• Monday January 17,2022

Geografia economica

Vi spieghiamo qual è la geografia economica e qual è il suo oggetto di studio. Inoltre, i suoi rami di studio e altre caratteristiche.

La geografia economica studia le relazioni tra produzione, consumo e posizione geografica.
  1. Cos'è la geografia economica?

La geografia economica è un ramo della geografia umana che concentra il suo studio sulla relazione tra le dinamiche di produzione e consumo dell'economia, e i luoghi geografici in cui si svolgono.

In altre parole, cerca di incrociare l'attività economica con la posizione geografica per poter, tra l'altro, analizzare dove si trovano determinate attività economiche e perché.

L'approccio della geografia economica si basa sull'idea che i consumatori sono mobili e che i prodotti sono generalmente prodotti nella stessa posizione. Tuttavia, ci sono dinamiche di trasporto che portano a determinate nicchie di mercato il materiale di cui hanno bisogno per consumarlo.

Cioè, chi è interessato agli spostamenti geografici del processo di produzione, sia a livello nazionale, regionale o globale. Prestare attenzione, inoltre, ai diversi sistemi economici esistenti.

È una vasta scienza sociale e prospettive transdisciplinari. Le sue origini risalgono al 15 ° secolo e al tempo dell'espansione dei grandi imperi europei, interessati alla cartografia e alla conoscenza del mondo, e in particolare all'ubicazione delle risorse naturali disponibili. .

Il primo libro ufficiale di geografia economica fu il Manuale di geografia commerciale ( Manuale di geografia commerciale ) del britannico George Chisholm, pubblicato nel 1889. Proprio come altre filiali Dalla geografia, dal 1970 questa disciplina è riemersa e si è allontanata dalle sue prospettive deterministiche iniziali, permettendo così l'emergere di conoscenze più attuali.

Vedi anche: Geografia geografica

  1. Oggetto di studio della geografia economica

Gli argomenti di studio della geografia economica possono essere estremamente diversi, così come la complessità del circuito economico nel mondo. Tuttavia, possiamo sintetizzarli in:

  • La modalità di interrelazione tra ambiente e attività economica.
  • L'espansione e la distribuzione del settore nelle varie regioni del globo.
  • Le tendenze specifiche del commercio nazionale e internazionale.
  • Le economie delle popolazioni umane, organizzate in base all'etnia, alla religione, ecc.
  • I modelli di trasporto, telecomunicazioni e scambio di beni e servizi.
  1. Caratteristiche della geografia economica

La geografia economica persegue una prospettiva multidisciplinare, che aspira ad affrontare fenomeni complessi di economia e società, sempre da una prospettiva spaziale. La sua preoccupazione fondamentale è la distribuzione delle attività economiche sulla superficie terrestre e il modo in cui influenza le altre aree umane.

Pertanto, la posizione, il flusso (trasporto) e l'organizzazione demografica sono elementi molto ricorrenti nella loro analisi, nonché modelli matematici e statistici che rendono visibili le tendenze storiche, politiche e culturali della geoeconomia.

  1. Filiali di geografia economica

La geografia economica comportamentale studia come vengono prese le decisioni economiche.

La geografia economica è suddivisa nei seguenti rami:

  • Geografia economica storica Come suggerisce il nome, aumenta la sua conoscenza sulla base di uno sguardo sincrono, cioè gradualmente nel tempo, per dettagliare il modo in cui si evolvono o dove hanno origine le configurazioni geoeconomiche.
  • Geografia economica teorica . Attraverso descrizioni e spiegazioni, questo sotto-quadro cerca di trovare modelli mentali che consentano una migliore comprensione delle dinamiche economiche nello spazio geografico, tendendo sempre verso l'astrazione e il generale.
  • Geografia economica critica . Parte dell'applicazione di teorie economiche, filosofiche e sociologiche nello studio della geoeconomia, per ottenere conclusioni che consentano previsioni, interpretazioni o costruiscano punti di vista.
  • Geografia economica comportamentale . Entra in attività economiche basate sul comportamento delle società, cioè sul processo decisionale delle persone e sul loro ragionamento spaziale di fronte alle dinamiche economiche. Non ha nulla a che fare con il comportamentismo psicologico, nonostante il suo nome.
  1. Importanza della geografia economica

In un mondo globalizzato e diversificato come quello contemporaneo, la geografia economica è uno dei principali strumenti scientifici per affrontare il flusso complicato di materie prime, beni industriali, capitali e tutto il resto gli attori economici internazionali del pianeta.

Inoltre, offre la prospettiva ideale per comprendere le modalità di sfruttamento economico e commerciale intraprese dagli Stati, sempre influenzate dalla loro posizione geografica e dal loro posizionamento all'interno dei blocchi economici. Mic, politico, finanziario e socio-culturale in cui il mondo è diviso e organizzato.

  1. Scienze ausiliarie della geografia economica

La geografia economica non è una disciplina chiusa in sé, ma spesso collabora e si nutre di altre scienze sociali e di altri rami della geografia stessa, che sono principalmente:

  • L'economia, per identificare e studiare i processi di produzione e soddisfazione dei bisogni umani;
  • La storia, quando si tratta di comprendere l'evoluzione economica del mondo e il modo in cui le tendenze socioeconomiche e socioculturali sono strutturate nel tempo;
  • Demografia, per utilizzare l'analisi della popolazione e la costituzione del consumo sia individuale che collettivo;
  • La politica, utile nell'affrontare le dinamiche del potere dell'umanità, le principali cause di qualsiasi configurazione sociale e geografica;
  • Scienze della terra, per capire dove, come e perché si trovano le risorse (la materia prima, ad esempio) nelle varie regioni del pianeta.

Continua con: Macroeconomia


Articoli Interessanti

risparmio

risparmio

Spieghiamo cosa sono i risparmi e quali tipi di risparmi esistono. Inoltre, perché è importante e quali sono le sue differenze con l'investimento. Si riferisce alla percentuale di reddito o reddito non destinata al consumo. Cosa sta salvando? Ha salvato la pratica di separare una parte del reddito mensile di una famiglia, un'organizzazione o un individuo , al fine di accumularlo nel tempo e quindi allocarlo ad altri.

tragedia

tragedia

Vi spieghiamo cos'è una tragedia e quale è stata l'origine di questa forma letteraria. Inoltre, alcuni esempi e qual è la tragedia greca. La tragedia di solito porta alla morte, alla follia o all'esilio del protagonista. Qual è la tragedia? La tragedia è chiamata forma letteraria (drammatica) e teatrale coltivata fin dai tempi antichi , in cui situazioni di conflitto in cui un personaggio è rappresentato con un tono solenne o una serie di essi, di solito di tipo illustre o eroico, sono affrontati a causa di un errore fatale o delle forme del loro personaggio verso un destino irrimed

mescolare

mescolare

Spieghiamo cos'è una miscela e quali sono i risultati che possono essere ottenuti. Inoltre, i suoi componenti e tipi di miscelazione. Una miscela può essere formata da qualsiasi tipo di elemento. Cos'è una miscela? Una miscela è un composto di altri due materiali che sono legati ma non combinati chimicamente. In

Circuito parallelo

Circuito parallelo

Spieghiamo cos'è un circuito parallelo e le formule che utilizza. Inoltre, alcuni esempi e cos'è un circuito in serie. I circuiti paralleli sono utilizzati nella rete elettrica di tutte le case. Che cos'è un circuito parallelo? Quando parliamo di un circuito parallelo o di una connessione parallela , intendiamo una connessione di dispositivi elettrici (come bobine, generatori, resistori, condensatori, ecc.).

Settore terziario

Settore terziario

Spieghiamo cos'è il settore terziario, le sue principali aree ed esempi. Inoltre, in cosa consistono i settori primario, secondario e quaternario. Il settore terziario fornisce supporto specializzato a consumatori o aziende. Quale settore terziario? Si chiama settore terziario o settore dei servizi della catena economica che, a differenza dei due precedenti, non si occupa dell'estrazione di materie prime o la sua trasformazione in beni di consumo, ma per la soddisfazione delle esigenze operative e commerciali o di qualsiasi altra natura richiesta sia dai consumatori finali che da altre

antropologa

antropologa

Ti spieghiamo cos'è l'antropologia e come nasce questa scienza. Inoltre, riassunto della sua storia e dei rami dell'attuale antropologia. L'antropologia si concentra sullo studio dell'uomo. Che cos'è l'antropologia? L'antropologia è una scienza sociale, che si concentra sullo studio dell'uomo nella sua forma integrale, un'altra definizione si riferisce allo studio dell'essere umano nelle sue diverse forme storiche. I