• Saturday September 18,2021

olocausto

Ti spieghiamo cos'è l'Olocausto, la sua storia e quali sono state le sue cause e conseguenze. Inoltre, chi ha partecipato e come è finito.

L'Olocausto è stato interpretato come il lato più sinistro e pericoloso della ragione umana.
  1. Cos'era l'Olocausto?

Olocausto è una parola che significa "sacrificio" e che è collegata nella Bibbia con offerte sanguinanti a Dio dell'Antico Testamento. Tuttavia, nel contesto della storia europea moderna, è noto come l'Olocausto (Sho in ebraico, che traduce Cat strofe ) al genocidio perpetrato dai governanti del regime nazista Tedesco durante la seconda guerra mondiale (1939-1945) contro i popoli che consideravano inferiori, in particolare contro il popolo ebraico.

Questa persecuzione e il massacro del popolo ebraico, noto nella terminologia nazista come la `` Soluzione finale '' (Erdl sung) del popolo ebraico, fu scoperto a, fu condotta in campi di concentramento e di sterminio costruiti nell'Europa dell'Est, dove la popolazione di origine ebraica proveniente da tutti i paesi era guidata da treni inospitali occupato dall'esercito tedesco, insieme a oppositori politici, zingari, neri, omosessuali, criminali, pazienti psichiatrici e residenti nelle regioni annesse durante l'espansione del III Reich tedesco Sull'Unione Sovietica, considerata secondo la filosofia nazista "inferiore" e "degna di estinzione".

Fino ad oggi, l'Olocausto è considerato il peggior e sanguinoso massacro sistematico di esseri umani nella storia contemporanea dell'umanità, in parte a causa del sistema pianificato millimetricamente che Il nazismo attuato per uccidere milioni di persone a morte e poi disporre dei loro corpi, creandoli in fornaci industriali, facendo sapone, bottoni e altri materiali per uso comune.

Sebbene ci siano stati pochi episodi di resistenza armata contro il nazismo, l'Olocausto è stato messo in pratica con efficienza brutale, che è stata successivamente interpretata come il lato più sinistro e pericoloso del ragione umana, che potrebbe benissimo essere messa al servizio delle forze oscure, piuttosto che per il progresso dell'umanità.

Ti può servire: il fascismo.

  1. Storia dell'Olocausto

I prigionieri sono stati trattati come animali e, in alcuni casi, molto peggio degli animali.

L'Olocausto ha importanti antecedenti nell'antisemitismo di alcuni paesi dell'Europa e dell'Asia, generalizzati nel 20 ° secolo e acuiti in modo specifico in Germania, quando l'ideologia nazista salì al potere per mano di Adolph Hitler e iniziò la sua campagna di demonizzazione del popolo ebraico, ritenendolo responsabile della crisi in cui questa nazione fu sommersa dopo la sua sconfitta nella prima guerra mondiale. Questa dinamica peggiorò quando il nazismo prese il controllo della repubblica tedesca e iniziò a forgiarla a piacimento, dettando leggi razziste che gradualmente restringevano le libertà civili del popolo ebraico, togliendo il diritto ai propri affari senza Partecipazione di un partner tedesco, costringendolo a indossare stelle gialle cucite sui vestiti, togliendo le sue capitali e proprietà, e infine costringendoli a vivere nei ghetti in vari settori delle città.

Questa situazione è peggiorata una volta iniziata la guerra, quando i leader nazisti decisero che i loro nemici razziali (principalmente ebrei, ma anche zingari, neri e slavi) e politici (comunisti, oppositori) dovevano lavorare nei campi di concentramento e nei lavori forzati, che erano costruito in Germania e in altri paesi dell'Europa orientale. Questa emigrazione forzata di ebrei nei campi di lavoro iniziò nel 1938, sotto la pianificazione del tenente colonnello Adolf Eichmann, perseguendo la successiva "pulizia" della sua popolazione ebraica da Germania, Austria, Polonia e altri paesi occupati.

Il più tristemente famoso di questi campi di concentramento era l'enorme complesso di Auschwitz-Bierkenau in Polonia, dove non solo i prigionieri erano preparati per il lavoro, ma il loro sterminio metodico era pianificato attraverso varie tecniche, tra cui camere a gas, esperimenti medici e lavoro forzato in condizioni di fame, sovraffollamento, malattie e raffreddore. I prigionieri sono stati trattati come animali e, in alcuni casi, molto peggio degli animali.

  1. Cause dell'Olocausto

L'Olocausto ha dato al regime nazista l'opportunità di guadagnare ricchezza.

In linea di principio, è difficile trovare cause plausibili che spieghino tale comportamento nei confronti di altri esseri umani. Tuttavia, è noto che i nazisti hanno incolpato il popolo ebraico per le sue difficoltà e si sono convinti di far parte di una cospirazione globale contro di loro, in un'improbabile alleanza con il comunismo e con il Socialisti tedeschi della Repubblica di Weimar. Nell'articolazione di questo pensiero razzista e violento, l'apparizione di Adolph Hitler, leader e leader politico, militare e spirituale del III Reich tedesco auto-disegnato, è stata la chiave.

In questo modo, l'olocausto sarebbe una conseguenza della necessità di un capro espiatorio per giustificare la povertà a cui la Germania era ridotta dopo la prima guerra mondiale e le condizioni abusive del patto di Versailles, che era vissuto come un'umiliazione dal popolo germanico. A ciò dovremmo aggiungere che l'Olocausto ha dato al regime nazista l'opportunità di guadagnare ricchezza, proprietà e lavoro da schiavi, che ha arricchito i suoi leader illegalmente e ha contribuito agli sforzi della guerra.

  1. Conseguenze dell'Olocausto

La conseguenza più ovvia dell'Olocausto furono i 6.000.000 di ebrei uccisi in un modo o nell'altro nei quasi 25.000 campi di concentramento costruiti a quel tempo, insieme a così tante migliaia e milioni di quelli uccisi da altre etnie e nazionalità.

Tale mostruosità non solo ha avuto un impatto sul mondo intero una volta terminata la guerra, ma ha giustificato le misure prese dagli alleati vittoriosi (come il bipartito della Germania) e rappresentate, accanto alla bomba Atomico lanciato a Hiroshima dagli Stati Uniti, il massimo punto di orrore a cui l'intelligenza umana può condurci come specie .

Quest'ultimo ebbe importanti conseguenze filosofiche in Occidente e nel mondo. Le dottrine filosofiche dopo l'Olocausto furono assunte profondamente disincantate dalla vita e dall'idea di progresso, dopo l'invenzione tecnologica e la scoperta scientifica, come dimostrato dall'Olocausto, non sono una garanzia di benessere o felicità. La fede nell'umanità sembrava spezzata e, nel caso particolare della Germania, i simboli del nazionalsocialismo (nazista) sono diventati una vergogna nazionale e un tabù.

  1. Chi ha partecipato all'olocausto?

Adolf Hitler era l'ideologo di tutto il processo, leader politico e militare del partito nazista.

Nell'Olocausto è stato progettato da vari membri dello staff nazista, in particolare:

  • Adolf Hitler Ideologo di tutto il processo, leader politico e militare del partito nazista;
  • Heinrich Himmler Direttore dell'organismo militare di sicurezza interna delle SS, organizzatore e supervisore del sistema di espulsione e sterminio;
  • Hermann G ring. Maresciallo dell'Aria del Reich, incaricato delle linee guida esecutive del regolamento di noleggio ;
  • Reinhard Heydrich Direttore dell'Ufficio centrale di sicurezza del Reich, che ha progettato il piano Aktion Reinhard e i gruppi di insediamenti paramilitari chiamati Einsatzgruppen.
  • Odilo Globocnik. Generale delle SS che implementarono, amministrarono e supervisionarono i primi campi di concentramento in Polonia e esecutore dell'Aktion Reinhard in vari paesi;
  • Adolf Eichmann Tenente colonnello organizzatore dei piani di espulsione forzata nei paesi occupati, usando le reti ferroviarie per farlo;
  • Friedrich Wilhelm Kritzinger. Politico e giurista responsabile della perdita dei diritti civili della popolazione ebraica in Europa, che legalizza la confisca delle loro proprietà;
  • Eugen Fischer Medico e antropologo nazista, i cui studi teorici hanno contribuito alla costruzione e alla progettazione dei campi di concentramento;

E molti altri funzionari del regime nazista tedesco, nonché potenziali collaboratori nei paesi occupati, che hanno celebrato o contribuito direttamente allo sterminio degli ebrei in Europa.

  1. La fine dell'Olocausto

L'Olocausto terminò formalmente con la caduta della Germania nazista nel 1945, quando le sue truppe furono sconfitte dai combattimenti su entrambi i fronti: il Soviet e l'alleato. Il primo campo di concentramento a essere rilasciato fu quello di Majdanek, vicino a Lublino, in Polonia, nel luglio del 1944, per mano dell'esercito sovietico. Nonostante gli sforzi del personale nazista per distruggere nel loro volo le prove degli orrori commessi lì, le camere a gas furono trovate intatte. Nell'estate dello stesso anno l'Armata Rossa liberò i campi di sterminio di Belzec, Sobibor e Treblinka, e nel gennaio del 1945 rilasciò Auschwitz-Biernkenau a Oswiecim, in Polonia. La storia di ciò che hanno trovato lì ha viaggiato in tutto il mondo.

Gli Alleati, da parte loro, liberarono per la prima volta un campo di concentramento nell'aprile del 1945, quando truppe britanniche e canadesi liberarono il campo di Bergen-Belsen in Germania. Nello stesso mese, gli americani rilasciarono il campo di sterminio di Ohrdruf in Germania, molto più piccolo ma pieno di prove orrende dell'Olocausto.

I responsabili dell'Olocausto furono imprigionati per la maggior parte (molti dell'alta classe si suicidarono con Hitler) e furono perseguiti dalla comunità internazionale in quello che divenne noto come Processo di Norimberga, tra novembre 1945 e ottobre 1946. Per la maggior parte furono condannati a morte o all'ergastolo. Successivamente, tra il 1963 e il 1965, si tenevano le prove di Auschwitz di Francoforte, il primo processo tedesco interamente per gli ufficiali e il personale delle SS che collaborarono allo sterminio nel campo di Auschwitz e in altri suoi sottocampi. 789 persone furono processate in quell'occasione.


Articoli Interessanti

Legge positiva

Legge positiva

Spieghiamo cos'è la Legge positiva e le sue caratteristiche principali. Inoltre, quali sono i rami di questo diritto. Il diritto positivo obbedisce a un patto sociale e giuridico stabilito dalle comunità. Qual è il diritto positivo? Si chiama legge positiva, fondamentalmente, al corpus di leggi scritto, cioè all'insieme delle norme legali stabilite da un organo legislativo e compilate in una Costituzione nazionale o in un codice di norme (non solo leggi, ma tutti i tipi di norme legali). Il

Guerra di riforma

Guerra di riforma

Vi spieghiamo quale fu la guerra di riforma nella storia messicana, le sue cause, conseguenze e protagonisti. Inoltre, le leggi sulla riforma. La guerra di riforma iniziò con i tentativi di raggiungere un moderno stato messicano. Qual è stata la guerra di riforma? Nella storia messicana, è conosciuta come la Guerra di Riforma o la Guerra dei Tre Anni contro una guerra civile che affrontò i liberali e i conservatori messicani . Qu

Organigramma

Organigramma

Spieghiamo cos'è un organigramma e a cosa serve questa rappresentazione grafica. Inoltre, i tipi di organigramma esistenti. L'organigramma ti consente di avere una rapida idea di come è organizzata un'azienda. Che cos'è l'organigramma? L'organigramma è una rappresentazione grafica dello scheletro di un'organizzazione , che mostra le posizioni gerarchiche. L&

trittico

trittico

Spieghiamo cos'è un trittico e una piccola storia di questa tecnica artistica. Inoltre, come è la struttura di un trittico informativo. Nell'antica Roma era consuetudine offrire opuscoli come regali. Che cos'è il trittico? Un trittico è uno spazio per scrivere, disegnare o dipingere che si piega, mostrando tre tabelle . È

Respirazione aerobica

Respirazione aerobica

Spieghiamo cos'è la respirazione aerobica, come viene eseguita ed esempi. Inoltre, le sue diverse fasi e la respirazione anaerobica. La respirazione aerobica avviene all'interno delle cellule degli esseri viventi. Che cos'è la respirazione aerobica? È noto come respirazione aerobica o respirazione aerobica una serie di reazioni metaboliche che avvengono all'interno delle cellule. d

TLC

TLC

Ti spieghiamo quali sono gli ALS o gli Accordi di libero scambio. Caratteristiche e importanza Quali vantaggi e svantaggi hanno? Gli ALS consentono di definire una solida struttura commerciale tra i paesi. Che cos'è il TLC? L'acronimo TLC significa accordo di libero scambio. Sono patti politico-economici tra due o più nazioni , di solito di una regione comune e interessi condivisi, in cui vengono eliminate alcune barriere commerciali e sociali.