• Thursday September 16,2021

mercantilismo

Ti spieghiamo cos'è il mercantilismo, qual è stata la sua origine e i pilastri che lo compongono. Inoltre, come funziona e critica al riguardo.

Il mercantilismo cerca di formare stati-nazione economicamente robusti.
  1. Che cos'è il commercialismo?

Merchantismo significa l'insieme di idee politiche ed economiche sviluppate in Europa durante il sedicesimo, diciassettesimo e primo secolo del diciottesimo secolo, nel quadro di assolutismo monarchico.

Queste idee proponevano un maggiore intervento dello Stato nell'economia e l'adozione di una serie di misure di protezione alla produzione locale rispetto alla produzione estera, al fine di formare gli Stati -Nazione più solida possibile dal punto di vista economico.

Il `` commercialismo '' suggeriva che la ricchezza delle nazioni era realizzabile solo attraverso un saldo commerciale positivo rispetto allo straniero, quindi era necessario proteggere l'economia locale attraverso forti misure statali, lasciando indietro Logica economica che aveva prevalso in Occidente dal Medioevo: i crematici.

Secondo quest'ultimo, un'eredità al mondo cristiano degli antichi filosofi greci (Talete di Mileto, Platone, Aristotele), i prestiti e l'usura erano contro-naturali, un esercizio disumanizzante; giudizio in cui i cristiani erano d'accordo, perché tale condotta comportava il peccato dell'avidità.

Il `` merchantismo '' pone fine a questo pensiero e apre le monarchie europee al sistema capitalista, nato nell'Italia del XIV secolo. Passo alle nuove teorie economiche, fisiche e liberali. Si stima che all'inizio del XIX secolo il `` mercantesimo '' fosse completamente scomparso . I loro tentativi di risurrezione sono etichettati come neomercantilismo.

Ti può servire: il liberalismo.

  1. Origine del mercantilismo

Come è stato detto, il mercantilismo sembra introdurre nel capitalismo le monarchie assolutiste europee, che erano già emerse nell'Italia rinascimentale, e sarà la teoria economica prevalente in tutto l'età moderna (dal XVI al XVIII secolo).

Contrassegnerà anche l'apparizione degli stati-nazione e dell'Antico Regime nell'Europa occidentale, opponendo lo Stato e il suo controllo economico ai poteri spirituali della Chiesa cattolica Lica.

  1. Colonne del mercantilismo

Il controllo delle esportazioni ha fornito allo Stato un modello di protezione dell'economia locale.

I pilastri del mercantilismo erano tre principi economici, valutati distintamente da ciascuno degli aspetti e delle varianti che questo modello rappresentava nella realtà. Questi pilastri erano:

  • Le relazioni tra potere politico ed economico . Quelli che una volta erano casi separati, iniziarono ad avere una relazione di controllo e reciprocità. Il potere politico, rappresentato dalla monarchia assolutista, assunse il suo ruolo nella condotta economica della società e decise di intraprendere la costruzione di un ricco stato-nazione, che aveva abbastanza capitale per i suoi numerosi progetti.
  • Il controllo della valuta . L'unificazione del mercato interno, l'aumento della popolazione e il privilegio della produzione interna hanno marciato a difesa del capitale nazionale, più che altro in termini di agricoltura, miniere e produzione. Ha anche cercato di avere una popolazione numerosa e laboriosa dietro la valuta.
  • L'interferenza dello stato nell'economia . Il controllo delle esportazioni (era vietata l'esportazione di materie prime, ma il resto delle eccedenze di produzione erano ampiamente esportate) e in particolare delle importazioni (le tariffe, bloccate con barriere, erano ostacolate, tranne nel caso di materie prime scarse in il paese), ha dato allo Stato la ruota di un modello di protezione dell'economia locale.
  1. Come funziona il mercantilismo?

Il funzionamento del mercantilismo risponde a nove principi fondamentali (le nove regole di Von Hornick), che sono stati applicati in modo diverso e individuale in ciascuno degli stati-nazione europei, in base alle loro esigenze e particolarità. Questi principi sono:

  • L'uso dell'intero territorio nazionale per l'agricoltura, l'estrazione e la produzione.
  • Dedica tutta la materia prima del paese alle industrie nazionali, poiché i beni manufatti valgono più delle materie prime a livello internazionale.
  • Promuovere una popolazione abbondante e attiva.
  • Proibire le esportazioni di metalli preziosi e mantenere in circolazione la valuta nazionale.
  • Ostacola l'importazione di merci straniere.
  • Importa i beni necessari in cambio di altri beni scarsi e non del pagamento di oro e argento.
  • Limitare le importazioni a scarse materie prime nel paese.
  • Vendi il surplus della produzione fabbricata all'estero, in pagamenti di oro e argento.
  • Non consentire l'importazione di beni prodotti e disponibili nel paese.
  1. Critiche al mercantilismo

Il mercantilismo aveva numerosi detrattori, che lo accusavano di non comprendere i vantaggi del commercio e del vantaggio comparato . Teorici come David Hume hanno denunciato l'impossibilità del mercantilismo di mantenere sempre un saldo commerciale favorevole (maggiori esportazioni rispetto alle importazioni) e un eccessivo interesse per i metalli preziosi come l'oro e l'argento, che sono monopolizzati dal Lo stato ha perso il suo valore commerciale e dovrebbe piuttosto essere trattato come qualsiasi altro bene scarso.

Infine, il mercantilismo fu sostituito nel diciannovesimo secolo dalle teorie del liberalismo e del `` laissez-faire '' proposte da Adam Smith.

Articoli Interessanti

predazione

predazione

Spieghiamo cos'è la predazione, i tipi di predazione esistenti ed esempi. Inoltre, qual è la concorrenza? I predatori hanno organi olfattivi che consentono loro di rilevare la loro preda. Che cos'è la predazione? La predazione è una relazione biologica in cui un individuo di una specie animale caccia un altro per sopravvivere . In

antropologa

antropologa

Ti spieghiamo cos'è l'antropologia e come nasce questa scienza. Inoltre, riassunto della sua storia e dei rami dell'attuale antropologia. L'antropologia si concentra sullo studio dell'uomo. Che cos'è l'antropologia? L'antropologia è una scienza sociale, che si concentra sullo studio dell'uomo nella sua forma integrale, un'altra definizione si riferisce allo studio dell'essere umano nelle sue diverse forme storiche. I

Rinascimento

Rinascimento

Spieghiamo cos'è il Rinascimento, il movimento culturale che ebbe luogo nel XV e XVI secolo. Architettura, pittura, scultura, musica. Gli artisti sono stati interiorizzati nelle tecniche di ritratto e prospettiva. Cos'è il Rinascimento? Il Rinascimento è un movimento culturale caratterizzato da un ritorno alle idee e agli ideali culturali dell'antica Grecia e di Roma . A

Genere letterario

Genere letterario

Spieghiamo cos'è un genere letterario, i quattro generi esistenti e la loro storia. Inoltre, quali sono i sottogeneri lirici e narrativi. Il genere letterario ci aiuta a capire di cosa tratta un libro. Che cos'è un genere letterario? Si chiama genere letterario ogni categoria specifica in cui i testi letterari possono essere classificati , in base alle caratteristiche della loro struttura, il suo contenuto specifico o i meccanismi che utilizza per produrre l'effetto estetico che persegue.

liberalismo

liberalismo

Ti spieghiamo cos'è il liberalismo e un po 'di storia su questa corrente ideologica. Inoltre, i diversi significati di questo termine. Le dottrine di Voltaire erano fondamentali alla base del liberalismo. Che cos'è il liberalismo? Il liberalismo è una corrente ideologica di pensiero che considera che le persone dovrebbero godere di una completa libertà civile , contraria a qualsiasi tipo di dispotismo o assolutismo, e si basa sul primato delle persone come individui liberi. La

Pianificazione in amministrazione

Pianificazione in amministrazione

Vi spieghiamo cosa sta pianificando in amministrazione, i suoi principi, elementi e classificazione. Inoltre, il processo amministrativo. La pianificazione può guidare le azioni dell'azienda per un uso efficiente delle sue risorse. Cosa sta pianificando in amministrazione? In un'organizzazione, la pianificazione è la definizione di una strategia che consente di raggiungere una serie di obiettivi prestabiliti.