• Tuesday September 21,2021

uomo

Ti spieghiamo cos'è l'uomo e il suo significato nel corso della storia. Inoltre, le sue definizioni secondo filosofia, antropologia e biologia.

L'esistenza dell'uomo sul pianeta proviene da 315.000 anni fa.
  1. Che cos'è l'uomo?

L'essere umano, precedentemente generalmente indicato come `` uomo '' (escluso facendo riferimento solo agli esseri umani del sesso maschile), è l'unico animale cosciente e capace del linguaggio che esiste sulla Terra . La sua esistenza sul pianeta risale a 315.000 anni fa, quando emerse tra le altre specie di ominidi oggi estinte e diffuse in tutti i continenti.

La gamma distintiva della nostra specie è lo sviluppo di una coscienza complessa, in grado di generare un linguaggio articolato e allo stesso tempo di ragionamento intelligente, che ci ha permesso di comprendere e forgiare il mondo che ci circonda nel modo più conveniente per noi. È conveniente. Per questo abbiamo sviluppato strumenti, manufatti e persino elementi chimici precedentemente inesistenti.

Tuttavia, l'``essere umano '' è solo sul suo pianeta e non ha una risposta per le sue domande più trascendenti su esistenza, vita e morte, motivo per cui si è sviluppato nel corso dei secoli della civiltà umana diverse filosofie e sistemi di credenze, che tra l'altro gli hanno permesso di definirsi.

In tal senso, noi esseri umani condividiamo tratti mentali e cognitivi essenziali, come la consapevolezza di noi stessi e della nostra morte certa, la capacità di ricordare il nostro passato e di anticipare il futuro, nonché di connetterci l'uno con l'altro. Solo con l'universo (attraverso l'arte o le religioni, per esempio).

Tuttavia, è sempre una sfida definire ciò che è umano e molte prospettive sono state tessute nel tempo.

Ti può servire: evoluzione dell'uomo.

  1. L'uomo nella filosofia

La domanda essenziale della filosofia è "cos'è l'uomo?"

Il ramo della filosofia che si occupa di pensare il senso essenziale dell'umano, che lo comprende, lo contempla pienamente, è l'antropologia filosofica. La sua domanda essenziale, in tal senso, è "cos'è l'uomo?", E fin dai tempi antichi ha offerto numerose possibili risposte.

Pertanto, per il filosofo francese René Descartes (1596-1650), padre del pensiero razionalista, l'essere umano dovrebbe essere definito come un essere pensante; mentre per Immanuel Kant (1724-1804), il primo filosofo della critica e precursore dell'idealismo tedesco, la caratteristica distintiva dell'essere umano deve essere la sua capacità di autodeterminarsi moralmente.

D'altra parte, il poeta, drammaturgo e filosofo tedesco Friedrich Schiller (1759-1805), la figura centrale del classismo di Weimar, propose che l'uomo fosse "un essere che potrebbe desiderare", una definizione strettamente legata al romanticismo, che valorizzava le emozioni e la soggettività umana al di sopra di ogni altra caratteristica della sua persona.

Altre definizioni dell'essere umano lo collegano alla sua capacità di costruire strumenti (Benjamin Franklin), di simboleggiare (Ernst Cassirer) o di sviluppare il suo linguaggio articolato (Ferdinand de Saussure). Da parte sua, il concetto marxista (nella dottrina del materialismo dialettico di Karl Marx), lo propone come protagonista della storia: l'essere in grado di creare, produrre e trasformare la realtà a portata di mano.

  1. L'uomo in antropologia

L'essere umano ha sempre mitizzato la sua origine con favole e storie fondamentali.

L'essere umano è un essere socievole, che preferisce la compagnia dei suoi simili alla solitudine, ed è per questo che fin dall'antichità si è raggruppato in tribù, comunità e strutture sociali sempre più grandi.

Grazie alla sua capacità di linguaggio e comunicazione complessi, è stato in grado di concepire e trasmettere ai suoi discendenti un insieme di credenze, leggi e prospettive vitali, che oggi conosciamo come cultura.

Nei suoi diversi rami culturali, l'essere umano ha sempre mitizzato la propria origine, attraverso favole e storie fondamentali che, in generale, hanno un carattere magico o religioso. La credenza in un dio creatore (o diversi) è diffusa nella civiltà umana, e quindi anche un'idea di se stesso come il vertice della creazione, il proprietario del mondo.

  1. L'uomo in biologia

L'uomo mantiene relazioni sessuali indipendentemente dal ciclo riproduttivo.

L'essere umano è un essere vivente del regno animale, appartenente all'ordine dei primati e alla famiglia degli ominidi. Il nome scientifico della specie è Homo sapiens (che traduce Saggio saggio), e questo ebbe origine durante il Pleistocene medio, tra 0, 781 e 0, 126 milioni di anni. os.

È una specie bipede, di famigerato dimorfismo sessuale (differenziazione fisica tra i sessi) e riproduzione sessuale che impiega circa 9 mesi per generare un nuovo individuo.

È anche una delle poche specie sulla Terra che fa sesso indipendentemente dal ciclo riproduttivo.
La sua alimentazione è onnivora e la sua aspettativa di vita è di circa 80 anni, sebbene influenzi le condizioni genetiche e l'ambiente circostante.

Articoli Interessanti

Rete WAN

Rete WAN

Spieghiamo cos'è una rete WAN e i tipi esistenti. Inoltre, diversi esempi e altri tipi di reti di computer. Le reti WAN incorporano diverse reti più piccole in una. Che cos'è una rete WAN? Nell'informatica, si chiama WAN (acronimo inglese: Wide Area Network , ovvero Wide Area Network) alle connessioni del computer di più grande , vale a dire, la più grande e la più veloce, coprendo una grande porzione geografica del pianeta, quando non il mondo intero. Le r

emergenza

emergenza

Spieghiamo cos'è un'emergenza e quali tipi di emergenza esistono. Inoltre, cos'è un sistema di emergenza. In caso di incendi boschivi, viene generalmente dichiarato lo stato di emergenza. Che cos'è un'emergenza? Un'emergenza è un'attenzione urgente e totalmente imprevista , a causa di un incidente o di un evento imprevisto, e dipende dall'ambito in cui viene utilizzata, questa parola può avere significati diversi. Il

Figure retoriche

Figure retoriche

Vi spieghiamo quali sono le figure retoriche e a cosa servono questi usi del linguaggio. Inoltre, i tipi esistenti e alcuni esempi. Le figure retoriche ordinano le parole per migliorare la loro bellezza interiore. Quali sono le figure retoriche? È noto come figure retoriche - figure letterarie - alcuni usi del linguaggio verbale che si allontanano dall'efficace forma comunicativa, cioè dal modo in cui comunichiamo un'idea concreta, e perseguiamo m È espressivo, elaborato, artistico, divertente o potente per trasmettere la stessa idea. N

osmosi

osmosi

Spieghiamo cos'è l'osmosi e i tipi esistenti. Inoltre, perché è importante, cos'è la diffusione biologica ed esempi di osmosi. L'osmosi fu scoperta nel 1877 dal tedesco Wilhelm Pfeffer. Che cos'è l'osmosi? L'osmosi o l'osmosi è un fenomeno fisico di scambio di materia attraverso una membrana semipermeabile , da un mezzo meno denso a uno di densità superiore, senza incorrere in dispendio di energia a. È un

OAS

OAS

Spieghiamo cos'è OAS e le diverse funzioni di questa organizzazione. Inoltre, i suoi obiettivi e paesi che lo compongono. L'OAS è stato creato il 30 aprile 1948. Cos'è l'OAS? L'OAS è l'Organizzazione degli Stati americani (OAS in inglese), un'organizzazione internazionale di un tribunale panamericano e ambito d'azione regionale, creato il 30 aprile 1948, con l'idea di operare come istanza multilaterale per l'integrazione del continente. La

risparmio

risparmio

Spieghiamo cosa sono i risparmi e quali tipi di risparmi esistono. Inoltre, perché è importante e quali sono le sue differenze con l'investimento. Si riferisce alla percentuale di reddito o reddito non destinata al consumo. Cosa sta salvando? Ha salvato la pratica di separare una parte del reddito mensile di una famiglia, un'organizzazione o un individuo , al fine di accumularlo nel tempo e quindi allocarlo ad altri.