• Tuesday September 21,2021

Lotta di classe

Ti spieghiamo cos'è la lotta di classe e quale relazione ha con la dottrina marxista. Contesto storico Coscienza di classe.

Marx ha proposto che le tensioni della lotta di classe generino progressi e cambiamenti sociali.
  1. Qual è la lotta di classe?

La lotta di classe è un principio teorico fondamentale nella dottrina filosofica del marxismo e del materialismo storico.

Propone l'esistenza di conflitti nella società come risultato di una disputa o antagonismo tra i settori che lo compongono (classi sociali), nella misura in cui ciascuna classe cerca di riorganizzarla politicamente ed economicamente a suo favore. Da questa costante lotta, inerente a tutte le forme di organizzazione politica umana, il progresso politico e sociale che costituisce la storia sarà staccato.

Secondo la proposta marxista, la società industriale capitalista è la più recente di una serie di sistemi economici e sociali in cui c'è sempre stata una tensione tra poveri e ricchi, maestri e schiavi, signori e servitori feudali, o in termini contemporanei, borghese e proletariato.

Queste tensioni hanno dinamizzato i sistemi interni, puntando sempre più verso nuove strutture più egualitarie, in un processo che culminerebbe nella società senza classi, dell'uguaglianza sociale ed economica. Solo allora il conflitto poteva essere risolto.

Il concetto di lotta di classe è popolare tra la militanza di sinistra e basa la concezione del mondo rivoluzionario, che aspira a detonare l'insurrezione delle classi oppresse per passare così dal capitalismo al comunismo, che sarebbe la sua forma egualitaria ed evoluta.

Vedi anche: classe operaia.

  1. Contesto storico della lotta di classe

Gli antecedenti della lotta di classe compaiono negli scritti di Nicolás Maquiavelo.

Sebbene sia stato formulato (e attribuito a) all'opera di Carlos Marx e Frederick Engels nel XIX secolo, dalla cui influenza e popolarità sono state derivate le dottrine del socialismo, del comunismo e del materialismo storico, si possono rintracciare gli antecedenti della lotta di classe molto prima, negli scritti di Nicolás Maquiavelo (XVI secolo) .

Il filosofo italiano ha diviso le tensioni in tutta la società politicamente organizzata tra "il popolo" governato e "i grandi" sovrani. Successivamente, con l'avvento dell'era moderna e il trionfo dei valori borghesi (come la proprietà privata e il liberalismo), queste tensioni divennero tra proprietari e lavoratori. Jean Jacques Rousseau, François Quesnay, Edmund Burke e il padre del capitalismo, Adam Smith hanno studiato questo processo nelle loro rispettive opere.

Gli anarchici, va aggiunto, erano quelli che hanno assunto il concetto in modo più simile a come Machiavelli lo ha messo, dando origine a una vasta gamma di posizioni politiche e filosofiche nel tempo sul modo in cui dovrebbe avvenire il rovesciamento dello stato borghese: l'anarchocapitalismo, il antistatismo, anarconidualismo, ecc.

  1. Karl Marx

Carlos Marx (Karl Marx in tedesco) è stato colui che ha formulato al meglio questo concetto e diffuso nel mondo contemporaneo . Seguendo la linea di pensiero che andava da Machiavelli a Burke, propose che le tensioni della lotta di classe avessero spinto la ruota della storia, generando progresso e cambiamento sociale. Le sue parole erano: " La storia (scritta) di tutte le società esistenti finora è la storia della lotta di classe ".

Pertanto, Marx formula la " Teoria della lotta di classe come motore della storia ". Nella sua visione, questa lotta doveva appropriarsi dei mezzi di produzione, rapiti dalla proprietà privata e dalla borghesia al fine di sfruttare la classe operaia e mantenere uno status di vita privilegiato, a spese dello sforzo impoverito della maggioranza.

La risoluzione prevista da Marx fu la graduale trasformazione del capitalismo fino a quando egli stesso non seminò le basi della rivoluzione, che avrebbe rovesciato l'ordine borghese e stabilito la "Dittatura del proletariato", necessaria per l'avvento di una società senza classi: il comunismo.

  1. Coscienza di classe

La dottrina marxista chiama la "coscienza di classe" alla capacità degli individui e delle masse di essere consapevoli della classe sociale a cui appartengono, al fine di agire in conformità con i bisogni del loro status sociale e non giocare il gioco delle classi dominanti. L'alienazione è l'opposto della coscienza di classe: l'impossibilità di percepire lo sfruttamento capitalistico a cui sono sottoposti i lavoratori.

Questa terminologia è ampiamente usata nei discorsi della sinistra rivoluzionaria e delle ideologie socialiste, spesso come mandato (coscienza di classe) o termine peggiorativo (alienazione).

Articoli Interessanti

affare

affare

Spieghiamo cosa sono gli affari e alcune caratteristiche di questo termine. Inoltre, come può essere classificato in base alle sue attività. Un'azienda ti consente di ottenere denaro dagli utenti in cambio di un servizio o qualcosa di buono. Che cos'è il business? Il termine business deve la sua etimologia al negoziato latino, cioè una negazione del tempo libero: l'occupazione che la gente fa per profitto . Qu

distillazione

distillazione

Spieghiamo cos'è la distillazione, esempi di questo metodo di separazione e i tipi di distillazione che possono essere utilizzati. La distillazione utilizza la vaporizzazione e la condensa per separare le miscele. Che cos'è la distillazione? La distillazione è chiamata un metodo di separazione delle fasi , chiamato anche metodi di separazione delle miscele, Ciò che consiste nell'uso consecutivo e controllato di altri due processi fisici: vaporizzazione (o evaporazione) e condensa, us Selezionare selettivamente di separare gli ingredienti da una miscela, di solito di tipo omogeneo, c

Comunicazione non verbale

Comunicazione non verbale

Spieghiamo cos'è la comunicazione non verbale, quali sono le sue caratteristiche ed elementi. Inoltre, come è classificato ed esempi. La comunicazione non verbale di solito accompagna l'uso del linguaggio verbale per chiarirlo. Cos'è la comunicazione non verbale? Quando parliamo di comunicazione non verbale intendiamo tutte quelle forme di comunicazione che non usano la lingua come veicolo e sistema per esprimersi . C

Traduzione della terra

Traduzione della terra

Vi spieghiamo qual è la traduzione della Terra e le conseguenze di questo movimento. La velocità che raggiunge e la rotazione della Terra. Il `` movimento '' della traduzione raggiunge un viaggio di 930 milioni di chilometri. Qual è la traduzione della Terra? La traduzione della Terra è uno dei movimenti che il pianeta fa e consiste nel girare intorno al Sole. So

introduzione

introduzione

Spieghiamo cos'è l'introduzione di un'opera, un testo, un libro o un saggio e quali sono le sue caratteristiche. Inoltre, quali sono i suoi elementi. Con l'introduzione, il lettore acquisisce familiarità con l'argomento. Qual è l'introduzione? L'introduzione è la parte iniziale di un testo, sia in un saggio, un libro o un articolo di ricerca . In

transistor

transistor

Ti spieghiamo cos'è un transistor, la sua origine e come funziona. Inoltre, i tipi di transistor e i loro circuiti integrati. I transistor hanno la loro origine nella necessità di controllare il flusso di corrente elettrica. Che cos'è un transistor? Si chiama transistor (dall'inglese: fer transfer transistor, transfer resististor ) a un tipo di dispositivo elettronico a semiconduttore , in grado di modificare un segnale Uscita elettrica in risposta a un ingresso, che funge da amplificatore, interruttore, oscillatore o raddrizzatore. È