• Thursday September 16,2021

discriminazione

Spieghiamo cos'è la discriminazione, i tipi esistenti, le sue cause e conseguenze. Inoltre, esempi e discriminazione in Messico.

La discriminazione è un comportamento sociale che produce diversi tipi di disuguaglianza.
  1. Che cos'è la discriminazione?

Quando si parla di discriminazione, si fa allusione a un comportamento sociale condotto da individui, istituzioni, organizzazioni o qualsiasi attore sociale, che produce e riproduce per caso o omissione determinate disuguaglianze di tipo economico Mico, sociale, lavorativo, affettivo o politico, contro un certo tipo di individui, gruppi umani o istituzioni.

Ciò significa che la discriminazione consiste nel negare a un individuo o a un gruppo umano l'accesso a determinati diritti, beni o servizi, senza avere una giusta ragione per farlo. È un fenomeno sociale che provoca molto disagio in coloro che ne soffrono e impoverisce il trattamento tra esseri umani, rendendolo meno egualitario, meno democratico e quindi meno equo.

La discriminazione di solito va di pari passo con l'ignoranza, il pregiudizio e altre ragioni soggettive per preferire ingiustamente un soggetto o un gruppo umano rispetto agli altri. Naturalmente, questo non è il caso in cui vi sono ragioni individuali concrete per respingere un individuo, senza generalizzare a tutti coloro che hanno il loro stesso status sociale.

Nel mondo ci sono numerose tradizioni, leggi, idee, politiche e pratiche discriminatorie, ma anche molte istituzioni che combattono contro di essa in vari paesi. La discriminazione va contro la ricchezza di un'umanità plurale e diversificata che accetta le loro differenze di pace.

Ti può servire: diversità

  1. Tipi di discriminazione

Una prima classificazione della discriminazione ha a che fare con la discriminazione diretta, ovvero una che aggrava o segrega attivamente l'altra; e la discriminazione indiretta, che è sotterranea, discreta, invisibile, ma opera allo stesso modo, anche se è più difficile da percepire. Entrambi sono ugualmente dannosi.

Un'altra classificazione affronta le ragioni su cui si basa la discriminazione e che possono essere:

  • Discriminazione sessuale o di genere . Si verifica quando una persona viene rifiutata a causa del suo sesso, scelta sessuale o altri comportamenti intimi. È molto comune che si verifichi contro donne, omosessuali o transessuali.
  • Discriminazione religiosa . Allo stesso modo, si riferisce a ragioni di pratica religiosa o credo per discriminare qualcuno. Può essere il rifiuto di coloro che praticano una certa religione o, al contrario, il rifiuto di coloro che non praticano una determinata religione.
  • Razzismo. Discriminazione basata sull'etnia, sulla razza o sul colore della pelle, generalmente esercitata in Occidente a favore della razza bianca (caucasica), ma può verificarsi anche in altri modi.
  • Xenofobia. Non mi piace per le persone di un'altra nazionalità o di altre culture o regioni. Può verificarsi anche tra persone della stessa nazionalità, secondo regioni o province culturali.
  • Discriminazione per disabilità . È rivolto a persone che soffrono di qualche tipo di disabilità, fisica o meno, percependole come persone incomplete o incapaci.
  1. Cause di discriminazione

Le cause della discriminazione non sono facili da specificare. Molti possono essere ereditati dalle generazioni precedenti, inscritti nella cultura locale come una sorta di inimicizia ancestrale o rifiuto storico. In altri casi si trovano in esperienze personali negative, che invece di essere risolte rimangono e vengono trasmesse sotto forma di pregiudizio.

Comunque sia, la generalizzazione di una brutta esperienza, o il libero pregiudizio verso gli altri, è poco più che forme aggressive di ignoranza, perché invece di lasciarsi conoscere l'altro e imparare da lui, lo rifiuta in anticipo.

  1. Conseguenze della discriminazione

Le conseguenze più ovvie della discriminazione sono dolore, disagio, rabbia da parte della persona che soffre di ingiustizia . Potrebbe non sembrare molto, ma a lungo andare, atteggiamenti discriminatori generano la loro controparte, ritornando come un boomerang contro chiunque lo eserciti.

In alcuni casi, le persone discriminate tendono a risentirsi e a ricordare chi le ha discriminate e, a loro volta, possono passare al ruolo di discriminatore nella vendetta, perpetuando così il dannoso ciclo della discriminazione.

  1. Esempi di discriminazione

Se le donne guadagnano meno degli uomini per lo stesso lavoro, c'è discriminazione.

Gli esempi di discriminazione abbondano, sfortunatamente. Una donna che riceve uno stipendio inferiore rispetto al suo collega per aver ottenuto lo stesso identico stipendio viene discriminata. Lo stesso è uno straniero a cui gli viene negata una posizione per la quale è preparato, per dargli un posto che non ha gli stessi poteri.

Inoltre, viene discriminata una persona di una certa etnia a cui viene negato l'ingresso in un bar o in una discoteca perché è diverso, o una coppia omosessuale a cui viene chiesto di ritirarsi da un istituto semplicemente a causa delle loro preferenze sessuali, come se fossero clienti di seconda mano.

Tutte queste sono forme di ingiusta aggressione, che servono da esempio di discriminazione e che si verificano quotidianamente in molti paesi.

  1. Discriminazione in Messico

La società messicana, come quella di molti altri paesi dell'America Latina, è plurale nella sua composizione etnica, date le importanti culture precolombiane che esistevano nella regione quando i conquistatori spagnoli Hanno fatto il loro arrivo nel XV secolo.

Molti di loro sopravvivono ancora oggi e devono affrontare la discriminazione di molti dei loro connazionali occidentalizzati, che credono che le loro culture siano "arretrate", e quindi giudicano i tratti indigeni inferiori. Secondo i sondaggi, 5 messicani su 10 affermano di essersi sentiti discriminati a causa del loro aspetto .

Tuttavia, questo tipo di discriminazione razziale ed etnica viene costantemente combattuto dallo Stato, soprattutto dalla creazione del Consiglio nazionale per la prevenzione della discriminazione (CONAPRED) nel 2003, come agenzia di esecuzione per Legge federale per prevenire ed eliminare la discriminazione .

Continua con: Omofobia


Articoli Interessanti

vita

vita

Spieghiamo cos'è la vita, definita in diverse discipline come la biologia, la fisica e la filosofia. Inoltre, concetto di vita umana. La vita è la capacità di nascere, respirare, sviluppare, procreare, evolvere e morire. Che cos'è la vita? Il concetto di vita è difficile da definire, poiché a seconda della disciplina in cui ci troviamo, si otterranno risposte diverse, che possono anche essere antagoniste l'una con l'altra . La v

Sud America

Sud America

Spieghiamo cos'è il Sud America, i paesi che compongono questa regione e le sue capitali. Inoltre, la sua economia e i climi che presenta. L'area del Sud America è di 18, 2 milioni di chilometri quadrati. Cos'è il Sud America? Quando parliamo di Sud America, Sud America o Sud America, la regione di questo continente deve essere citata la linea dell'equatore verso il basso e che costituisce un singolo blocco subcontinentale diverso dal Nord America, dall'America centrale e dalle Isole dei Caraibi. L

Riproduzione cellulare

Riproduzione cellulare

Spieghiamo cos'è la riproduzione cellulare, la meiosi, la mitosi e le sue fasi. Inoltre, la sua importanza per la diversità della vita. La riproduzione cellulare consente l'esistenza di organismi pluricellulari. Cos'è la riproduzione cellulare? È noto come riproduzione cellulare o divisione cellulare nella fase del ciclo cellulare in cui ciascuna cellula si divide per formare due diverse cellule figlie . Qu

Comunismo di guerra

Comunismo di guerra

Spieghiamo quale fosse il comunismo di guerra, quali fossero gli obiettivi di questo sistema e le conseguenze che esso produsse. Per molti, il comunismo di guerra fu un tentativo di sopravvivere alla guerra civile. Cos'era il comunismo di guerra? Il sistema politico ed economico con cui fu amministrata la Russia sovietica (prima dell'esistenza dell'URSS) tra giugno 1918 e marzo 1921, fu chiamato comunismo di guerra il quadro della guerra civile russa

morale

morale

Spieghiamo qual è la morale e le principali caratteristiche di questo insieme di valori. Inoltre, i tipi di morale esistenti. La moralità è definita come l'insieme di norme che derivano dalla società stessa. Cos'è la moralità? La morale consiste in una serie di norme, regole, valori, idee e credenze ; sulla base della quale un essere umano che vive nella società manifesta il suo comportamento. In te

vocazione

vocazione

Vi spieghiamo cos'è una vocazione e gli aspetti con cui è composto questo termine. Inoltre, alcune delle sue caratteristiche. Una vocazione dipende dagli interessi, dalle attitudini e dai gusti di una persona. Che cos'è la vocazione? L'``invocazione '' è il desiderio e l'inclinazione delle persone verso una determinata professione , carriera o azione. Il