine di DNA e RNA.

Il russo-americano George Gamow (1904-1968) propose il modello di codice genetico formato da combinazioni delle basi azotate conosciute oggi. Tuttavia, Crick, Brenner e i loro collaboratori hanno dimostrato che i codoni sono composti da tre basi solo per azoto .

La prima prova di corrispondenza tra lo stesso codice e un amminoacido fu ottenuta nel 1961 grazie a Marshall Warren Nirenberg e Heinrich Matthaei.

Applicando i loro metodi, Nirenberg e Philip Leder sono stati in grado di tradurre 54 dei rimanenti codoni. Successivamente, Har Gobind Khorana ha completato la trascrizione del codice. A molti di quelli coinvolti in questa corsa per decifrare il codice genetico è stato assegnato il premio Nobel per la medicina.

  1. Funzione del codice genetico

Nei ribosomi, la sequenza di codoni viene tradotta in sequenza di aminoacidi.

La funzione del codice genetico è vitale nella sintesi delle proteine, cioè nella produzione dei composti di base di base per l'esistenza del La vita come la comprendiamo. Pertanto, è il modello fondamentale per la costruzione fisiologica degli organismi, sia dei loro tessuti, sia dei loro enzimi, sostanze e fluidi.

Per questo, il codice genetico opera come modello nel DNA, da cui viene sintetizzato l'RNA, che è una specie di immagine speculare. Quindi nell'RNA gli organelli cellulari responsabili della costruzione delle proteine ​​(ribosomi) vengono spostati.

La sintesi inizia nei ribosomi secondo il modello che è passato dal DNA all'RNA . Ogni gene è quindi associato a un amminoacido, costruendo una catena di polipeptidi. Ecco come funziona il codice genetico.

  1. Origine del codice genetico

L'origine del codice genetico è probabilmente il più grande mistero della vita. È intuito, dato che tutti gli esseri viventi conosciuti sono comuni, che il loro aspetto sul pianeta era precedente a quello del primo essere vivente, cioè la cellula primitiva che avrebbe dato origine a Tutti i regni della vita.

Inizialmente, era probabilmente molto meno esteso e aveva a malapena le informazioni per codificare alcuni aminoacidi, ma sarebbe cresciuto in complessità man mano che la vita emergeva e si evolveva.

Continua con: acidi nucleici


Articoli Interessanti

educazione

educazione

Spieghiamo cos'è l'educazione e i suoi diversi significati secondo diversi autori. Inoltre, i tipi di istruzione esistenti. L'istruzione avviene all'interno della famiglia e nelle diverse fasi della vita scolastica. Che cos'è l'educazione? La facilitazione dell'apprendimento o dell'ottenimento di conoscenze, abilità, valori e abitudini in un determinato gruppo umano, da parte di altre persone, è chiamata educazione. es

pazienza

pazienza

Ti spieghiamo cos'è la pazienza e perché è considerata un valore. Inoltre, alcune frasi su questa capacità umana. La pazienza può resistere a situazioni fastidiose, irritanti o avverse. Che cos'è la pazienza? È conosciuta come `` pazienza '' per la capacità umana di sopportare o tollerare situazioni fastidiose, irritanti o avverse al fine di raggiungere un obiettivo desiderato o farlo nel modo desiderato. In que

abilità

abilità

Ti spieghiamo quali sono le abilità e le capacità che una persona può possedere. Inoltre, i tipi esistenti e il loro rapporto con l'abilità. L'abilità è una forma specifica di attitudine per un'attività specifica. Qual è l'abilità? Secondo la Royal Spanish Academy, l'abilità è intesa come la capacità di qualcuno di eseguire un determinato compito o attività correttamente e facilmente. In questo m

Proprietà specifiche della materia

Proprietà specifiche della materia

Ti spieghiamo quali sono le proprietà specifiche della materia e le caratteristiche principali di ciascuna di esse con esempi utili. Le proprietà della materia ci consentono di classificarla e scoprire di più sulle sue origini. Quali sono le proprietà specifiche della materia? La questione che conosciamo ha numerose caratteristiche che ci consentono di classificarlo, ordinarlo e scoprire di più sulle sue origini . Alc

Strati di terra

Strati di terra

Spieghiamo quali sono gli strati della Terra e le caratteristiche di ciascuno. Inoltre, le discontinuità di Mohorovicic e Gutenberg. Gli strati della terra sono la crosta, il mantello e il nucleo. Quali sono gli strati della Terra? Il pianeta Terra è un pianeta sferoide di 12.742 chilometri di diametro equatoriale, con un leggero appiattimento ai poli.

verso

verso

Spieghiamo cos'è un versetto, la sua relazione con una strofa e i tipi di versi esistenti. Inoltre, alcuni esempi e versi d'amore. I versetti descrivono un'immagine poetica e dinamica all'interno del corpo della poesia. Che cos'è un verso? Un retro è un'unità in cui una poesia è comunemente divisa, di dimensioni superiori ai piedi, ma inferiore alla strofa. Di