• Wednesday August 12,2020

Comunicazione interna

Spieghiamo cos'è la comunicazione interna, come è classificata e i suoi obiettivi. Inoltre, gli strumenti che utilizza e la comunicazione esterna.

La comunicazione interna avviene all'interno delle organizzazioni.
  1. Cos'è la comunicazione interna?

In diverse aree si parla di comunicazione interna per fare riferimento ai canali e ai meccanismi di informazione che esistono all'interno di una determinata organizzazione e la cui destinazione è lo stesso personale che lavora in essa, nella loro vari dipartimenti o modalità organizzative. In ciò si distingue dalla comunicazione esterna, che è quella che va dall'organizzazione al mondo esterno.

La comunicazione interna di una società o organizzazione stabilisce collegamenti informativi di diversa natura tra le sue parti, o dai limiti della direttiva ai lavoratori o viceversa, o tra colleghi di Lo stesso dipartimento.

Come suggerisce il nome, si verifica all'interno delle organizzazioni e di solito non viene alla luce, quindi di solito è guidato da linee guida interne dell'organizzazione e con un certo margine di riservatezza verso il mondo esterno .

Vedi anche: Comunicazione aziendale.

  1. Tipi di comunicazione interna

La comunicazione orizzontale avviene tra pari, come tra colleghi della stessa squadra.

La comunicazione interna è classificata in base al posto nella gerarchia dell'organizzazione che hanno gli attori coinvolti. Cioè, a seconda di quali livelli dell'organizzazione comunicano tra loro. Pertanto, le persone di solito parlano di:

  • Comunicazione interrotta. Ciò che proviene dalle cupole organizzative, cioè dagli alti livelli della gerarchia, ed è destinato ai livelli bassi. In altre parole, dai capi ai subordinati o dai dirigenti ai lavoratori. Di solito è un tipo di comunicazione unidirezionale, che è conforme alle notifiche, alle istruzioni, alle decisioni di partecipazione.
  • Comunicazione orizzontale. È uno che si verifica tra colleghi, come tra colleghi della stessa squadra, o tra coordinazioni alla stessa altezza o tra capi di dipartimenti diversi. Non esiste alcuna relazione gerarchica in essa, ma esiste tra uguali, generalmente per condividere informazioni, rispondere alle richieste, ecc.
  • Comunicazione ascendente Logicamente, è quello che va dai livelli inferiori della gerarchia agli alti livelli, cioè come feedback dai subordinati agli amministratori, ai dirigenti, ai capi, ecc. Serve anche a dare idee, suggerimenti, proposte a coloro che prendono decisioni strategiche nell'organizzazione o a fare richieste formali.
  1. Obiettivi della comunicazione interna

La comunicazione interna persegue i seguenti obiettivi:

  • Organizzare e migliorare lo scambio di informazioni tra aree. Impedendo così ai dipartimenti o ai manager di operare come bolle, isolate dal resto dell'organizzazione.
  • Promuovere la conoscenza della direzione e dei lavoratori. Promuovere un ambiente di lavoro informato, in cui i lavoratori sappiano chi li dirige e come, e il management può a sua volta connettersi con il proprio team e sapere chi sono e quali sono i loro punti di forza, debolezza e aspirazioni.
  • Genera un'identità aziendale. Le comunicazioni interne dovrebbero promuovere l'idea di appartenenza tra i lavoratori e promuovere il lavoro di squadra, per avere un ambiente di lavoro più caldo e più impegnato.
  • Promuovere la partecipazione interna. Stabilire spazi per lo scambio di idee, per il contatto sociale e per il dialogo e il dibattito, per condividere successi e sfide, fornire informazioni importanti e innovare in questi campi.
  1. Strumenti di comunicazione interna

Un'e-mail istituzionale consente un rapido scambio di informazioni.

Esistono molti strumenti possibili per stabilire dinamiche salutari della comunicazione interna in un'organizzazione. Alcuni di questi sono i seguenti:

  • Newsletter interne Come newsletter, rapporti mensili o settimanali, in cui al lavoratore vengono fornite notizie di interesse, vengono incoraggiate importanti informazioni e scambi tra pari.
  • Manuale per i dipendenti Fortuna di opuscoli in cui al lavoratore vengono fornite tutte le informazioni di base di cui potrebbe aver bisogno per comunicare con altri dipartimenti, nonché quelle necessarie per l'identità aziendale: la storia dell'organizzazione, l'organigramma aziendale, la missione, la visione e i valori, ecc.
  • Pannelli informativi. Possono essere sviluppati per dipartimento o centralizzati in un coordinamento di informazioni, ma generalmente devono trovarsi in luoghi molto visibili o molto transitori, dove è possibile offrire informazioni di diverso tipo e persino convocare partecipazione al pubblico interno.
  • Circolari. Documenti di interesse che circolano, come suggerisce il nome, tra dipartimenti, lavoratori, ecc.
  • Intranet. Reti computerizzate a cui solo i membri dell'organizzazione hanno accesso, essendo in grado di condividere file, avere videoconferenze, inviare documenti, ecc.
  • La posta elettronica. Un'e-mail istituzionale è un buon modo per promuovere l'adesione tra i membri dell'organizzazione e consentire un rapido scambio di informazioni con un dispendio minimo di risorse.
  1. Comunicazione esterna

La comunicazione esterna è, a differenza di quella interna, quella che si verifica tra l'interno di una specifica organizzazione e quelle agende estere a cui è collegata, come clienti, concorrenti e fornitori.

Di solito è governato da un'identità aziendale (manifestata in dettagli estetici come loghi, colori, ecc., Ma anche in linee guida comunicative strategiche) e quindi molto più controllata e regolata . Ciò include newsletter pubbliche, pubblicità, e-mail, social media marketing, ecc.


Articoli Interessanti

educazione

educazione

Spieghiamo cos'è l'educazione e i suoi diversi significati secondo diversi autori. Inoltre, i tipi di istruzione esistenti. L'istruzione avviene all'interno della famiglia e nelle diverse fasi della vita scolastica. Che cos'è l'educazione? La facilitazione dell'apprendimento o dell'ottenimento di conoscenze, abilità, valori e abitudini in un determinato gruppo umano, da parte di altre persone, è chiamata educazione. es

pazienza

pazienza

Ti spieghiamo cos'è la pazienza e perché è considerata un valore. Inoltre, alcune frasi su questa capacità umana. La pazienza può resistere a situazioni fastidiose, irritanti o avverse. Che cos'è la pazienza? È conosciuta come `` pazienza '' per la capacità umana di sopportare o tollerare situazioni fastidiose, irritanti o avverse al fine di raggiungere un obiettivo desiderato o farlo nel modo desiderato. In que

abilità

abilità

Ti spieghiamo quali sono le abilità e le capacità che una persona può possedere. Inoltre, i tipi esistenti e il loro rapporto con l'abilità. L'abilità è una forma specifica di attitudine per un'attività specifica. Qual è l'abilità? Secondo la Royal Spanish Academy, l'abilità è intesa come la capacità di qualcuno di eseguire un determinato compito o attività correttamente e facilmente. In questo m

Proprietà specifiche della materia

Proprietà specifiche della materia

Ti spieghiamo quali sono le proprietà specifiche della materia e le caratteristiche principali di ciascuna di esse con esempi utili. Le proprietà della materia ci consentono di classificarla e scoprire di più sulle sue origini. Quali sono le proprietà specifiche della materia? La questione che conosciamo ha numerose caratteristiche che ci consentono di classificarlo, ordinarlo e scoprire di più sulle sue origini . Alc

Strati di terra

Strati di terra

Spieghiamo quali sono gli strati della Terra e le caratteristiche di ciascuno. Inoltre, le discontinuità di Mohorovicic e Gutenberg. Gli strati della terra sono la crosta, il mantello e il nucleo. Quali sono gli strati della Terra? Il pianeta Terra è un pianeta sferoide di 12.742 chilometri di diametro equatoriale, con un leggero appiattimento ai poli.

verso

verso

Spieghiamo cos'è un versetto, la sua relazione con una strofa e i tipi di versi esistenti. Inoltre, alcuni esempi e versi d'amore. I versetti descrivono un'immagine poetica e dinamica all'interno del corpo della poesia. Che cos'è un verso? Un retro è un'unità in cui una poesia è comunemente divisa, di dimensioni superiori ai piedi, ma inferiore alla strofa. Di