• Tuesday September 21,2021

Materia organica

Spieghiamo cos'è la materia organica e come è classificata. Inoltre, la sua importanza, esempi e differenze con la materia inorganica.

Quando parliamo di materia organica intendiamo quello che è legato alla vita.
  1. Cos'è la materia organica?

La materia organica è tutto ciò che è composto chimicamente attorno al carbonio come i suoi atomi fondamentali, motivo per cui la chimica organica è nota come qu Etica del carbonio. Pertanto, quando parliamo di materia organica ci riferiamo a quello che è legato alla vita: quello che compone i corpi degli esseri viventi, nonché la maggior parte delle loro sostanze e materiali di rifiuti.

Allo stesso tempo, in termini geologici, la materia organica costituisce il primo strato del suolo, composto da resti decomposti di esseri viventi, come piante, animali e residui che forniscono vari nutrienti a organismi produttori, come la vegetazione. I terreni più fertili sono proprio quelli con la maggiore presenza di materia organica.

Vedi anche: Fattori biotici.

  1. Tipi di materia organica

La materia organica è generalmente costituita da:

  • Protenas. Catene lineari di amminoacidi che formano macromolecole con determinate proprietà fisico-chimiche, secondo la loro complessità.
  • Lipidi. Vari tipi di grassi, cioè accumuli di carboidrati che compongono molecole idrofobiche e dense.
  • Azcares. Con questo nome generico, sono noti carboidrati o saccaridi, cioè molecole di carbonio, idrogeno e ossigeno che sono le forme biologiche della biologia. Fonti energetiche.
  1. Materia organica del suolo

La materia organica fresca è costituita da detriti vegetali e rifiuti domestici.

La materia organica del suolo è un prodotto dei vari cicli vitali degli esseri viventi, i cui corpi rilasciano rifiuti e sostanze che, una volta decomposti, formano una massa diversificata, ricca di sostanze nutritive e altamente utilizzabile da organismi autotrofi come le piante.

Di solito si distinguono tre tipi di materia organica in relazione alla costituzione dei suoli:

  • Materia organica fresca Resti di impianti e rifiuti domestici relativamente recenti, con un alto contenuto di zucchero e un elevato valore energetico.
  • Sostanza organica parzialmente decomposta. Sebbene in uno stato di decomposizione, questa materia fornisce un importante contenuto organico e nutritivo al suolo, producendo compost o fertilizzante.
  • Sostanza organica decomposta. Quello che ha un lungo periodo di decomposizione e non contiene troppi nutrienti, ma fornisce supporto per l'assorbimento di acqua nel terreno.
  1. Importanza della materia organica

La presenza di materia organica in decomposizione è della massima importanza nei suoli, come è stato visto, non solo per fornire sostanze nutritive, piante e funghi con altri materiali, come fertilizzante, ma anche modificare le proprietà fisico-chimico del suolo, consentendogli di trattenere più acqua e prevenendone il degrado operando come un tampone di pH, nonché prevenendo violenti sbalzi di temperatura in esso.

D'altra parte, la materia organica è necessaria affinché gli organismi eterotrofi, come gli umani stessi, possano mantenere il nostro metabolismo attivo, poiché non siamo in grado di sintetizzare le sostanze di cui abbiamo bisogno come le piante. Pertanto, tutti gli eterotrofi si nutrono della materia organica dei corpi di altri animali e piante.

Vedi anche: ciclo del carbonio.

  1. Esempi di materia organica

La seta è secreta dai bruchi di alcune farfalle quando tessono sostanze proteiche.

Alcuni esempi comuni di composti organici sono:

  • Benzene e altri idrocarburi come gas naturale o petrolio e suoi derivati, come la benzina.
  • Zuccheri strutturali come la cellulosa proveniente dalle piante, che funge da materiale per formare amidi (come il cotone) o per formare frutti.
  • Il legno degli alberi è una specie di resina che si forma gradualmente durante la vita della pianta e che è composta da vari fogli di cellulosa con lignina.
  • La seta che secerne i bruchi di alcune farfalle, tessendo sostanze proteiche secrete quando è arrivato il momento della metamorfosi.
  • Le ossa di animali morti, compresi quelli dell'essere umano.
  • Le defecazioni degli animali, siano essi erbivori, carnivori o onnivori.
  1. Materia inorganica

La materia inorganica è ciò che non è il prodotto delle reazioni chimiche della vita, ma obbedisce alla logica dell'attrazione elettromagnetica ed elettromagnetica. Ciò non significa che siano sostanze totalmente estranee agli esseri viventi, dal momento che molti di loro sono presenti nei loro corpi o fungono da substrato alimentare.

Mentre la materia organica si forma a causa di processi legati a esseri viventi, inorganica è dovuta a processi elettromagnetici, noti come legami singoli o legami metallici.

  1. Differenze tra materia organica e inorganica

La materia organica può essere decomposta dall'azione di meccanismi biologici.

Le differenze tra materia organica e inorganica possono essere riassunte come segue:

  • L'essenziale: la materia organica è generata da esseri viventi, mentre inorganica si forma a causa di reazioni naturali in cui la vita non interviene.
  • La materia organica è composta chimicamente attorno agli atomi di carbonio, essendo questo il suo elemento fondamentale. L'inorganico, d'altra parte, presenta vari altri elementi al suo posto.
  • La materia organica è biodegradabile, cioè può essere decomposta dall'azione di meccanismi biologici o da un semplice deterioramento, ridotto ai suoi elementi di base. Non così inorganico, che dipende dall'attrazione elettromagnetica (unica).
  • La materia inorganica è generalmente incombustibile e non volatile, mentre i principali carburanti noti sono di origine organica, come il petrolio.
  • La materia organica può avere isomerismo (molecole di uguale costituzione ma diverse proprietà fisico-chimiche, a causa di un diverso orientamento degli atomi), mentre la materia inorganica generalmente no.

Articoli Interessanti

Alimenti transgenici

Alimenti transgenici

Ti spieghiamo cosa sono gli alimenti transgenici e a cosa servono le modificazioni genetiche. Vantaggi e critiche. Queste tecniche di alterazione genetica si applicano, tra l'altro, al mais e alla soia. Cosa sono gli alimenti transgenici? Gli alimenti transgenici sono quelli prodotti da organismi vegetali modificati dall'ingegneria genetica e da altre tecniche di bioingegneria , al fine di garantire loro nuove proprietà e ottenere più raccolti.

deserto

deserto

Spieghiamo cos'è il deserto e i diversi climi che predominano in questo bioma. Inoltre, la flora e la fauna che può ospitare. I `` deserti '' occupano quasi un terzo della superficie del pianeta Terra. Qual è il deserto? È inteso come `` deserto '' un paesaggio bioclimatico (o bioma) caratterizzato da bassi livelli di precipitazioni e indici di precipitazione . (p

filtrazione

filtrazione

Spieghiamo cos'è la filtrazione e i tipi esistenti. Inoltre, alcuni esempi e metodi di separazione delle miscele. La filtrazione ha lo scopo di separare i solidi da un fluido. Qual è la filtrazione? È nota come tecnica di filtrazione per separare i solidi sospesi all'interno di un fluido (liquido o gas), usando un mezzo filtrante: un solido poroso che viene chiamato setaccio, filtro o setaccio. Q

Rivoluzione comunista cinese

Rivoluzione comunista cinese

Vi spieghiamo quale fu la rivoluzione comunista cinese, le sue cause, i suoi stadi e le sue conseguenze. Inoltre, i suoi principali leader. La rivoluzione comunista cinese ha istituito la Repubblica popolare cinese nel 1949. Qual è stata la rivoluzione comunista cinese? È conosciuta come la rivoluzione cinese del 1949, la rivoluzione comunista cinese alla fine della guerra civile cinese .

povertà

povertà

Spieghiamo cos'è la povertà, le sue cause, conseguenze e i tipi di povertà esistenti. Inoltre, figure in Messico e nel mondo. 1 miliardo di persone nel mondo sono in estrema povertà. Che cos'è la povertà? La povertà è una condizione socioeconomica in cui le risorse sono scarse o gli strumenti necessari per acquisirle su base regolare. Coloro

Modello OSI

Modello OSI

Ti spieghiamo in che modo viene utilizzato il modello OSI nelle reti di computer e come funziona. Inoltre, a cosa serve e quali sono i suoi strati. Il modello OSI consente la comunicazione tra diverse reti di computer. Qual è il modello OSI? Il modello OSI (l'acronimo in inglese: Open Systems Interconnection , ovvero " Interconnessione di sistemi aperti"), è un modello di riferimento per i protocolli di comunicazione del reti di computer o reti di computer.