• Tuesday September 21,2021

magnetismo

Ti spieghiamo cos'è il magnetismo e qual è la storia di questo fenomeno. Inoltre, il suo rapporto con l'elettricità e le sue applicazioni.

Il magnetismo ha agito attraverso forze di attrazione o repulsione.
  1. Cos'è il magnetismo?

Quando parliamo di `` magnetismo '' o di `` energia '', ci riferiamo a uno dei due componenti della radiazione elettromagnetica (accanto all'elettricità, ovviamente ), che si manifesta attraverso forze di attrazione o repulsione tra determinati tipi di materiali e un campo di energia magnetica (campo magnetico).

Mentre tutte le sostanze sono influenzate dal magnetismo, non tutte fanno lo stesso. Alcuni materiali, come alcuni metalli (in particolare ferro, nichel, cobalto e loro leghe) sono particolarmente inclini ad esso e quindi costituiscono magneti. Alcuni di essi possono essere di origine naturale e altri di origine artificiale, ad esempio, a seguito dell'azione dell'elettricità su determinati materiali (elettromagneti).

La maggior parte dei magneti sono dipoli magnetici: sostanze con un polo positivo e un polo negativo, a causa del flusso di elettroni nell'accoppiamento delle loro molecole. Ognuno di questi poli esercita una forza sulla materia che si trova nel suo campo d'azione, secondo una legge che stabilisce che poli simili si respingono a vicenda, mentre gli opposti Si attraggono.

Questi dipoli possono verificarsi su una scala macroscopica (ad esempio, sul pianeta Terra: c'è un polo nord e un polo sud, ciascuno che esercita un'influenza magnetica che consente il funzionamento delle bussole ) o microscopico (ad esempio, nell'orientamento di determinate molecole organiche a causa della carica elettrica dei loro atomi). E queste forze del magnetismo svolgono un ruolo importante tra le forze elementari della natura .

Esistono, a grandi linee, materiali diamagnetici (debolmente magnetici), paramagnetici (moderatamente magnetici) o ferromagnetici (altamente magnetici).

Può servirti: energia elettrica.

  1. Storia del magnetismo

La comprensione del magnetismo ha lasciato il posto all'invenzione dei compassi.

L'essere umano conosce il magnetismo sin dai primi tempi. I suoi effetti furono descritti nell'antica Grecia da Talete di Mileto (625-545 a.C.) e altri filosofi simili, che notarono che alcune pietre della città di Magnesia del Meander (Asia Minore) attiravano il ferro. Da lì deriva il nome magnetismo .

In qualche modo l'essere umano è riuscito a capire presto il magnetismo della terra, usandolo nella fabbricazione di bussole verso il XII secolo, prima dell'emergere come tale delle scienze che sarebbero poi state dedicate allo studio di questo fenomeno.

Il primo trattato sul magnetismo correttamente formale fu scritto nel 13 ° secolo dal francese Peter Peregrinus de Maricourt, un preludio a quelli dei futuri studi scientifici di William Gilbert (1600) e in particolare Hans Christian Orsted (1820), che scoprì che il magnetismo non Era limitato solo ai magneti, ma aveva uno stretto legame con la corrente elettrica.

Questo aprì la porta ad André-Marie Ampère, Carl Friedrich Gauss, Michael Faraday e altri per aprire il campo dell'elettromagnetismo, e quindi James Clerk Maxwell lo determinò attraverso la sua famosa serie di equazioni.

  1. Elettricità e magnetismo

La relazione tra magnetismo e corrente elettrica è strettamente collegata e insieme formano l'elettromagnetismo, una delle forze elementali dell'universo. La manipolazione dei campi magnetici, ad esempio, attraverso l'accelerazione dei magneti, può essere generata una corrente elettrica utilizzabile, come in effetti si verifica in alcuni tipi di generatori.

E allo stesso tempo, facendo circolare una corrente elettrica attraverso determinati tipi di metalli, possono essere convertiti in elettromagneti e farli attrarre determinati metalli o materiali ferromagnetici.

Questa relazione si basa sulla natura atomica dei materiali, in cui gli elettroni (-) dell'orbita più lontana del nucleo dell'atomo (+) possono essere strappati o trasferiti da una molecola all'altra, generando così un flusso elettrico (corrente ) e polarizzando il gruppo, cioè inclinando la carica elettrica da un lato (polo negativo) e lasciando un altro con meno carica (polo positivo).

Altro in: Elettricità.

  1. Applicazioni del magnetismo

Il magnetismo è usato in medicina per creare risonanze magnetiche.

Il magnetismo è stato usato dall'umanità per molto tempo. Come abbiamo detto prima, l'invenzione della bussola e il suo uso per l'orientamento (segnando la direzione fissa del Nord del pianeta) risalgono a centinaia di anni fa ed è stato fondamentale nello sviluppo di navigazione e nell'esplorazione del mondo.

D'altra parte, i magneti di grandi dimensioni vengono utilizzati nell'industria della generazione elettrica, in medicina (ad esempio, gli esami di risonanza magnetica), in ingegneria (il sviluppo del motore, conduzione e immagazzinamento di cariche elettriche, ecc.) e soprattutto in elettronica.

Il calcolo, ad esempio, dipende in gran parte dall'uso del magnetismo per la registrazione di informazioni, combinandolo con la corrente elettrica e la conoscenza dei semiconduttori.

Articoli Interessanti

Rete WAN

Rete WAN

Spieghiamo cos'è una rete WAN e i tipi esistenti. Inoltre, diversi esempi e altri tipi di reti di computer. Le reti WAN incorporano diverse reti più piccole in una. Che cos'è una rete WAN? Nell'informatica, si chiama WAN (acronimo inglese: Wide Area Network , ovvero Wide Area Network) alle connessioni del computer di più grande , vale a dire, la più grande e la più veloce, coprendo una grande porzione geografica del pianeta, quando non il mondo intero. Le r

emergenza

emergenza

Spieghiamo cos'è un'emergenza e quali tipi di emergenza esistono. Inoltre, cos'è un sistema di emergenza. In caso di incendi boschivi, viene generalmente dichiarato lo stato di emergenza. Che cos'è un'emergenza? Un'emergenza è un'attenzione urgente e totalmente imprevista , a causa di un incidente o di un evento imprevisto, e dipende dall'ambito in cui viene utilizzata, questa parola può avere significati diversi. Il

Figure retoriche

Figure retoriche

Vi spieghiamo quali sono le figure retoriche e a cosa servono questi usi del linguaggio. Inoltre, i tipi esistenti e alcuni esempi. Le figure retoriche ordinano le parole per migliorare la loro bellezza interiore. Quali sono le figure retoriche? È noto come figure retoriche - figure letterarie - alcuni usi del linguaggio verbale che si allontanano dall'efficace forma comunicativa, cioè dal modo in cui comunichiamo un'idea concreta, e perseguiamo m È espressivo, elaborato, artistico, divertente o potente per trasmettere la stessa idea. N

osmosi

osmosi

Spieghiamo cos'è l'osmosi e i tipi esistenti. Inoltre, perché è importante, cos'è la diffusione biologica ed esempi di osmosi. L'osmosi fu scoperta nel 1877 dal tedesco Wilhelm Pfeffer. Che cos'è l'osmosi? L'osmosi o l'osmosi è un fenomeno fisico di scambio di materia attraverso una membrana semipermeabile , da un mezzo meno denso a uno di densità superiore, senza incorrere in dispendio di energia a. È un

OAS

OAS

Spieghiamo cos'è OAS e le diverse funzioni di questa organizzazione. Inoltre, i suoi obiettivi e paesi che lo compongono. L'OAS è stato creato il 30 aprile 1948. Cos'è l'OAS? L'OAS è l'Organizzazione degli Stati americani (OAS in inglese), un'organizzazione internazionale di un tribunale panamericano e ambito d'azione regionale, creato il 30 aprile 1948, con l'idea di operare come istanza multilaterale per l'integrazione del continente. La

risparmio

risparmio

Spieghiamo cosa sono i risparmi e quali tipi di risparmi esistono. Inoltre, perché è importante e quali sono le sue differenze con l'investimento. Si riferisce alla percentuale di reddito o reddito non destinata al consumo. Cosa sta salvando? Ha salvato la pratica di separare una parte del reddito mensile di una famiglia, un'organizzazione o un individuo , al fine di accumularlo nel tempo e quindi allocarlo ad altri.