• Thursday September 16,2021

Modello di sostituzione delle importazioni (ISI)

Spieghiamo quale sia il modello di sostituzione delle importazioni, i suoi obiettivi, vantaggi, svantaggi e altre caratteristiche.

Il modello di sostituzione delle importazioni crea condizioni favorevoli per l'industria.
  1. Importa modello di sostituzione

Il modello di sostituzione delle importazioni, chiamato anche industrializzazione di sostituzione delle importazioni (ISI), è il modello di sviluppo economico adottato da numerosi paesi nelle Americhe. America Latina e altre regioni del cosiddetto Terzo mondo durante i primi del Novecento, in particolare nel dopoguerra delle due guerre mondiali (dal 1918 e dal 1945).

Come suggerisce il nome, questo modello consiste nella sostituzione delle importazioni con prodotti fabbricati a livello nazionale . Ciò richiede la costruzione di un'economia indipendente.

Ciò era particolarmente necessario in tempi di drastico declino dei prodotti realizzati nel polo industriale europeo, a seguito sia della Grande Depressione del 1929, sia della devastazione delle guerre mondiali.

Per raggiungere l'industrializzazione mediante sostituzione delle importazioni, era essenziale disporre di uno Stato forte e protezionistico in America Latina, che effettuerà importanti interventi sulla bilancia commerciale nazionale .

Le misure adottate includevano l'applicazione di tariffe all'importazione, alti tassi di cambio, sussidi e sostegno ai produttori locali. Un'intera serie di misure che aspiravano a rafforzare le industrie nazionali e rendere il consumo locale indipendente dalle industrie di potenze internazionali.

Ti può servire: commercio internazionale

  1. Origine del modello ISI

La sostituzione delle importazioni ha una storia antica nel mercantilismo dell'Europa coloniale del diciassettesimo secolo, in particolare nelle tasse doganali del ministro di Luigi XIV in Francia, Jean Baptiste Colbert. L'idea era di raggiungere un saldo commerciale favorevole, che consentisse l'accumulo di riserve monetarie.

Ma l'idea contemporanea dell'ISI nasce in un contesto storico di grande depressione economica in Europa . Questa crisi ebbe un grave impatto sull'economia delle nazioni periferiche, caratterizzata dalla loro grande dipendenza fin dai tempi post-coloniali.

Vedendo la loro economia in crisi, le nazioni europee decisero di minimizzare l'acquisto di beni importati o di valutarli con tariffe elevate. Così hanno cercato di proteggere il proprio consumo e mitigare l'effetto del crollo delle loro valute.

Logicamente, ciò ha causato una significativa riduzione delle valute dei paesi del Terzo mondo, principalmente fornitori di materie prime, ma importatori di tutto il resto. Per mantenere il loro consumo, hanno optato per questo modello come meccanismo per rispondere alla crisi globale, proponendo di industrializzare le loro nazioni da sole.

  1. Obiettivi del modello ISI

L'obiettivo fondamentale dell'ISI ha a che fare con lo sviluppo e la crescita dell'apparato produttivo locale delle nazioni del cosiddetto Terzo mondo. Per questo, iniziano a produrre quei beni tradizionalmente importati gradualmente.

La bilancia commerciale dei paesi dipende dall'esportazione (che genera valuta estera) e dall'importazione (che la consuma), quindi una bilancia commerciale sana implica una maggiore esportazione. L'idea era di abbandonare il modello economico dipendente, che importava gran parte dei suoi beni di consumo, essendo particolarmente suscettibile alle influenze straniere.

  1. Caratteristiche del modello ISI

Oltre a promuovere il consumo interno, l'ISI facilita le esportazioni.

Al fine di raggiungere l'ISI, era essenziale che lo Stato offrisse vantaggi e incentivi economici locali, nonché un sistema di protezione dei prodotti nazionali, per costruire artificialmente determinate condizioni economiche favorevoli all'industria. luogo nascente.

In quel senso, era un modello di crescita dello sviluppo, focalizzato sulla crescita indoor. Pertanto, le principali misure e strategie di sostituzione delle importazioni sono state:

  • Molti sussidi ai produttori locali, in particolare all'industria.
  • Tassazione, tariffe e barriere (limitazioni) sulle importazioni .
  • Evitare o ostacolare gli investimenti diretti esteri nel paese.
  • Promuovere il consumo di prodotti locali anziché stranieri, nonché consentire e promuovere le esportazioni .
  • Sopravvalutare la valuta locale, per ridurre i costi di acquisto di forniture e macchinari all'estero e allo stesso tempo rendere il prodotto locale più costoso.
  • Facilitare l' accesso burocratico al credito per la crescita locale.
  1. Fasi del modello ISI

L'ISI è stata pianificata sulla base di due fasi riconoscibili:

  • Primo stadio Blocco e rifiuto dell'importazione di prodotti fabbricati all'estero, attraverso regimi tariffari e altri ostacoli, mentre gli incentivi economici e altre misure di protezione sono applicati all'industria manifatturiera locale.
  • Secondo stadio Progressi nella sostituzione dei beni di consumo verso i settori di consumo intermedi e durevoli, investendo in esso l'insieme di capitale risparmiato durante la prima fase, ovvero uno stock di valute nazionali.
  1. Vantaggi e svantaggi del modello ISI

Come qualsiasi altro modello economico, la sostituzione delle importazioni presentava vantaggi e svantaggi. Tra i vantaggi ci sono:

  • Aumento dell'occupazione locale a breve termine.
  • Aumento dello stato sociale e migliori garanzie sociali per il lavoratore.
  • Meno dipendenza locale dai mercati internazionali e dalle loro fluttuazioni.
  • Fioritura di piccole e medie industrie in tutto il paese.
  • Riduzione del costo del trasporto locale, che a sua volta ha ridotto i costi finali del prodotto, abbassando la merce e promuovendo il consumo.
  • Aumento del consumo locale e miglioramento della qualità della vita.

D'altra parte, la sostituzione delle importazioni ha comportato i seguenti svantaggi :

  • Aumento generale graduale dei prezzi, risultato dell'imprevisto aumento dei consumi.
  • Aspetto dei monopoli e degli oligopoli statali, a seconda di chi ha aderito agli stimoli e ai benefici.
  • L'intervento statale ha indebolito i meccanismi naturali di autoregolazione del mercato .
  • A medio e lungo termine, vi è stata una tendenza all'anchilosaggio e all'obsolescenza nelle industrie locali, dato che mancavano di concorrenza e quindi di aggiornamento tecnologico.
  1. Applicazione in Messico

Il caso messicano è importante nel continente, insieme all'argentino. Dobbiamo considerare che la fine della rivoluzione messicana nel 1920 ha facilitato il miglioramento della qualità della vita dei gruppi contadini e indigeni, che avevano partecipato in modo significativo alle rivolte popolari e che ora erano i destinatari chiave dell'attenzione dello Stato.

I governi dell'epoca nazionalizzarono le industrie petrolifere e minerarie, così come le ferrovie e altri trasporti che erano in mani straniere. Così, quando Lzarino Cárdenas assunse la presidenza, il Messico aveva affrontato la Grande Depressione.

Fu allora che iniziò l'ISI, promuovendo la crescita verso l'interno: l'aumento della rete stradale, la spinta al settore agricolo e la riduzione del controllo estero sull'economia locale. Tutto ciò ha richiesto allo Stato un ruolo guida nell'ordine economico della nazione.

Così, quando arrivarono gli anni '40, il settore manifatturiero messicano era uno dei più dinamici della regione . Ha potuto trarre vantaggio dagli investimenti pubblici sotto forma di sussidi ed esenzioni tariffarie, nonché dalla crescita delle esportazioni verso altri paesi dell'America Latina.

Continua con: Neoliberismo


Articoli Interessanti

predazione

predazione

Spieghiamo cos'è la predazione, i tipi di predazione esistenti ed esempi. Inoltre, qual è la concorrenza? I predatori hanno organi olfattivi che consentono loro di rilevare la loro preda. Che cos'è la predazione? La predazione è una relazione biologica in cui un individuo di una specie animale caccia un altro per sopravvivere . In

antropologa

antropologa

Ti spieghiamo cos'è l'antropologia e come nasce questa scienza. Inoltre, riassunto della sua storia e dei rami dell'attuale antropologia. L'antropologia si concentra sullo studio dell'uomo. Che cos'è l'antropologia? L'antropologia è una scienza sociale, che si concentra sullo studio dell'uomo nella sua forma integrale, un'altra definizione si riferisce allo studio dell'essere umano nelle sue diverse forme storiche. I

Rinascimento

Rinascimento

Spieghiamo cos'è il Rinascimento, il movimento culturale che ebbe luogo nel XV e XVI secolo. Architettura, pittura, scultura, musica. Gli artisti sono stati interiorizzati nelle tecniche di ritratto e prospettiva. Cos'è il Rinascimento? Il Rinascimento è un movimento culturale caratterizzato da un ritorno alle idee e agli ideali culturali dell'antica Grecia e di Roma . A

Genere letterario

Genere letterario

Spieghiamo cos'è un genere letterario, i quattro generi esistenti e la loro storia. Inoltre, quali sono i sottogeneri lirici e narrativi. Il genere letterario ci aiuta a capire di cosa tratta un libro. Che cos'è un genere letterario? Si chiama genere letterario ogni categoria specifica in cui i testi letterari possono essere classificati , in base alle caratteristiche della loro struttura, il suo contenuto specifico o i meccanismi che utilizza per produrre l'effetto estetico che persegue.

liberalismo

liberalismo

Ti spieghiamo cos'è il liberalismo e un po 'di storia su questa corrente ideologica. Inoltre, i diversi significati di questo termine. Le dottrine di Voltaire erano fondamentali alla base del liberalismo. Che cos'è il liberalismo? Il liberalismo è una corrente ideologica di pensiero che considera che le persone dovrebbero godere di una completa libertà civile , contraria a qualsiasi tipo di dispotismo o assolutismo, e si basa sul primato delle persone come individui liberi. La

Pianificazione in amministrazione

Pianificazione in amministrazione

Vi spieghiamo cosa sta pianificando in amministrazione, i suoi principi, elementi e classificazione. Inoltre, il processo amministrativo. La pianificazione può guidare le azioni dell'azienda per un uso efficiente delle sue risorse. Cosa sta pianificando in amministrazione? In un'organizzazione, la pianificazione è la definizione di una strategia che consente di raggiungere una serie di obiettivi prestabiliti.