• Wednesday September 22,2021

cultura

Spieghiamo cos'è la cultura e quali tipi di cultura esistono. Inoltre, gli elementi di una cultura e alcuni esempi.

Le credenze sono un elemento fondamentale nelle culture.
  1. Cos'è la cultura?

Quando parliamo di cultura ci riferiamo a un termine ampio e molto completo, in cui sono contemplate le diverse manifestazioni dell'essere umano, in contrapposizione ai loro aspetti genetici o biologici, a Natura Natura . Tuttavia, presenta vari modi di comprendere.

La cultura è chiamata il modo di fare le cose proprie di una comunità umana, solitamente determinata dalle sue caratteristiche uniche di tempo, spazio e tradizione. Pertanto, quando parliamo di cultura, lo facciamo anche nel modo di vedere la vita di una comunità umana, il suo modo di pensare se stessi, di comunicare, di costruire una società e una serie di valori trascendenti, che Possono variare da religione, morale, arte, protocollo, legge, storia, economia e un lungo e vario e così via. Secondo alcune definizioni, tutto ciò che l'uomo fa è cultura.

La parola cultura deriva dalla parola latina cultus, a sua volta derivata dal colere, cioè "prendersi cura del campo e del bestiame", che oggi chiamiamo coltivazione. Il pensatore romano Cicerone la usò come cultura animica ( Coltivare lo spirito) per riferirsi metaforicamente all'opera di far fiorire la saggezza umana, e da allora collegato a tali aspetti.

In questo modo l'uso di culto e culta nasce anche per riferirsi a quegli individui che hanno coltivato il loro spirito, e al termine cultura viene dato un significato simile a quello della civiltà, di "essere civilizzato". Da lì deriva anche la distinzione tra cultura alta o "alta" e cultura popolare o "bassa", secondo la distinzione tra classi sociali.

Tuttavia, oggi il concetto è usato in modo molto più ampio e democratico, come abbiamo detto all'inizio, per indicare tutti gli aspetti spirituali, razionali e sociali dell'umanità .

Ti può servire: arte popolare.

  1. Tipi di cultura

È anche possibile dividere le culture in base alle loro radici religiose.

Esistono molti modi per classificare la cultura (o le culture), alcuni dei quali possono essere:

  • Secondo lo strato sociale. Si parla di cultura alta e bassa per riferirsi, rispettivamente, alla cultura delle classi privilegiate e dominanti e a quella della tradizione volgare e popolare. Per molti secoli fu la prima come vera cultura, ma oggi si comprende che questo è solo perché apparteneva all'élite letterata.
  • Secondo l'uso della scrittura. Puoi parlare di culture orali o di ágrafas, per coloro che non conoscono la scrittura e dipendono dalla memorizzazione per trasmettere e preservare le loro tradizioni, e culture letterate per coloro che gestiscono la scrittura e dipendono da essa per farlo.
  • Secondo lo stato di sviluppo storico. A seconda del posto che occupano nel corso della storia umana, è possibile parlare di culture primitive o originali (quelle con cui ha avuto inizio l'umanità), culture nomadi (erranti, cacciatori e raccoglitori), culture agricole (quelle centrate sulla vita del agro), culture urbane (tipiche della città) o culture industriali (dopo la rivoluzione industriale e il suo cambiamento di valori).
  • Secondo la religione È anche possibile dividere le culture in base alle loro radici religiose, che storicamente hanno determinato la loro gamma di valori e le loro regole morali ed etiche. Si parla quindi di cultura cristiana, cultura islamica o musulmana, cultura ebraica, ecc.
  1. Elementi della cultura

Si dice che la lingua sia lo specchio della cultura.

Ogni cultura è formata da sei elementi di base, che sono:

  • Valori. Considerazioni condivise del desiderabile e indesiderabile, del trascendente e dell'effimero, nonché della direzione che l'esistenza deve avere riguardo alla società.
  • Regole e sanzioni. Un codice di leggi, in sostanza. Un regolamento in base al quale le società scelgono di essere governate, esplicitamente (legalmente), tramite protocollo o soggettivamente. Non tutte le leggi sono dette o scritte in pietra.
  • Credenze. Un insieme di idee su come operano la vita e l'universo, sull'essere umano stesso e sul suo posto nel mondo, e gli danno lo scopo e la direzione alla vita.
  • Simboli. Emblemi, forme o segni che contengono un significato potente all'interno della cultura, che rappresentano il suo modello di vita o la sua tradizione ancestrale, o qualche elemento considerato unico e che lo identifica, come la croce del Cristianesimo, per esempio.
  • Lingua. Il codice condiviso dei suoni che consente la comunicazione, insieme al modo specifico di parlarlo, derivarlo, modificarlo e utilizzarlo in modo creativo (letteratura), sono una parte vitale del patrimonio culturale. Si dice che la lingua sia lo specchio della cultura.
  • Tecnologia. Il corpo di conoscenza e le relative applicazioni che derivano dal desiderio umano di manipolare la realtà e adattarla alle proprie esigenze e voglie. Le grandi rivoluzioni tecnologiche portarono profondi cambiamenti culturali.
  1. Esempi di cultura

Alcuni esempi di cultura possono essere:

  • Cultura cinese Possiedi una delle nazioni più antiche della terra, la cui origine ricca e diversificata garantiva loro un posto dominante nell'Asia antica e moderna.
  • Cultura europea Questo è il nome di quello che identifica i valori della regione, centro culturale, tecnologico e commerciale del mondo antico, e che ha saputo imporsi negli altri continenti nel corso dei secoli.
  • Culture precolombiane Questo è il nome del gruppo di civiltà americane prima dell'arrivo di Colombo, come i Mexica (Aztechi), gli Incas, i Tañnos, i Caribs, ecc.
  • La cultura 2.0. Possiedi Internet e i social network, nonché le interazioni che questo progresso tecnologico consente alla creazione di comunità online .

Articoli Interessanti

affare

affare

Spieghiamo cosa sono gli affari e alcune caratteristiche di questo termine. Inoltre, come può essere classificato in base alle sue attività. Un'azienda ti consente di ottenere denaro dagli utenti in cambio di un servizio o qualcosa di buono. Che cos'è il business? Il termine business deve la sua etimologia al negoziato latino, cioè una negazione del tempo libero: l'occupazione che la gente fa per profitto . Qu

distillazione

distillazione

Spieghiamo cos'è la distillazione, esempi di questo metodo di separazione e i tipi di distillazione che possono essere utilizzati. La distillazione utilizza la vaporizzazione e la condensa per separare le miscele. Che cos'è la distillazione? La distillazione è chiamata un metodo di separazione delle fasi , chiamato anche metodi di separazione delle miscele, Ciò che consiste nell'uso consecutivo e controllato di altri due processi fisici: vaporizzazione (o evaporazione) e condensa, us Selezionare selettivamente di separare gli ingredienti da una miscela, di solito di tipo omogeneo, c

Comunicazione non verbale

Comunicazione non verbale

Spieghiamo cos'è la comunicazione non verbale, quali sono le sue caratteristiche ed elementi. Inoltre, come è classificato ed esempi. La comunicazione non verbale di solito accompagna l'uso del linguaggio verbale per chiarirlo. Cos'è la comunicazione non verbale? Quando parliamo di comunicazione non verbale intendiamo tutte quelle forme di comunicazione che non usano la lingua come veicolo e sistema per esprimersi . C

Traduzione della terra

Traduzione della terra

Vi spieghiamo qual è la traduzione della Terra e le conseguenze di questo movimento. La velocità che raggiunge e la rotazione della Terra. Il `` movimento '' della traduzione raggiunge un viaggio di 930 milioni di chilometri. Qual è la traduzione della Terra? La traduzione della Terra è uno dei movimenti che il pianeta fa e consiste nel girare intorno al Sole. So

introduzione

introduzione

Spieghiamo cos'è l'introduzione di un'opera, un testo, un libro o un saggio e quali sono le sue caratteristiche. Inoltre, quali sono i suoi elementi. Con l'introduzione, il lettore acquisisce familiarità con l'argomento. Qual è l'introduzione? L'introduzione è la parte iniziale di un testo, sia in un saggio, un libro o un articolo di ricerca . In

transistor

transistor

Ti spieghiamo cos'è un transistor, la sua origine e come funziona. Inoltre, i tipi di transistor e i loro circuiti integrati. I transistor hanno la loro origine nella necessità di controllare il flusso di corrente elettrica. Che cos'è un transistor? Si chiama transistor (dall'inglese: fer transfer transistor, transfer resististor ) a un tipo di dispositivo elettronico a semiconduttore , in grado di modificare un segnale Uscita elettrica in risposta a un ingresso, che funge da amplificatore, interruttore, oscillatore o raddrizzatore. È