• Monday August 15,2022

irritabilità

Spieghiamo cos'è l'irritabilità, cos'è l'irritabilità cellulare, l'irritabilità nelle piante e negli animali. Importanza ed esempi.

Gli esseri viventi reagiscono in un modo particolare a seconda della natura dello stimolo
  1. Che cos'è l'irritabilità?

Nel campo della biologia, l'irritabilità è intesa come una delle proprietà fondamentali degli esseri viventi, che consente loro di rilevare cambiamenti sfavorevoli nell'ambiente in cui si trovano e reagire ad essi, evitando così Che questi cambiamenti danneggiano il loro benessere o compromettono la loro sopravvivenza.

In questo modo, l'irritabilità fa parte delle capacità omeostatiche degli esseri viventi, cioè dei loro meccanismi intesi a perpetuare un equilibrio interno e quindi ad adattarsi e sopravvivere ai cambiamenti ambientali che lo minacciano.

Pertanto, prima di uno stimolo dall'ambiente (esterno) o dall'interno dell'organismo (interno), gli esseri viventi reagiscono in un modo particolare, a seconda della natura dello stimolo che scatena la reazione e del livello di complessità dell'essere vivente.

Vedi anche: Adattamento di esseri viventi.

  1. Irritabilità cellulare

Le cellule reagiscono alle variazioni di pH, temperatura, luce solare, tra gli altri.

Le cellule hanno una membrana plasmatica permeabile, che consente al protoplasma interno di rilevare e reagire ai cambiamenti chimici e fisici nell'ambiente, al fine di fornire un ambiente più adatto. neo per il suo sviluppo. Pertanto, le cellule reagiscono ai cambiamenti di pH, temperatura, luce solare, elettricità o presenza di sostanze nutritive e materia organica.

Questo microscopico grado di irritabilità dipende generalmente dalle reazioni biochimiche rilevabili da organelli specializzati o dalla stessa membrana plasmatica. Pertanto, gli organismi unicellulari si adattano, ad esempio, alle condizioni ambientali, ma anche al fatto che le cellule del sistema immunitario del corpo reagiscono alla presenza di agenti estranei in esso.

  1. Irritabilità nelle piante

Alcune foglie reagiscono a stimoli fisici come lo sfregamento o il tatto.

Le piante mancano di un sistema nervoso complesso che consente loro di pianificare reazioni a stimoli interni ed esterni, quindi le loro modalità di irritabilità di solito comportano movimenti più o meno lenti, governati da fitoormoni e che possono essere classificati in due tipi:

  • Tropismi. Reazioni sostenute di orientamento o crescita delle piante, di fronte a uno stimolo sostenuto, e che possono essere positive (nella direzione dello stimolo) o negative (lontano dallo stimolo). I casi di tropismo sono:
    • Fototropismo. Le piante usano la luce solare per i loro processi di fotosintesi, ma troppo sole può bruciare le loro foglie o seccare i loro corpi. Pertanto, le piante cresceranno alla ricerca del sole (fototropismo positivo) quando lo troveranno poco, e cresceranno lontano dal sole (fototropismo negativo) quando lo troveranno eccessivo.
    • Geotropismo. Le piante hanno bisogno di fissare le loro radici nel terreno e sollevare gli steli nella direzione opposta, indipendentemente da dove si trovino. Per questo motivo le radici cercheranno sempre il centro della gravità terrestre, mentre gli steli cresceranno nella direzione opposta, mai viceversa.
    • Hydrotropism. Un altro componente di cui le piante hanno bisogno per il loro metabolismo è l'acqua, e poiché le loro radici sono gli organi attraverso i quali possono assorbirlo, è comune vederli crescere e diffondersi nella direzione dei depositi d'acqua, e non viceversa.
    • Tigmotropismo. Avremo mai notato come le piante adattano la loro crescita agli ostacoli che li circondano, che li circondano, che crescono sopra o strisciano via da loro. Questo perché reagiscono all'ostacolo, impedendogli di ostacolarne o impedirne la crescita.
  • Cattivi. Cambiamenti nelle foglie e in altre parti delle piante, in risposta a uno stimolo esterno determinato e momentaneo. Possono anche essere di diversi tipi, ad esempio:
    • Fotonastia. Molte piante rispondono alla presenza o all'assenza della luce solare in un certo modo, sia spiegazzando le loro foglie per ridurre la superficie esposta alla luce (in caso di eccesso di luce), sia fiorendo una volta caduta il sole, se è durante quel periodo che è più conveniente farlo, ad esempio per la presenza di insetti o venti impollinatori.
    • Sismonastia. È un tipo di reazione delle foglie di alcune piante contro gli stimoli fisici come lo sfregamento o il tatto. In alcuni casi possono chiudere le foglie per proteggerle o nasconderle, oppure possono secernere sostanze tossiche come reazione a ciò che viene percepito come una minaccia.
  1. Irritabilità negli animali

Alcuni animali si muovono in risposta all'apparizione o alla scomparsa di stimoli.

Nel caso degli animali, la presenza di un sistema nervoso più complesso o meno complesso determina in gran parte le loro reazioni a determinati stimoli, basate innanzitutto sul loro comportamento. Allontanarsi attivamente da una fonte di disagio, spostarsi dall'habitat o, al contrario, avvicinarsi a una fonte di calore quando fa freddo, o coprire il sole quando fa caldo, ne sono esempi. Questi comportamenti possono essere classificati in:

  • Tactismos. Spostamenti dell'organismo in risposta alla comparsa o alla scomparsa di determinati stimoli, associati a condizioni di beneficio per l'animale. Questo è ciò che accade quando i rettili prendono il sole per riscaldare il loro sangue freddo, poiché non sono in grado di regolarlo diversamente.
  • Agisce sui riflessi. Meccanismi di reazione di base come risposta immediata a una situazione di pericolo, dolore o minaccia e ciò si verifica senza una pianificazione preventiva, ma come meccanismo automatico. Questo è ciò che accade quando chiudiamo le palpebre prima della possibilità che qualcosa ci colpisca.
  1. Importanza dell'irritabilità

L'irritabilità è un principio fondamentale per il successo della vita: adattamento . Un essere vivente deve essere in grado di percepire i cambiamenti nel suo ambiente, in particolare quelli che minacciano il suo benessere in un modo o nell'altro, in modo che possa reagire in modo tale da mantenere il suo stato di equilibrio interno il più possibile. . Questa capacità gioca un ruolo importante nell'evoluzione, poiché quando gli adattamenti diventano più radicali e più persistenti, possono essere originate nuove specie.

  1. Esempi di irritabilità

Un esempio di irritabilità può essere un albero che solleva il cemento dal marciapiede.

Alcuni semplici esempi di irritabilità negli esseri viventi sono:

  • L'attrazione delle falene notturne alla luce artificiale, che associano alla luce della luna (tattiche positive) contro il volo degli scarafaggi quando accendiamo la luce della cucina e corriamo per nasconderci (tattiche negative).
  • Il restringimento delle sue foglie quando tocchiamo una pianta `` mimosa '' o `` Formidera '' o la chiusura delle foglie di una pianta carnivora quando rileva un insetto tra di loro.
  • Le radici degli alberi del genere ficus che sollevano il cemento dai marciapiedi nella loro ricerca di acqua dai tubi (igrotropismo positivo).
  • Il movimento dei rami di girasole, seguendo il percorso del sole nel cielo (fototropismo positivo).

Articoli Interessanti

Figure letterarie

Figure letterarie

Spieghiamo quali figure letterarie sono e per quale scopo vengono utilizzate. Inoltre, i tipi di figure retoriche esistenti e vari esempi. Le figure letterarie sono spesso utilizzate per scopi estetici o persuasivi. Quali sono le figure letterarie? Letteraria Lasfiguras, retricas troposofiguras sono un certo numero di spire di discorso che vengono utilizzati per abbellire il discorso, specialmente nel contesto di oratoria e letteratura, alterando significativamente la modo comune e quotidiano di usare la lingua

Filiali della legge

Filiali della legge

Ti spieghiamo quali sono i rami del diritto secondo la divisione classica, le caratteristiche di ogni rana e le sue suddivisioni. Ciascuno dei rami della legge è specializzato in un aspetto della giustizia. Quali sono i rami della legge? La legge è l'insieme di principi e norme che regolano le società umane attorno ai concetti di giustizia e ordine e che gli stati sono in grado di imporre in modo coercitivo. M

pubblicità

pubblicità

Spieghiamo cos'è la pubblicità e quando è sorto questo mezzo di diffusione. Inoltre, quali sono le sue fasi e le tecniche che utilizza. La pubblicità cerca di attirare l'attenzione di potenziali clienti per un prodotto o servizio. Che cos'è la pubblicità? La pubblicità è un mezzo di diffusione in cui varie organizzazioni, aziende, individui, ONG, tra gli altri, cercano di farsi conoscere, annunciare o semplicemente fare riferimento a determinati beni, servizi, per essere in grado di interessare potenziali acquirenti, utenti, ecc. . Nell

Melmano

Melmano

Spieghiamo cos'è un musicista e quali sono i sintomi di questa condizione. Inoltre, quali sono i suoi effetti a lungo termine. Un musicista ha una grande conoscenza della musica. Che cos'è melmano? La melomania è la condizione di una persona che gode, secondo le prospettive, della musica , impegnando tempo e denaro al di sopra della media. È

contratto

contratto

Spieghiamo cos'è un contratto e i tipi di contratto che possono essere stipulati. Inoltre, le sue parti e la loro differenza con un accordo. Un contratto è un patto di obblighi e diritti tra due persone fisiche o giuridiche. Che cos'è un contratto? Un documento legale che esprime un accordo comune tra due o altre persone qualificate (note come le parti del contratto), che sono vincolate ai sensi del presente documento a un determinati scopi o cose, il cui adempimento deve essere sempre bilaterale, o altrimenti il ​​contratto sarà considerato rotto e non valido. In alt

Haiku

Haiku

Spieghiamo cos'è un haiku, come è composto e gli argomenti di solito trattati. Inoltre, famosi poeti ed esempi haik. Haiku è originario del Giappone e non ha rime di alcun tipo. Che cos'è un haiku? È noto come `` haiku o haik ' ' (in alcuni casi jaiku ) un tipo di poesia originaria del Giappone, costituito da un breve testo, composto da tre versi cinque, sette e cinque sillabe rispettivamente, sebbene la metrica non sia sempre fissa. La