• Thursday October 1,2020

comunicazione

Spieghiamo cos'è la comunicazione e quali sono i suoi elementi. Inoltre, i tipi di comunicazione e i modelli esistenti.

La comunicazione è una necessità per l'essere umano.
  1. Cos'è la comunicazione?

La comunicazione è un mezzo con cui le persone inviano messaggi che hanno una certa intenzione. Il processo comunicativo deve essere eseguito correttamente in modo che i messaggi vengano inviati e arrivano correttamente, per essere compreso.

In ogni comunicazione è essenziale l'esistenza di chiunque emetta il messaggio ( mittente ), del messaggio stesso e di chi lo riceve ( destinatario ). Tuttavia, non è una condizione indispensabile della comunicazione l'esistenza di una presenza fisica del mittente e del destinatario nello stesso ambito, esistono molti modi in cui un emittente può trasferire informazioni n a un ricevitore senza affrontarsi.

Ad esempio, quando leggiamo un giornale o guardiamo un telegiornale in televisione, i giornalisti agiranno come emittenti e il pubblico o i lettori come ricevitori; ma tuttavia non abbiamo i giornalisti a casa nostra al momento della ricezione delle informazioni.

Ogni volta che parliamo, scriviamo o firmiamo, stiamo comunicando. Comunicare è una capacità degli animali e degli esseri umani, ma la differenza tra loro è che gli animali comunicano istintivamente, ma gli esseri umani, per natura, hanno naturalmente la capacità di imparare a comunicare da pequeos.

La comunicazione è una necessità, poiché è dimostrato che l'uomo non può vivere in isolamento, è un animale sociale che deve condividere il suo spazio e le sue esperienze con gli altri.

Vedi anche: Barriere di comunicazione.

  1. Elementi di comunicazione

Il destinatario è colui che riceve il messaggio nel processo di comunicazione.

Perché la comunicazione esista ci deve essere un processo di base con passaggi:

  • Innanzitutto, un mittente che desidera inviare un messaggio con una determinata intenzione (sembra che no, ma sempre i messaggi hanno un intento, ad esempio vendere, convincere, discutere di qualcosa, ecc.).
  • Viene inviato il messaggio con il suo contenuto, che avrà un codice e un canale in cui viaggia.
  • Il destinatario (che può essere uno o più) interpreta il messaggio ricevuto (conoscendo il codice del messaggio), e per rispondere, e quindi il processo ricomincia.

A volte ci sono interferenze nella comunicazione chiamata rumore, che possono apparire nell'invio (rumore di diffusione e di concepimento) o quando i messaggi vengono ricevuti (rumori di comprensione o assimilazione).

Sì o sì, affinché questo processo possa essere eseguito, è necessario che entrambe le parti esistano, chi invia il messaggio e chi lo riceve, e non solo, ma anche entrambe le parti devono essere disposte a effettuare uno scambio di messaggi e devono capirsi a vicenda, devono condividere determinati codici come linguaggio o livello intellettuale in modo che il processo venga eseguito correttamente.

  1. Tipi di comunicazione

La comunicazione remota può avvenire tramite un telefono.

La comunicazione può avvenire in diversi modi:

  • Di persona. Si svolge quando si svolge una conversazione faccia a faccia.
  • A distanza Può succedere attraverso un telefono, l'invio di lettere e così via.
  • Impersonale. Questo è il caso di quelle persone che si rivolgono al pubblico attraverso la televisione o la radio.

I messaggi possono essere inviati verbalmente o non verbalmente . Come puoi immaginare, un messaggio verbale coinvolge parole, ad esempio parlare o scrivere, ma il messaggio non verbale è quello che comprendiamo senza una sola parola in mezzo: un gesto, un segno con un segnale stradale, un suono, tra gli altri

Gli animali hanno una comunicazione non verbale molto fluida tra loro. Ad esempio, se osserviamo un branco di cani, vedremo come attraverso gesti, espressioni e rumori siano perfettamente compresi.

  1. Modelli di comunicazione

Il modello base e più antico di comunicazione è quello lineare, in cui vi è un mittente (che invia il messaggio), un messaggio, un canale attraverso il quale viene inviato il messaggio e un destinatario (che lo riceve).

D'altra parte, in uno schema più moderno è noto che il processo di comunicazione è bidirezionale, il che significa che i messaggi vengono inviati e restituiti sotto forma di un altro messaggio, che sarebbe una risposta.

Questo è cambiato in settori come i social network, dove non è più solo una dichiarazione, ma piuttosto una conversazione . Secondo il modello di comunicazione di Chafee e Bergan, chiamato piramide, ci sono cinque livelli che la comunicazione attraversa:

  • Livello intrapersonale (una persona si riferisce a se stesso),
  • Livello interpersonale (dove uno si riferisce ad altre persone),
  • Livello medio (una persona si riferisce a gruppi di individui),
  • Livello medio-alto (dove ci sono relazioni tra i gruppi) e,
  • Livello interessato (è il tipo che si verifica nei mass media).

Il modello di comunicazione di McQuail propone l'esistenza di una piramide in cui esistono diversi tipi di comunicazione, come personale, intrapersonale, di gruppo, pubblico, bidirezionale, ecc .; Questa piramide fu cambiata nel 1987. D'altra parte, Chafee-Bergan afferma che la comunicazione cerca di comprendere la produzione, il trattamento e gli effetti dei simboli .

  1. I media ... il quarto potere?

I media hanno il potere di influenzare gli altri.

Conosciamo in uno Stato le tre grandi potenze, ma informalmente e nel campo della stampa e delle comunicazioni si dice che rappresentino la quarta potenza. Perché questo sorge?

Oggi i media sono così importanti e hanno guadagnato così tanto potere che le persone danno loro il permesso di esercitare l'influenza che vogliono su di loro. Ecco perché si dice che abbia potere, perché può creare, plasmare e cambiare i pensieri nel suo pubblico.

Pertanto, diversi settori, come la politica, entrano in essi per ottenere il massimo da questo potere . Vale la pena chiarire che questo tipo di potere non è forte da solo, ma perché le persone lo danno in quel luogo. Se la popolazione non consente ai media di esercitare alcuna influenza, non avrebbero la capacità di agire sulla comunità come hanno fatto loro.

  • Inoltre: Media.

Articoli Interessanti

sommario

sommario

Spieghiamo cos'è un riepilogo e i tipi di riepilogo esistenti. Inoltre, i passaggi per eseguire uno e un riepilogo di esempio. Questi sono forme condensate di un testo o di un discorso. Che cos'è un riassunto? Quando si parla di un sommario, si fa riferimento a un testo di lunghezza variabile, che ha sempre un breve periodo di tempo , in cui le idee di un testo più grande e / o più grande sono sintetizzate o abbreviate complessità Si stima che un riepilogo sia pari al 25% delle dimensioni dell'originale. Los

Specie autoctone

Specie autoctone

Ti spieghiamo cos'è una specie autoctona, cos'è una specie endemica ed esotica. Inoltre, alcuni esempi di specie autoctone. Le specie autoctone totali costituiscono la fauna e la flora autoctone di ciascuna regione. Che cos'è una specie autoctona? Si dice di un animale, pianta o altra specie che è una specie autoctona quando proviene da un sito geografico specifico , cioè è originaria di quella regione senza alcun intervento umano di alcun tipo. Tipo

Questioni sociali

Questioni sociali

Spieghiamo quali sono i problemi sociali, quali sono le loro cause e vari esempi. Inoltre, problemi sociali in Messico. La povertà è un problema sia economico che sociale. Quali sono i problemi sociali? I problemi sociali sono quelli che colpiscono ampi settori della popolazione e hanno a che fare con le condizioni oggettive e soggettive della vita nella società. L

città

città

Spieghiamo cos'è una città e alcune sue caratteristiche. Inoltre, le principali città del mondo e informazioni su di loro. Una città può avere centinaia di abitanti o milioni di loro. Cos'è una città? Una città è il nome dato agli insediamenti urbani della popolazione umana di una nazione, ovvero spazi urbani densamente popolati e modificati artificialmente per ospitare le comunità umane, dotate di funzioni e attribuzioni sia politiche, economiche che amministrative. Ogni cit

Software applicativo

Software applicativo

Spieghiamo cos'è il software applicativo, a cosa serve ed esempi. Inoltre, quali sono il sistema e il software di programmazione. Il software applicativo non fa parte del funzionamento del computer. Cos'è il software applicativo? Nell'informatica, si intende un software applicativo, programmi applicativi o, in alcuni casi, applicazioni, nonché il set di software generalmente installato nel software. s

Rivoluzione industriale

Rivoluzione industriale

Ti spieghiamo cos'è stata la Rivoluzione industriale e perché è stata così importante. Cause, conseguenze e invenzioni che ci ha lasciato. Un modello di vita urbana, meccanizzata e industrializzata viene rapidamente adottato. Qual è la rivoluzione industriale? È conosciuta come la Rivoluzione industriale in un momento di profonde e radicali trasformazioni nell'economia, nella società e nella tecnologia che ebbe inizio nell'Europa del XVIII secolo, in particolare nel Regno di la Gran Bretagna, e si diffuse in tutta Europa e negli Stati Uniti, terminando tra la metà del XIX e l'in