• Thursday September 16,2021

Movimento operaio

Ti spieghiamo cos'è il movimento operaio, qual è la sua origine e caratteristiche. Inoltre, le sue conseguenze, i risultati e le ideologie.

Quando non esisteva una legislazione sul lavoro, i datori di lavoro decidevano i salari.
  1. Qual è il movimento operaio?

Il movimento operaio è un fenomeno sociale e politico che ha le sue origini in Inghilterra nel XVIII secolo . L'obiettivo principale di questo fenomeno era quello di migliorare il benessere dei lavoratori e derivava dalla Rivoluzione industriale e dai cambiamenti che ne derivarono.

La prima fase dell'industrializzazione è stata caratterizzata dalla piena libertà dei datori di lavoro (settore chiamato burgues a ) sulle condizioni di lavoro dei loro lavoratori (settore chiamato proletariato ). In un contesto in cui non esisteva una legislazione sul lavoro, furono gli uomini d'affari a decidere sui salari o sull'estensione dell'orario di lavoro dei lavoratori.

Vedi anche: classe operaia.

  1. Origine del movimento operaio

L'orario di lavoro era eccessivo e né i bambini né le donne erano esclusi.

L'origine del movimento sociale risponde a una serie di condizioni che hanno portato i lavoratori a prendere coscienza di classe e raggrupparsi per richiedere una serie di miglioramenti. Alcuni dei motivi che hanno portato alla formazione del movimento operaio hanno a che fare con:

  • Concentrazione. La classe proletaria si concentrò sui centri industriali, il che consentì loro di mantenere contatti reciproci.
  • Cattive condizioni di lavoro. L'orario di lavoro era eccessivo e nessun bambino o donna era escluso.
  • Stipendi bassi Oltre alle ore estreme, i lavoratori avevano salari che non permettevano nemmeno loro di coprire i loro bisogni di base.
  • Il sovraffollamento. I lavoratori vivevano in periferia in condizioni di sovraffollamento e mancanza di igiene, dove erano infettati da epidemie e malattie di ogni tipo.

A questo malessere che i lavoratori stavano attraversando si aggiunse l'impatto che la Rivoluzione francese ebbe, in cui valori come la democrazia, la politica e la solidarietà favorirono la lotta per i diritti umani.

In questo contesto, operai di vari campi (come vecchi artigiani o tessitori inglesi) si organizzarono in confraternite, prendendo come modello le corporazioni medievali . Pertanto, i lavoratori iniziarono ad aiutarsi a vicenda e chiedevano miglioramenti del lavoro e, nel tempo, iniziarono a mettere in discussione l'industrializzazione.

I primi a ripudiare le condizioni economiche furono i luddisti, un movimento sindacale emerso nella Gran Bretagna del diciannovesimo secolo e si oppose fermamente all'incorporazione dei macchinari nei processi di produzione tessile.

Il loro rifiuto li ha portati a bruciare macchinari e questo atteggiamento ha iniziato a essere imitato dai lavoratori rurali. Questo processo fu l'inizio dei diversi movimenti che iniziarono ad essere organizzati non più contro i macchinari ma verso i datori di lavoro, a causa delle condizioni di lavoro imposte ai lavoratori.

  1. Caratteristiche del movimento operaio

Alcune delle caratteristiche che identificano il movimento operaio sono le seguenti:

  • Due combattimenti Il movimento operaio ha lottato principalmente per raggiungere due problemi:
    • Migliori condizioni di lavoro Tra i miglioramenti vi sono, ad esempio, salari migliori, orario di lavoro limitato e sicurezza.
    • Diritti politici. Come libertà di espressione, voto e associazione.
  • Dialogo costante. Il movimento operaio è stato caratterizzato dal gran numero di dibattiti e dialoghi promossi all'interno.
  • Negoziazione. La negoziazione era il meccanismo che usavano per raggiungere i loro obiettivi.
  • Sindacati. I lavoratori sono stati raggruppati in sindacati, ad esempio, per filiale o per azienda. Coloro che compongono questi gruppi, anche oggi, sono conosciuti come sindacalisti.
  • Manifestazioni e scioperi. Al momento delle rivendicazioni, ribellione, scioperi, manifestazioni e altri eventi pubblici erano una valuta comune all'interno del movimento operaio.
  • Il lavoro di squadra. Una delle qualità che maggiormente caratterizzava il movimento sociale era l'idea che, per ottenere qualcosa, si lavorasse in una squadra. Quando ha presentato un reclamo o un miglioramento, è stato sempre fatto collettivamente, non individualmente.
  1. Conseguenze del movimento operaio

Alcune richieste da parte dei sindacati sono state esagerate per i loro datori di lavoro.

Al di là delle conquiste della lotta del movimento operaio nel corso della giornata, la lotta e la ribellione dei lavoratori hanno portato alcuni problemi e scontri con alcuni settori sociali .

I lavoratori sono stati vittime dell'oppressione dei loro datori di lavoro, non solo per le loro azioni ma anche per le loro ideologie. Hanno anche ricevuto il rifiuto di buona parte della società, per aver fatto appello a meccanismi non pacifici quando hanno combattuto per le loro pretese, oltre alla repressione da parte delle forze di sicurezza del stato.

Alcune richieste da parte dei sindacati sono state esagerate per i loro datori di lavoro, il che ha causato anche licenziamenti di massa.

  1. Risultati del movimento operaio

Alcuni dei risultati della lotta dei lavoratori si riflettono nei miglioramenti del lavoro, come i seguenti:

  • Limitazione dell'orario di lavoro.
  • Divieto del lavoro minorile.
  • L'adozione di leggi che garantiscono la sicurezza in fabbrica.
  • Il divieto di donne e adolescenti che lavorano nelle miniere.
  • L'emergere di sistemi di sicurezza sociale.
  1. Ideologie del movimento operaio

Il socialismo scientifico prende le idee e le teorie di Karl Marx.

Sulla scia della rivoluzione industriale e della formazione del movimento operaio, sono emerse alcune ideologie che hanno affrontato le disuguaglianze e le ingiustizie della società capitalista, come le seguenti:

  • Socialismo utopico. I pensatori che si identificarono con questo proposero un sistema economico che non favoriva gli stessi livelli di ingiustizia e disuguaglianza che caratterizzavano il capitalismo. Lo chiamavano `` pico '' perché non erano d'accordo con l'esistenza di un tale sistema. Alcuni dei referenti di questa corrente ideologica sono Henry de SaintSimon, Charles Fourier e Robert Owen.
  • Il Babuvismo. Questa corrente ideologica è nata in Francia ed è stata integrata da referenti che hanno sostenuto la Repubblica dei Pari. Il suo nome è dovuto al cognome del suo fondatore, Gracco Babeuf. Oltre alla loro lotta per una repubblica alla pari, hanno adottato misure per migliorare la situazione dei settori sociali più poveri.
  • Anarchismo. Come il socialismo, questa corrente ideologica solleva l'eradicazione del capitalismo. La differenza con il socialismo sta nelle modalità per ottenere tale eliminazione: gli anarchici rifiutano qualsiasi tipo di autorità.
  • Marxismo o socialismo scientifico. Coloro che prendono le idee e le teorie di Karl Marx integrano questa corrente.

Articoli Interessanti

predazione

predazione

Spieghiamo cos'è la predazione, i tipi di predazione esistenti ed esempi. Inoltre, qual è la concorrenza? I predatori hanno organi olfattivi che consentono loro di rilevare la loro preda. Che cos'è la predazione? La predazione è una relazione biologica in cui un individuo di una specie animale caccia un altro per sopravvivere . In

antropologa

antropologa

Ti spieghiamo cos'è l'antropologia e come nasce questa scienza. Inoltre, riassunto della sua storia e dei rami dell'attuale antropologia. L'antropologia si concentra sullo studio dell'uomo. Che cos'è l'antropologia? L'antropologia è una scienza sociale, che si concentra sullo studio dell'uomo nella sua forma integrale, un'altra definizione si riferisce allo studio dell'essere umano nelle sue diverse forme storiche. I

Rinascimento

Rinascimento

Spieghiamo cos'è il Rinascimento, il movimento culturale che ebbe luogo nel XV e XVI secolo. Architettura, pittura, scultura, musica. Gli artisti sono stati interiorizzati nelle tecniche di ritratto e prospettiva. Cos'è il Rinascimento? Il Rinascimento è un movimento culturale caratterizzato da un ritorno alle idee e agli ideali culturali dell'antica Grecia e di Roma . A

Genere letterario

Genere letterario

Spieghiamo cos'è un genere letterario, i quattro generi esistenti e la loro storia. Inoltre, quali sono i sottogeneri lirici e narrativi. Il genere letterario ci aiuta a capire di cosa tratta un libro. Che cos'è un genere letterario? Si chiama genere letterario ogni categoria specifica in cui i testi letterari possono essere classificati , in base alle caratteristiche della loro struttura, il suo contenuto specifico o i meccanismi che utilizza per produrre l'effetto estetico che persegue.

liberalismo

liberalismo

Ti spieghiamo cos'è il liberalismo e un po 'di storia su questa corrente ideologica. Inoltre, i diversi significati di questo termine. Le dottrine di Voltaire erano fondamentali alla base del liberalismo. Che cos'è il liberalismo? Il liberalismo è una corrente ideologica di pensiero che considera che le persone dovrebbero godere di una completa libertà civile , contraria a qualsiasi tipo di dispotismo o assolutismo, e si basa sul primato delle persone come individui liberi. La

Pianificazione in amministrazione

Pianificazione in amministrazione

Vi spieghiamo cosa sta pianificando in amministrazione, i suoi principi, elementi e classificazione. Inoltre, il processo amministrativo. La pianificazione può guidare le azioni dell'azienda per un uso efficiente delle sue risorse. Cosa sta pianificando in amministrazione? In un'organizzazione, la pianificazione è la definizione di una strategia che consente di raggiungere una serie di obiettivi prestabiliti.