• Thursday September 16,2021

Forza lavoro

Ti spieghiamo cos'è la forza lavoro e come nasce questo concetto. Differenza tra lavoro e forza lavoro. Esempi.

Marx afferma che il lavoratore vende la sua forza lavoro al capitalista, non il suo lavoro.
  1. Qual è la forza lavoro?

La capacità mentale e fisica di qualsiasi essere umano di svolgere un determinato compito è chiamata forza lavoro. È un concetto coniato da Karl Marx nella sua dottrina, sviluppato nella sua opera Capital, pubblicato per la prima volta nel 1867.

Marx sosteneva nella sua teoria del valore-lavoro che il valore di un bene o servizio è determinato dalla quantità di lavoro o sforzo richiesto per produrlo, e non dall'utilità che questo bene può offrire al suo consumatore o proprietario . In questo modo, la merce speciale la cui lavorazione è particolarmente difficile avrà un valore molto maggiore rispetto alle altre.

Da lì, il valore della forza lavoro in una data società sarà la somma del valore (cioè del lavoro necessario per produrli) dei beni che compongono il consumo (medio) della classe lavoratrice o lavoratrice.

La forza lavoro farebbe parte, quindi, insieme alla materia prima e agli strumenti (mezzi di produzione), dei processi produttivi della società, cioè di quelli in cui essa Fornisce inoltre i beni e i servizi di cui ha bisogno. In cambio di tale capacità produttiva, la classe operaia viene ricompensata con uno stipendio, che costituisce il nucleo dello sfruttamento dell'uomo da parte dell'uomo.

Vedi anche: marxismo.

  1. Elementi della forza lavoro

Poiché la forza lavoro è la capacità umana di svolgere un lavoro, gli strumenti di tale forza saranno gli strumenti necessari per eseguirlo, le conoscenze specialistiche (tecniche o procedurali) e i mezzi di produzione (la fabbrica, il macchinario, ecc.).

Tuttavia, affinché la forza lavoro esista, deve essere libera da mezzi di produzione e la sua remunerazione deve essere l'unico mezzo di supporto; Ciò significa che la forza lavoro di una nazione in un determinato momento sarà il numero di lavoratori disposti a lavorare e bisognosi di lavoro per soddisfare le esigenze della propria famiglia.

  1. Forza lavoro qualificata

La forza lavoro qualificata ha le conoscenze per svolgere un lavoro immediato.

La forza lavoro di una società è divisa in due: il qualificato e il non qualificato, in base al livello di esperienza e istruzione che i lavoratori possiedono.

  • La forza lavoro non qualificata è quella che non ha ricevuto alcuna formazione (tecnica o procedurale), ovvero non ha ancora le conoscenze per svolgere un lavoro. Ciò significa che l'assunzione dovrebbe fornire loro tali conoscenze.
  • La forza lavoro qualificata è invece quella che ha l'esperienza o le conoscenze per svolgere un lavoro immediato e quindi aspira a una migliore remunerazione salariale.
  1. Differenze tra lavoro e forza lavoro

La forza lavoro e il lavoro svolto sono due cose diverse. Quest'ultimo è l'aspetto concreto, la materializzazione, del potenziale lavoro che la forza lavoro contempla. Cioè, è la conseguenza dell'applicazione della forza lavoro a un'attività .

Questa distinzione è fondamentale, secondo Marx ed Engels, per comprendere in economia politica concetti come plusvalore e profitto, chiave nel meccanismo di sfruttamento della classe lavoratrice. D'altra parte, gli economisti dell'epoca preferivano pensare al lavoro in base al costo della formazione del lavoratore stesso, quello che chiamavano il costo di produzione della forza lavoro.

Con questa distinzione, Marx afferma che il lavoratore vende la sua forza lavoro al capitalista, non il suo lavoro, distinguendo così il processo lavorativo dal processo di valorizzazione. La chiave sta nel fatto che in un giorno lavorativo un lavoratore fa più lavoro nella produzione della merce di quanto costi per riprodurre il valore della sua forza lavoro.

In parole povere: un lavoratore produce per il capitalista più di quanto lui e la sua famiglia debbano sopravvivere. Quel surplus è il plusvalore, il profitto del proprietario della fabbrica, per il quale non pagherà il lavoratore (lo pagherà solo per la sua forza lavoro).

  1. Esempi di forza lavoro

Un esempio per comprendere questo concetto è il seguente. Supponiamo che un lavoratore tessile stia cercando un lavoro, vendendo la sua forza lavoro . Un capitalista lo assume per produrre abiti il ​​cui costo di produzione è di 100 dollari, in cambio di uno stipendio di 50 dollari.

In questo scenario, il capitalista non lo sta pagando per il costo di produzione di ogni abito, ma per la sua forza lavoro, stimata a metà. Tuttavia, per ogni capo che il lavoratore tessile produce e il capitalista vende, otterrà il costo del salario del lavoratore e un ulteriore 50% di plusvalore.

Pertanto, la forza lavoro può anche essere intesa come merce che il lavoratore vende al proprietario della fabbrica tessile.

Articoli Interessanti

vita

vita

Spieghiamo cos'è la vita, definita in diverse discipline come la biologia, la fisica e la filosofia. Inoltre, concetto di vita umana. La vita è la capacità di nascere, respirare, sviluppare, procreare, evolvere e morire. Che cos'è la vita? Il concetto di vita è difficile da definire, poiché a seconda della disciplina in cui ci troviamo, si otterranno risposte diverse, che possono anche essere antagoniste l'una con l'altra . La v

Sud America

Sud America

Spieghiamo cos'è il Sud America, i paesi che compongono questa regione e le sue capitali. Inoltre, la sua economia e i climi che presenta. L'area del Sud America è di 18, 2 milioni di chilometri quadrati. Cos'è il Sud America? Quando parliamo di Sud America, Sud America o Sud America, la regione di questo continente deve essere citata la linea dell'equatore verso il basso e che costituisce un singolo blocco subcontinentale diverso dal Nord America, dall'America centrale e dalle Isole dei Caraibi. L

Riproduzione cellulare

Riproduzione cellulare

Spieghiamo cos'è la riproduzione cellulare, la meiosi, la mitosi e le sue fasi. Inoltre, la sua importanza per la diversità della vita. La riproduzione cellulare consente l'esistenza di organismi pluricellulari. Cos'è la riproduzione cellulare? È noto come riproduzione cellulare o divisione cellulare nella fase del ciclo cellulare in cui ciascuna cellula si divide per formare due diverse cellule figlie . Qu

Comunismo di guerra

Comunismo di guerra

Spieghiamo quale fosse il comunismo di guerra, quali fossero gli obiettivi di questo sistema e le conseguenze che esso produsse. Per molti, il comunismo di guerra fu un tentativo di sopravvivere alla guerra civile. Cos'era il comunismo di guerra? Il sistema politico ed economico con cui fu amministrata la Russia sovietica (prima dell'esistenza dell'URSS) tra giugno 1918 e marzo 1921, fu chiamato comunismo di guerra il quadro della guerra civile russa

morale

morale

Spieghiamo qual è la morale e le principali caratteristiche di questo insieme di valori. Inoltre, i tipi di morale esistenti. La moralità è definita come l'insieme di norme che derivano dalla società stessa. Cos'è la moralità? La morale consiste in una serie di norme, regole, valori, idee e credenze ; sulla base della quale un essere umano che vive nella società manifesta il suo comportamento. In te

vocazione

vocazione

Vi spieghiamo cos'è una vocazione e gli aspetti con cui è composto questo termine. Inoltre, alcune delle sue caratteristiche. Una vocazione dipende dagli interessi, dalle attitudini e dai gusti di una persona. Che cos'è la vocazione? L'``invocazione '' è il desiderio e l'inclinazione delle persone verso una determinata professione , carriera o azione. Il