• Tuesday August 4,2020

cubismo

Ti spieghiamo cos'è il cubismo, le caratteristiche e gli artisti di questo movimento. Inoltre, il cubismo analitico, sintetico e alcune opere.

Lo stile caratteristico del cubismo esplora una nuova prospettiva geometrica della realtà.
  1. Che cos'è il cubismo?

Il nome del cubismo è noto come un movimento artistico del ventesimo secolo che è entrato nella scena artistica europea nel 1907, ponendo una forte distanza dalla pittura tradizionale e creando un precedente vitale per l'emergere di l'avanguardia artistica.

Il suo stile caratteristico esplora una nuova prospettiva geometrica della realtà, guardando gli oggetti da tutti i possibili punti di vista, che è stata una rottura con i modelli pittorici in vigore dal Rinascimento.

Il termine "cubismo" non fu tuttavia proposto dai pittori stessi, ma dal critico Louis Vauxcelles, lo stesso che all'epoca chiamava Fauvismo, che dopo aver partecipato a una mostra De Georges Braque (francese, 1882-1963) affermò che le sue opere `` ridussero il paesaggio e il corpo umano a cubetti insidiosi '', e quindi procedette Per parlare di cubismo. A questo proposito, il pittore spagnolo Pablo Picasso avrebbe poi affermato, considerato il più grande esponente del movimento, che quando facevamo il cubismo, non avevamo intenzione di farlo, ma solo per esprimere ciò che avevamo dentro.

Vedi anche: Arte astratta.

  1. Caratteristiche del cubismo

I dipinti cubisti sopprimono la maggior parte dei dettagli degli oggetti che rappresentano.

Nonostante ciò che può suggerire il suo nome, il cubismo non consiste nel dipingere attraverso i cubi . Al contrario, il cubismo riconosce e abbraccia la natura bidimensionale della tela e rinuncia alla tridimensionalità, cercando piuttosto di rappresentare nei suoi dipinti tutti i possibili punti di vista di un oggetto, contemporaneamente. In tal modo, ha rivoluzionato i precetti in vigore nella pittura sin dai tempi antichi, motivo per cui il cubismo è considerato il primo delle avanguardie artistiche.

I dipinti cubisti, quindi, mancano di profondità, offrono molteplici punti di vista (anziché uno solo) e sopprimono la maggior parte dei dettagli degli oggetti che rappresentano, riducendoli spesso alla stessa caratteristica: i violini, ad esempio, Sono riconosciuti solo dalle loro code.

Allo stesso tempo, il genere dei dipinti cubisti non potrebbe essere più convenzionale: nature morte, paesaggi, ritratti. Ma a differenza dell'impressionismo e del fauvismo, sono dipinti con colori tenui: grigio, verde e marrone, specialmente ai loro primi tempi.

La difficoltà di interpretare alcuni dipinti cubisti, data la loro rottura con tutte le forme di naturalezza, ha causato la necessità di accompagnare l'opera con un testo esplicativo o critico, un gesto che sarebbe poi diventato comune nelle opere d'arte d'avanguardia.

  1. Artisti cubisti

Il più grande esponente del cubismo fu lo spagnolo Pablo Picasso (1881-1973), che si presume fosse il fondatore dell'estetica e il primo coltivatore del suo stile. Tuttavia, altri artisti riconosciuti per il loro lavoro cubista furono il francese Georges Braque (1882-1963), Jean Metzinger (1883-1956), Albert Gleizes (1881-1953) e Robert Delanay (1885-1945) e lo spagnolo Juan Gris (1887-1927) e María Blanchard (1881-1932).

  1. Cubismo analitico (1909-1912)

Molte opere di cubismo analitico sono diventate praticamente astratte.

Il cubismo analitico o il cubismo ermetico rappresentavano la fase iniziale del movimento, i cui dipinti erano quasi tutti monocromatici e grigi, focalizzati sul punto di vista e non sulla cromaticità. Questo approccio è stato tale che in molti casi le opere sono diventate praticamente astratte, poiché i piani sono diventati irriconoscibili e indipendenti dal volume dell'oggetto dipinto. Ciò fece sì che il nuovo stile ricevesse un forte rifiuto dai settori tradizionalisti della pittura, allo stesso tempo dall'entusiasmo degli artisti d'avanguardia e delle personalità culturali come Guillaume Apollinaire e Gertrude Stein, che scrissero pezzi critici sull'importanza del cubismo in aumento.

Nel 1911, tuttavia, il pittore madrileno Juan Gris iniziò a interessarsi alla luce, incorporandola nelle sue opere cubiste in modo naturalistico. Ma l'anno seguente aveva aderito alla tendenza verso il collage di Picasso e Braque, incorporando materiali diversi come legno e tappezzeria nei suoi dipinti.

  1. Cubismo sintetico (1912-1914)

Il cubismo sintetico aggiunge colore alla tendenza cubista finora monocromatica.

Il secondo periodo del cubismo deriva dalla tendenza di Braque a incorporare, a partire dal 1912, numeri e parole nei suoi dipinti, nonché l'uso di legno, carte scolorito e altri materiali.

Nello stesso anno Picasso realizzò il suo primo collage e questa incorporazione di altri elementi aggiunge colore alla tendenza cubista fino a quel momento monocromatica. I dipinti cubisti diventano quindi più figurativi e quindi più facili da interpretare, più facili e in essi gli oggetti sono ridotti alle loro caratteristiche elementari, piuttosto che vol Germi e aerei sovrapposti.

Questo è considerato lo stadio più fantasioso del cubismo, soprattutto nell'opera di Juan Gris, a cui sono state concesse maggiori quote di libertà e colore. Tuttavia, la prima guerra mondiale pose fine al movimento, poiché molti pittori furono chiamati al fronte e nel dopoguerra solo Juan Gris rimase fedele al cubismo, sebbene in uno stile molto più semplice e austero.

  1. Il cubismo funziona

Alcuni dei quadri più rappresentativi del cubismo sono:

  • Guernica (1937) di Pablo Picasso.
  • Le signore di Avignone (1907) di Pablo Picasso.
  • Violino e palette (1909) di Georges Braque.
  • La bottiglia degli anni (1914) di Juan Gris.
  • Donna che legge sulla spiaggia (1937) di Pablo Picasso.
  1. Cubismo letterario

Il cubismo letterario è un adattamento frutto dell'ingegno del francese Guillaume Apollinaire (1880-1918), noto poeta e saggista. In questa tendenza, ha cercato di mescolare immagini e concetti in un modo più o meno casuale, avventurandosi così in calligrammi: poesie che formavano una particolare immagine sulla pagina, a causa della sua distribuzione sul carta bianca

Questa tendenza è massimizzata da Apollinaire nei suoi Calligrammi . Poesie di pace e guerra (1918), dove spezzò la struttura sintattica e logica della poesia, prefigurando ciò che i surrealisti avrebbero fatto in seguito.

  1. Pablo Picasso

Pablo Picasso era un pacifista e militante comunista.

Picasso non era solo la figura centrale del cubismo, ma un pittore e scultore di fama internazionale, considerato uno degli artisti più influenti di numerosi movimenti artistici, oltre a un cultore in altri modi di arte come disegno, incisione, illustrazione di libri, scenografia e costumi per produzioni teatrali, e aveva anche un'opera letteraria molto breve.

Picasso fu anche un militante pacifista e comunista, membro del Partito comunista spagnolo e dei francesi, fino alla sua morte nel 1973. La natura indiscutibile del suo lavoro è in contrasto, inoltre Lui, con la sua vita personale e amorevole, di una notoria promiscuità e misoginia, sta per considerare le donne come `` macchine della sofferenza ''.


Articoli Interessanti

Servizio pubblico

Servizio pubblico

Ti spieghiamo cos'è un servizio pubblico e quali tipi esistono. Inoltre, esempi di questi servizi e della loro importanza per la società. I servizi pubblici sono forniti dallo Stato. Che cos'è un servizio pubblico? I servizi pubblici sono l'insieme di beni e attività, di solito di tipo essenziale essenziale, che attraverso l'amministrazione diretta, sussidi o altri meccanismi regolatori, uno Stato garantisce la sua popolazione, al fine di fornire un migliore tenore di vita e proteggere le pari opportunità tra i suoi cittadini. I s

Rischi e pericoli dei social network

Rischi e pericoli dei social network

Spieghiamo quali sono i rischi e i pericoli derivanti dai social network, in termini emotivi, sociali e di sicurezza. Nei social network non sappiamo chi osserva le nostre interazioni. Rischi e pericoli dei social network I social network sono spazi digitali di scambio e intrattenimento sociale. In essi, un numero diversificato di utenti condivide messaggi, fotografie, video e altro materiale multimediale, secondo criteri di comunicazione stabiliti, formando così una comunità virtuale più o meno aperta. T

Graffiti

Graffiti

Spieghiamo cos'è il graffito e l'origine del termine. Inoltre, i tipi di graffiti e la storia di questa tecnica artistica. Generalmente, i graffiti vengono eseguiti su pareti alte o altamente visibili. Qual è il graffito? Si chiama `` graffiti '', o `` dipinto '' un modo di pittura di strada o arte visiva , di solito illegale o paralegale, che viene generalmente eseguito su vaste aree di spazi urbani: pareti, cancelli, muri, ecc.

Classe operaia

Classe operaia

Ti spieghiamo cos'è la classe operaia e come è emersa questa classe sociale. Caratteristiche della classe operaia. Marxismo. L'origine della classe operaia è legata alle origini del capitalismo. Qual è la classe lavoratrice? Dalla rivoluzione industriale (1760-1840) è chiamata la classe operaia, classe operaia o semplicemente proletariato alla classe sociale che fornisce la forza lavoro per la società per la produzione, costruzione e manifatturiera , ricevendo Cambio una considerazione economica (stipendio), senza diventare proprietario dei mezzi di produzione in cui lavorano. Il n

Guerre napoleoniche

Guerre napoleoniche

Ti spieghiamo quali erano le guerre napoletane, le loro cause, conseguenze, nazioni che hanno partecipato e personaggi principali. Sotto il dominio di Napoleone, l'esercito francese affrontò diverse coalizioni. Quali erano le guerre napoleoniche? È noto come Guerre Napoleoniche o Guerre della Coalizione nella serie di conflitti di guerra che si verificarono in Europa all'inizio del diciannovesimo secolo .

Proprietà generali della materia

Proprietà generali della materia

Vi spieghiamo quali sono le proprietà generali della materia, come possono essere classificate e le loro caratteristiche principali. A seconda della composizione della materia, anche le sue proprietà fisiche e chimiche varieranno. Quali sono le proprietà generali della materia? Quando parliamo delle proprietà generali della materia, ci riferiamo all'insieme di caratteristiche o qualità fisiche possedute da oggetti dotati di sostanza . Ciò