• Tuesday September 21,2021

Inquinanti primari e secondari

Spieghiamo cosa sono i contaminanti e quali sono i principali e i secondari. Inoltre, esempi di entrambi i tipi di contaminanti.

Il monossido di carbonio viene rilasciato dalle perdite degli autoveicoli.
  1. Quali sono gli inquinanti primari e secondari?

Le sostanze inquinanti sono chiamate sostanze, pure o composte, la cui presenza nell'ambiente (acqua, aria, terra, ecc.) Peggiora la sua qualità, costituendo un pericolo per la vita come la conosciamo.

Normalmente, viene fatta una distinzione tra inquinanti primari e secondari per differenziare le sostanze nocive per l'ecosistema che danneggiano direttamente (primarie) essendo presenti nell'ambiente, da quelle che si formano indirettamente da reazioni chimiche impreviste nell'ambiente., frutto della presenza di altre sostanze.

In altre parole, un inquinante primario viene emesso direttamente nell'ambiente, mentre un inquinante secondario viene generato in esso, a seguito delle reazioni chimiche presenti. Spesso possono andare insieme, il primario e il secondario, poiché le reazioni chimiche che il primo produce di solito hanno come conseguenza il secondario, generando così più danni anche o per un periodo di tempo più lungo.

L'inquinamento sia primario che secondario è una delle sfide ambientali del mondo moderno, poiché la sua presenza e i suoi effetti sono aumentati dall'emergere della società industriale umana, la cui crescita incontrollata ed esigenze energetiche, materie prime e sostanze chimiche complesse lascia un'impronta tossica importante nel mondo.

Inoltre: inquinamento.

  1. Esempi di inquinanti primari

Il piombo è uno dei principali inquinanti primari di acqua e aria.

Alcuni esempi di inquinanti primari sono:

  • Monossido di carbonio (CO) . Prodotto dalla combustione di idrocarburi fossili, questo gas altamente tossico viene rilasciato direttamente nell'atmosfera dalle fughe dei veicoli a motore.
  • Rifiuti radioattivi I prodotti chimici atomicamente instabili, come il plutonio derivante dalla fissione dell'uranio nelle centrali nucleari, hanno una lunga emivita durante la quale emettono scarichi energetici in grado di alterare il DNA degli esseri viventi e causare malattie.
  • Ossidi di zolfo (SO x ) . Prodotto dell'industria chimica, questi composti solfati vengono spesso scartati nelle acque dei laghi e dei mari, dove modificano il pH del liquido e sbilanciano il conteggio dei nutrienti di alcuni microrganismi acquatici, che quando sovraccaricati proliferano troppo e rompono l'equilibrio della catena alimentare.
  • Piombo (Pb) . Il piombo è uno dei principali inquinanti primari di acqua e aria. Questo elemento viene prodotto nella combustione di idrocarburi e gettato in aria sotto forma di aerosol (particelle solide sospese), inquinando così l'aria e l'acqua, mentre viene trasportato dalla pioggia.
  • Clorofluorocarbonati (CFC) . Questi composti gassosi erano frequenti negli aerosol e nei sistemi di refrigerazione, fino a quando non fu scoperto l'impatto che avevano sullo strato di ozono. Una volta rilasciate, queste miscele di carbonio, cloro e fluoro la cui emivita varia tra 50 e 100 anni, reagiscono con l'ossigeno nell'atmosfera distruggendo la molecola instabile dell'ozono (O 3 ) e lasciandoci esposti alla radiazione solare diretta.
  1. Esempi di contaminanti secondari

Alcuni esempi di contaminanti secondari sono:

  • Acido solforico (H 2 SO 4 ) . Come risultato della reazione nell'atmosfera del vapore acqueo (H 2 O) e dei gas ricchi di zolfo scaricati come sottoprodotto industriale, questo acido si precipita a terra insieme alla pioggia, formando ciò che viene chiamato Piove acido e provoca danni a tutta la materia organica che vi è esposta.
  • Ozono (O 3 ) . Sebbene in alcune regioni dell'atmosfera l'ozono esista in modo naturale e innocuo, in altre regioni dell'atmosfera può diventare un elemento estremamente tossico e dannoso, derivante dalla fotolisi di Ossidi di azoto scaricati nell'atmosfera mediante riscaldamento e altri sistemi urbani. Il risultato, quando questi ossidi entrano in contatto con le radiazioni ultraviolette, è la separazione dei loro elementi e l'interruzione del loro ciclo di degradazione, diventando ozono e radicali liberi, che formano lo smog fotochimico.
  • Metano (CH 4 ) . In molti casi il metano conta come inquinante secondario, poiché proviene dalla decomposizione della materia organica, che è molto abbondante nelle discariche o nelle aree rurali dell'allevamento di bestiame ( dallo sgabello del gregge). Questo gas olfattivo disgustoso e altamente infiammabile sale all'atmosfera, dove si accumula causando l'effetto serra.
  • Perossiacetilnitrato (PAN) . Questo composto altamente pungente per gli occhi e i polmoni, e in grado di danneggiare le piante in caso di esposizione prolungata, è uno dei componenti principali dello smog urbano. È prodotto dalla decomposizione nell'aria di composti organici volatili, come quelli usati nelle vernici e nei derivati ​​del petrolio liquido.
  • Contaminazione biologica L'eccessiva presenza di nitrati e altri fertilizzanti utilizzati nell'industria agricola nelle acque reflue che alla fine vanno al mare, introduce un eccesso di nutrienti nell'ecosistema marino che provoca la proliferazione di alcune specie di alghe acquatiche. Superando i loro predatori naturali nella popolazione, queste alghe proliferano in disordine e finiscono per competere tra loro e morire per tonnellate, andando a marcire sulle spiagge.

Articoli Interessanti

Alimenti transgenici

Alimenti transgenici

Ti spieghiamo cosa sono gli alimenti transgenici e a cosa servono le modificazioni genetiche. Vantaggi e critiche. Queste tecniche di alterazione genetica si applicano, tra l'altro, al mais e alla soia. Cosa sono gli alimenti transgenici? Gli alimenti transgenici sono quelli prodotti da organismi vegetali modificati dall'ingegneria genetica e da altre tecniche di bioingegneria , al fine di garantire loro nuove proprietà e ottenere più raccolti.

deserto

deserto

Spieghiamo cos'è il deserto e i diversi climi che predominano in questo bioma. Inoltre, la flora e la fauna che può ospitare. I `` deserti '' occupano quasi un terzo della superficie del pianeta Terra. Qual è il deserto? È inteso come `` deserto '' un paesaggio bioclimatico (o bioma) caratterizzato da bassi livelli di precipitazioni e indici di precipitazione . (p

filtrazione

filtrazione

Spieghiamo cos'è la filtrazione e i tipi esistenti. Inoltre, alcuni esempi e metodi di separazione delle miscele. La filtrazione ha lo scopo di separare i solidi da un fluido. Qual è la filtrazione? È nota come tecnica di filtrazione per separare i solidi sospesi all'interno di un fluido (liquido o gas), usando un mezzo filtrante: un solido poroso che viene chiamato setaccio, filtro o setaccio. Q

Rivoluzione comunista cinese

Rivoluzione comunista cinese

Vi spieghiamo quale fu la rivoluzione comunista cinese, le sue cause, i suoi stadi e le sue conseguenze. Inoltre, i suoi principali leader. La rivoluzione comunista cinese ha istituito la Repubblica popolare cinese nel 1949. Qual è stata la rivoluzione comunista cinese? È conosciuta come la rivoluzione cinese del 1949, la rivoluzione comunista cinese alla fine della guerra civile cinese .

povertà

povertà

Spieghiamo cos'è la povertà, le sue cause, conseguenze e i tipi di povertà esistenti. Inoltre, figure in Messico e nel mondo. 1 miliardo di persone nel mondo sono in estrema povertà. Che cos'è la povertà? La povertà è una condizione socioeconomica in cui le risorse sono scarse o gli strumenti necessari per acquisirle su base regolare. Coloro

Modello OSI

Modello OSI

Ti spieghiamo in che modo viene utilizzato il modello OSI nelle reti di computer e come funziona. Inoltre, a cosa serve e quali sono i suoi strati. Il modello OSI consente la comunicazione tra diverse reti di computer. Qual è il modello OSI? Il modello OSI (l'acronimo in inglese: Open Systems Interconnection , ovvero " Interconnessione di sistemi aperti"), è un modello di riferimento per i protocolli di comunicazione del reti di computer o reti di computer.