• Monday January 17,2022

guerra

Spieghiamo cos'è la guerra e le principali cause che innescano questi conflitti. Inoltre, i tipi di guerra e quali sono le guerre mondiali.

Una guerra è il conflitto sociale e politico più grave tra altre due comunità.
  1. Cos'è la guerra?

Quando parliamo di guerra, generalmente ci riferiamo a un conflitto armato tra due gruppi umani relativamente massicci, che usano tutti i tipi di strategie e tecnologie, al fine di imporsi violentemente sull'altro, causando morte o semplicemente sconfitta. È la forma più grave di conflitto sociale e politico che può esistere tra due o più comunità umane.

Molto è stato detto della guerra, che sembra far parte delle relazioni umane (soprattutto internazionali) dall'inizio della civiltà. In effetti, molti sistemi economici, mescolanze sociali e progressi tecnologici sono stati, purtroppo, la conseguenza di guerre prolungate e sanguinanti. Anche molti genocidi, devastazioni delle città e perdite culturali sono irreparabili.

Tuttavia, le regole che regolano e determinano una `` guerra '' (e il semplice fatto che queste regole esistono) sono cambiate nel corso della storia umana, che continua a definire chi sono e chi Non combattenti, quali margini di neutralità saranno disponibili o che tipo di armi saranno consentite.

Tuttavia, c'è chi considera ingenuo ogni tentativo di regolare la guerra, poiché obbedisce al più egoistico dei desideri umani. Secondo Carl von Clausewitz, pensatore della materia, la guerra è la continuazione della politica con altri mezzi.

Vedi anche: Guerra del Vietnam.

  1. Principali cause di guerra

Nell'antichità, le guerre erano iniziate per motivi di espansione territoriale.

Le cause della guerra possono variare notevolmente, a seconda del contesto sociale, politico, economico e culturale in cui si verificano, nonché di quelli coinvolti e della loro storia particolare. Di solito non esiste una sola motivazione per la guerra, ma un insieme di esse e variabili contestuali, poiché la guerra è una questione complessa.

Nei tempi antichi, le guerre erano iniziate per ragioni di espansione territoriale (cioè per la conquista di terreni arabili o risorse economiche), come le guerre di conquista che l'Impero romano scatenò attorno ad esso in Europa, Africa e Asia.

Molti di loro furono spesso coinvolti in considerazioni religiose o in profondi scontri culturali, come le numerose crociate che la Chiesa cattolica incaricata del Sacro Romano Impero avrebbe in seguito scatenato contro i regni arabi, contro i pagani o dalla riconquista di Gerusalemme, una città tenuta Come sacro in quella religione.

Altre guerre sono state innescate da dispute interne di una nazione, da cui alcuni gruppi di territori hanno voluto diventare indipendenti e formare una nazione separata, come le guerre di indipendenza americane, che hanno reciso il legame politico ed economico rispetto all'Europa.

Quest'ultimo si verifica anche quando due o più fazioni politiche contestano la leadership di una nazione, che porta a una guerra civile, come nel caso del conflitto nicaraguense durante il sandinismo.

  1. Tipi di guerra

Sulla base degli scopi dei suoi partecipanti e del contesto delle loro parti opposte, possiamo parlare di:

  • Holy Wars Quelli convocati da una chiesa o da un rappresentante religioso, basati su tradizioni ancestrali di lotta per la sopravvivenza di una religione sugli altri, o di una cultura sugli altri, che porta a considerarsi l'unico legittimo e vero, e tutti altri come infedeli e peccatori.
  • Guerre civili Coloro che contestano due o più fazioni politiche e / o sociali o razziali all'interno dello stesso paese, per controllare la direzione delle istituzioni o imporre un modello sociopolitico su un altro. In questo caso, i combattenti di solito non sono strettamente militari, ma quasi l'intera popolazione è coinvolta nello scontro.
  • Guerriglia Conflitti in cui un contendente (di solito una forza di occupazione) è sproporzionatamente superiore all'altro, e quest'ultimo ricorre a tattiche di breve scontro e rapido ritiro, dal momento che non può affrontare il nemico frontalmente.
  • Guerra totale Questo nome è usato per i conflitti in cui le nazioni coinvolte si mobilitano fino all'ultima delle loro risorse disponibili per affrontare e sconfiggere il nemico. Da non confondere con il concetto di "guerra assoluta" di von Clausewitz.
  • Guerra nucleare Emerse solo dal ventesimo secolo e dallo sviluppo di armi atomiche di distruzione di massa, rappresentano un pericolo anche per la vita del pianeta stesso, poiché le bombe atomiche potrebbero devastare città e intere regioni. Non ce n'è mai stato uno, per fortuna, perché potrebbe significare la fine dell'umanità.
  1. Guerre mondiali

La seconda guerra mondiale è durata dal 1939 al 1945.

Le guerre mondiali sono state eventi militari enormi, che hanno coinvolto decine di paesi (in particolare i poteri del momento) e in cui, quindi, pochi paesi sono stati in grado di mantenere neutralità. Gli effetti di queste guerre su larga scala sono sempre stati devastanti, tragici, coinvolgendo milioni di feriti e morti, nonché incalcolabili perdite di beni materiali.

Finora ci sono state due guerre mondiali, entrambe nel ventesimo secolo : la prima guerra mondiale (o grande guerra) dal 1914 al 1918 e la seconda guerra mondiale dal 1939 al 1945. La guerra fredda tra gli Stati Uniti e il già L'URSS estinta, che è durata quasi sessant'anni, è spesso considerata una terza guerra mondiale, con la condizione che i concorrenti non si siano mai affrontati direttamente, ma attraverso la loro influenza sui paesi terzi. SES.

Altro in: Guerre mondiali

Articoli Interessanti

risparmio

risparmio

Spieghiamo cosa sono i risparmi e quali tipi di risparmi esistono. Inoltre, perché è importante e quali sono le sue differenze con l'investimento. Si riferisce alla percentuale di reddito o reddito non destinata al consumo. Cosa sta salvando? Ha salvato la pratica di separare una parte del reddito mensile di una famiglia, un'organizzazione o un individuo , al fine di accumularlo nel tempo e quindi allocarlo ad altri.

tragedia

tragedia

Vi spieghiamo cos'è una tragedia e quale è stata l'origine di questa forma letteraria. Inoltre, alcuni esempi e qual è la tragedia greca. La tragedia di solito porta alla morte, alla follia o all'esilio del protagonista. Qual è la tragedia? La tragedia è chiamata forma letteraria (drammatica) e teatrale coltivata fin dai tempi antichi , in cui situazioni di conflitto in cui un personaggio è rappresentato con un tono solenne o una serie di essi, di solito di tipo illustre o eroico, sono affrontati a causa di un errore fatale o delle forme del loro personaggio verso un destino irrimed

mescolare

mescolare

Spieghiamo cos'è una miscela e quali sono i risultati che possono essere ottenuti. Inoltre, i suoi componenti e tipi di miscelazione. Una miscela può essere formata da qualsiasi tipo di elemento. Cos'è una miscela? Una miscela è un composto di altri due materiali che sono legati ma non combinati chimicamente. In

Circuito parallelo

Circuito parallelo

Spieghiamo cos'è un circuito parallelo e le formule che utilizza. Inoltre, alcuni esempi e cos'è un circuito in serie. I circuiti paralleli sono utilizzati nella rete elettrica di tutte le case. Che cos'è un circuito parallelo? Quando parliamo di un circuito parallelo o di una connessione parallela , intendiamo una connessione di dispositivi elettrici (come bobine, generatori, resistori, condensatori, ecc.).

Settore terziario

Settore terziario

Spieghiamo cos'è il settore terziario, le sue principali aree ed esempi. Inoltre, in cosa consistono i settori primario, secondario e quaternario. Il settore terziario fornisce supporto specializzato a consumatori o aziende. Quale settore terziario? Si chiama settore terziario o settore dei servizi della catena economica che, a differenza dei due precedenti, non si occupa dell'estrazione di materie prime o la sua trasformazione in beni di consumo, ma per la soddisfazione delle esigenze operative e commerciali o di qualsiasi altra natura richiesta sia dai consumatori finali che da altre

antropologa

antropologa

Ti spieghiamo cos'è l'antropologia e come nasce questa scienza. Inoltre, riassunto della sua storia e dei rami dell'attuale antropologia. L'antropologia si concentra sullo studio dell'uomo. Che cos'è l'antropologia? L'antropologia è una scienza sociale, che si concentra sullo studio dell'uomo nella sua forma integrale, un'altra definizione si riferisce allo studio dell'essere umano nelle sue diverse forme storiche. I