• Thursday September 16,2021

Struttura organizzativa

Spieghiamo quale sia la struttura organizzativa, le sue caratteristiche, i tipi e gli elementi che la compongono. Inoltre, cos'è un organigramma.

La struttura organizzativa è il modo in cui un'azienda pianifica e distribuisce il proprio lavoro.
  1. Qual è la struttura organizzativa?

La struttura organizzativa è conosciuta come le forme di organizzazione interna e amministrativa di una società o organizzazione . Ciò include anche la distribuzione del lavoro in aree o dipartimenti specifici secondo la stessa struttura.

In altre parole, la struttura organizzativa di un'azienda è il modo in cui si concepisce, il modo in cui pianifica il suo lavoro e distribuisce formalmente le sue responsabilità . La struttura organizzativa è la forma di un'azienda.

Le aziende e le organizzazioni di solito si organizzano in base agli obiettivi prefissati. D'altra parte, la loro struttura risponde anche al modello di gestione interno che usano, cioè al modo in cui concepiscono l'autorità, la gerarchia amministrativa e la divisione del loro lavoro.

Ogni azienda ha una propria struttura organizzativa. È possibile modificarlo e adattarlo a nuovi scenari ed esigenze se fosse il caso, sebbene ciò implichi di solito grandi cambiamenti e rimodellamenti.

Vedi anche: Cultura organizzativa

  1. Caratteristiche della struttura organizzativa

Ogni struttura organizzativa è un ordine formale, cioè appare nei documenti dell'azienda e si riflette nel suo organigramma . In quest'ultimo caso sono rappresentate le diverse persone che vi lavorano e le loro posizioni specifiche.

Di solito si basano su un principio di specializzazione e dipartimentalizzazione, ovvero la costruzione di blocchi di lavoro in cui vengono svolti determinati compiti: pubbliche relazioni, risorse umane, gestione amministrativa, ecc. . Più grande è un'azienda, più specializzati saranno i suoi dipartimenti.

Queste strutture possono essere di due tipi:

  • Centralizzata. Concentra le decisioni su posizioni senior nella gerarchia.
  • Decentrata. Permette a ciascun dipartimento importanti margini di autonomia.

D'altra parte, generalmente rispondono a un'idea precedente di come organizzare una squadra per raggiungere un obiettivo comune. A tale proposito, occorre tenere conto della tecnologia, delle risorse umane e dello "spirito" o della personalità aziendale dell'organizzazione.

  1. Tipi di struttura organizzativa

In generale, ci sono quattro tipi di struttura organizzativa:

  • Lineare. Contempla la gerarchia come principio organizzativo, cioè l'autorità diretta del capo sui suoi subordinati, poiché tutte le decisioni e le responsabilità ricadono su di lui. È una struttura che favorisce una contabilità rapida, chiara e semplice, poiché le posizioni sono molto ben definite nella struttura e servono i dipendenti alla guida di un capo condiviso. È il modello preferito per le piccole aziende, con bassa produzione e basso capitale umano.
  • Funzionale Propone la divisione del lavoro dell'organizzazione in unità iperspecializzate, ognuna sotto il comando di un capo indipendente, che coordina la sua squadra di lavoro e consente la comunicazione con le altre squadre. È una struttura versatile, flessibile e molto popolare, specialmente per le aziende più grandi e il personale abbondante.
  • Personale. Un modello di business minimalista, che preferisce depositare in outsourcing ( outsourcing o outsourcing) molte delle funzioni che in altri modelli implicherebbero la costruzione di un'unità di lavoro. È un modello flessibile e moderno, che tuttavia richiede una fluidità del capitale che giustifica il fatto di non avere le proprie attrezzature invece di subappaltarle.
  • Matrix. La società è strutturata in base a gruppi di lavoro autonomi e disconnessi, ciascuno assegnato a un progetto specifico e composto da una serie diversificata di lavoratori incaricati di un coordinatore che riferisce individualmente a capo dell'organizzazione. È la struttura più dispersa conosciuta e quella che si adatta ai giganteschi consorzi commerciali transnazionali.
  1. Elementi della struttura organizzativa

Il personale addetto alle pulizie fa parte del personale di supporto.

Secondo Henry Mintzberg, uno studente canadese della materia, la struttura organizzativa comprende sempre 5 diversi elementi:

  • Apice strategico Il consiglio di amministrazione della società, dove vengono prese decisioni di alto livello, e svolge funzioni di supervisione diretta, formulazione di strategie e relazioni con l'ambiente aziendale.
  • Linea mediana . Manager che fungono da braccio di collegamento e di esecuzione tra l'apice strategico e il nucleo operativo, trasmettendo le informazioni in verticale e in orizzontale (tra di loro). Sono quelli che prendono decisioni in ciascuno dei loro campi particolari.
  • Core operativo . La forza lavoro di base dell'azienda, composta dai suoi dipendenti responsabili delle principali funzioni di generazione di prodotti e / o servizi.
  • Tecnostruttura. Ecco un insieme di specialisti e professionisti che non fanno parte del management dell'azienda, ma che non partecipano al circuito di produzione principale, ma forniscono supporto all'intera struttura, garantendo cambiamenti necessario nell'organizzazione, o promuovendone la stabilità e la manutenzione.
  • Staff di supporto Personale in genere esternalizzato o esternalizzato che rende la vita dell'azienda e che fornisce supporto all'intera struttura, in specifici compiti non specializzati, come la pulizia, la sorveglianza, ecc.
  1. Importanza della struttura organizzativa

La struttura organizzativa è un aspetto fondamentale della comprensione di qualsiasi azienda, cioè nel modo in cui è concepita e organizzata. Una buona organizzazione garantisce una funzionalità più armoniosa e il raggiungimento delle caratteristiche desiderate nell'azienda, almeno in linea di principio.

Al contrario, una struttura inadeguata o caotica introduce nell'organizzazione problemi che normalmente non avrebbero, ostacolando compiti che altrimenti potrebbero essere quotidiani e semplici.

Può servirti: responsabilizzazione

  1. Departamentalizacin

La dipartimentalizzazione è intesa come la settorizzazione di compiti aziendali in diverse unità chiamate dipartimenti ed è uno dei principi di base della struttura organizzativa. Ogni dipartimento soddisfa una serie specifica di esigenze, basata su criteri organizzativi specifici, come ad esempio:

  • Per ora o per giorno lavorativo.
  • Per cliente, in modo che ciascun dipartimento ne assista uno o un insieme.
  • Per territorio, quando i dipartimenti sono geograficamente distanti tra loro.
  • Dai progetti, quando gli obiettivi specifici che verranno affrontati delimitano un reparto, quindi cambiano e lo fanno di nuovo.
  • Per processi, a seconda del loro posto nella catena di produzione.
  • Per prodotti / servizi, a seconda della catena di produzione dedicata, indipendentemente dalle altre.
  1. Che cos'è un organigramma?

L'organigramma può rappresentare la struttura organizzativa in diversi modi.

La rappresentazione organizzativa della struttura organizzativa di una società è nota come organigramma. Di solito è fatto come uno schema visivo, che comprende posizioni e dipartimenti in scatole o palloncini e collegandoli tra loro e ai loro superiori e subordinati attraverso linee rette.

Continua con: Sviluppo organizzativo


Articoli Interessanti

predazione

predazione

Spieghiamo cos'è la predazione, i tipi di predazione esistenti ed esempi. Inoltre, qual è la concorrenza? I predatori hanno organi olfattivi che consentono loro di rilevare la loro preda. Che cos'è la predazione? La predazione è una relazione biologica in cui un individuo di una specie animale caccia un altro per sopravvivere . In

antropologa

antropologa

Ti spieghiamo cos'è l'antropologia e come nasce questa scienza. Inoltre, riassunto della sua storia e dei rami dell'attuale antropologia. L'antropologia si concentra sullo studio dell'uomo. Che cos'è l'antropologia? L'antropologia è una scienza sociale, che si concentra sullo studio dell'uomo nella sua forma integrale, un'altra definizione si riferisce allo studio dell'essere umano nelle sue diverse forme storiche. I

Rinascimento

Rinascimento

Spieghiamo cos'è il Rinascimento, il movimento culturale che ebbe luogo nel XV e XVI secolo. Architettura, pittura, scultura, musica. Gli artisti sono stati interiorizzati nelle tecniche di ritratto e prospettiva. Cos'è il Rinascimento? Il Rinascimento è un movimento culturale caratterizzato da un ritorno alle idee e agli ideali culturali dell'antica Grecia e di Roma . A

Genere letterario

Genere letterario

Spieghiamo cos'è un genere letterario, i quattro generi esistenti e la loro storia. Inoltre, quali sono i sottogeneri lirici e narrativi. Il genere letterario ci aiuta a capire di cosa tratta un libro. Che cos'è un genere letterario? Si chiama genere letterario ogni categoria specifica in cui i testi letterari possono essere classificati , in base alle caratteristiche della loro struttura, il suo contenuto specifico o i meccanismi che utilizza per produrre l'effetto estetico che persegue.

liberalismo

liberalismo

Ti spieghiamo cos'è il liberalismo e un po 'di storia su questa corrente ideologica. Inoltre, i diversi significati di questo termine. Le dottrine di Voltaire erano fondamentali alla base del liberalismo. Che cos'è il liberalismo? Il liberalismo è una corrente ideologica di pensiero che considera che le persone dovrebbero godere di una completa libertà civile , contraria a qualsiasi tipo di dispotismo o assolutismo, e si basa sul primato delle persone come individui liberi. La

Pianificazione in amministrazione

Pianificazione in amministrazione

Vi spieghiamo cosa sta pianificando in amministrazione, i suoi principi, elementi e classificazione. Inoltre, il processo amministrativo. La pianificazione può guidare le azioni dell'azienda per un uso efficiente delle sue risorse. Cosa sta pianificando in amministrazione? In un'organizzazione, la pianificazione è la definizione di una strategia che consente di raggiungere una serie di obiettivi prestabiliti.