• Sunday January 16,2022

Organismi multicellulari

Vi spieghiamo cosa sono gli organismi pluricellulari, come sono nati e le loro caratteristiche. Inoltre, le sue funzioni vitali e gli esempi.

Molti organismi pluricellulari derivano dall'unione sessuale di due gameti.
  1. Cosa sono gli organismi pluricellulari?

Gli organismi multicellulari sono chiamati tutte quelle forme di vita i cui corpi sono composti da una varietà di cellule organizzate, gerarchiche e specializzate, le cui operazioni congiunte garantiscono la stabilità della vita. Queste cellule integrano tessuti, organi e sistemi, che non possono essere separati dal set ed esistono indipendentemente.

Molti organismi pluricellulari derivano sempre da una singola cellula chiamata zigote, il risultato dell'unione sessuale di due gameti (femmina e maschio). Lo zigote è suddiviso in forma accelerata durante la gestazione, formando la totalità del corpo della creatura che, dalla sua nascita, inizia a crescere. Tuttavia, esistono anche organismi pluricellulari in grado di riprodursi in modo asessuato, come piante e funghi.

In generale, i regni della vita che hanno organismi pluricellulari sono tre : animalia, plantae e funghi. Nelle cellule di questi esseri viventi c'è un nucleo cellulare con il DNA completo dell'individuo, cioè sono organismi eucariotici.

Vedi anche: Regni biologici.

  1. Origine degli organismi pluricellulari

Nella cellularizzazione un organismo unicellulare ha sviluppato diversi nuclei e quindi è stato diviso.

Non è noto come siano nati esattamente i primi organismi multicellulari dalla primitiva vita unicellulare, ma ci sono tre teorie al riguardo:

  • La teoria simbiotica Gli organismi pluricellulari sarebbero il prodotto evolutivo di un nuovo tipo di relazione di cooperazione tra due o più cellule di specie diverse il cui trattamento era così vicino da finire per formare lo stesso individuo.
  • La teoria della cellizzazione. Secondo questa teoria, i primi organismi multicellulari sarebbero sorti quando un organismo unicellulare avesse sviluppato diversi nuclei, dividendo in seguito il suo citoplasma per mezzo di nuove membrane plasmatiche per dare a ciascun nucleo un'indipendenza che finiva per essere una cellula all'interno di un'altra cellula.
  • La teoria coloniale In questo caso si presume che la vita coloniale congiunta di cellule dello stesso tipo e specie abbia prodotto un meccanismo di simbiosi sempre più complesso, che ha portato a una distribuzione del lavoro riproduttivo, consentendo al resto della colonia di dedicarsi alla formazione di tessuti con un altro tipo di funzioni
  1. Caratteristiche degli organismi pluricellulari

Gli organismi eterotrofi consumano materia organica da altri esseri viventi.

Gli organismi multicellulari hanno vari gradi di complessità poiché possono variare da una piccola alga a un elefante o una sequoia gigante . I loro corpi sono costituiti da milioni di cellule integrate in organi e tessuti che funzionano in modo coordinato e indipendente e sono chiamati "sistemi". La vita dell'individuo dipende dal corretto funzionamento di questi sistemi, quindi una volta avvenuta la morte, per qualsiasi motivo, tutte le cellule del corpo moriranno gradualmente (perché sono interdipendenti).

Le cellule di questi organismi possono essere a grandi linee di due diversi tipi: quelle dotate del DNA completo dell'individuo (cellule somatiche) e altre che ne hanno solo la metà e sono create per scopi riproduttivi sessuali (cellule germinali o gameti). Tuttavia, ogni cellula del corpo ha una funzione, una serie di istruzioni biologiche e può essere sacrificata per il bene degli altri. Ciò implica alti livelli di comunicazione cellulare, cooperazione e specializzazione.

Gli organismi multicellulari possono essere autotrofi (come le piante) se possono sintetizzare i nutrienti del corpo dalla materia inorganica e dall'energia naturale (come la luce solare) e gli eterotrofi se richiedono il consumo di materia organica da altri esseri viventi per la loro ossidazione e quindi ottenere energia chimica per sostenere il metabolismo.

  1. Funzioni vitali degli organismi pluricellulari

Gli organismi multicellulari crescono secondo un piano genetico stabilito.

Gli organismi multicellulari svolgono, come quelli unicellulari, le funzioni vitali di base, ma lo fanno da processi molto più complessi che comportano la sostituzione di vecchie cellule con nuove cellule e Generazione di nuovi tessuti.

  • Nutricin. Gli organismi multicellulari hanno un sistema digestivo costituito da un insieme di organi e tessuti responsabili della preparazione, della dissoluzione e della digestione del cibo, in modo che i loro nutrienti entrino nel metabolismo e si traducano in energia per sostenere tutto il Cellule del corpo.
  • Crescita. Se la crescita di organismi unicellulari è limitata dalle dimensioni della cellula, nel caso di cellule multicellulari è il numero di esse secondo il modello articolare stabilito nel DNA. Gli organismi multicellulari crescono secondo un piano genetico stabilito e in base alla disponibilità di nutrienti in modo da generare e incorporare nel sistema nuove cellule aggiuntive.
  • Riproduzione. La riproduzione delle cellule dell'organismo pluricellulare è costante poiché vengono generati sostituti per i tessuti danneggiati, per le cellule vecchie e in via di morte o per adempiere a compiti specifici La fisica come le cellule difensive. D'altra parte, l'organismo nel suo complesso si riproduce una volta raggiunta la maturità, per mezzo di vari meccanismi asessuati o sessuali, a seconda della specie. In ogni caso, alcuni tipi di cellule riproduttive vengono generati e sono responsabili della costruzione di un nuovo individuo completo (al contrario dei processi di bipartizione della vita a cellula singola in cui un individuo ne lascia due).
  1. Esempi di organismi pluricellulari

Un esempio di organismi pluricellulari sono tutti i tipi di funghi.

Ci sono milioni di esempi di organismi pluricellulari nel mondo che ci circonda: noi stessi siamo un caso perfetto. Alcuni esempi sono:

  • Tutti gli animali Territoriale, marino, volante, vertebrato o no, dagli insetti ai rettili e attraverso i mammiferi e gli uccelli.
  • Tutti i funghi Tanti sapriti come parassiti, in tutti gli habitat, con la notevole eccezione dei lieviti.
  • Tutte le piante Fatta eccezione per alcuni casi di alghe unicellulari, il regno delle piante è composto da organismi pluricellulari, indipendentemente dall'habitat o dalla complessità strutturale che presentano.
  1. Organismi monocellulari

Gli organismi unicellulari sono spesso classificati come protisti o batteri.

Un organismo unicellulare è un modo di vivere il cui corpo è composto da una singola cellula . Queste cellule non formano alcun tipo di tessuto, struttura o corpo insieme ad altri del loro genere, sebbene possano vivere insieme come una colonia. Sono, quindi, organismi microscopici il cui corpo è una singola cellula. Sono spesso classificati come protisti (quando sono eucarioti, cioè hanno un nucleo cellulare) o batteri e archaea (quando sono procarioti, cioè mancano di un nucleo cellulare).

Segui in: Organismi unicellulari.


Articoli Interessanti

intuizione

intuizione

Spieghiamo cos'è l'intuizione e come sapere cosa non è intuizione. Inoltre, la sua definizione secondo la scienza e diversi significati. L'intuizione non ha bisogno di ragionamenti logici. Che cos'è l'intuizione? Il sentimento è la capacità di capire le cose all'istante , è anche usato come sinonimo di sentimento, cioè per avere la sensazione che qualcosa accadrà o sarà In un certo modo. Ad esem

sport

sport

Spieghiamo cos'è lo sport e quali sono i suoi benefici. Breve rassegna storica. I giochi olimpici e la professionalizzazione di questo sport. L'origine degli sport classici risale a ca. all'anno 4000 a. C. Che cos'è lo sport? Lo sport è un'attività fisica svolta da una o un gruppo di persone seguendo una serie di regole e all'interno di uno spazio fisico specifico. Lo

Fonti d'informazione

Fonti d'informazione

Vi spieghiamo quali sono le fonti di informazione in un'indagine e come sono classificate. Inoltre, come identificare fonti affidabili. Allo stato attuale, le fonti di informazione possono essere fisiche o digitali. Quali sono le fonti di informazione? In un'indagine, parliamo di fonti di informazioni o fonti documentarie per fare riferimento all'origine di determinate informazioni, ovvero il supporto in cui troviamo informazioni e per le quali possiamo fare riferimento a terze parti che, a sua volta, lo recuperano da soli

Modalità di produzione asiatica

Modalità di produzione asiatica

Vi spieghiamo quale sia la modalità di produzione asiatica secondo il marxismo e il dibattito sollevato su questo concetto. Nella modalità di produzione asiatica il controllo dell'acqua è fondamentale per l'economia. Qual è la modalità di produzione asiatica? Il modo di produzione asiatico, secondo i postulati del marxismo, è un tentativo di applicare il concetto di modi di produzione con cui Karl Marx ha studiato e analizzato la storia economica dall'ovest, alle società non occidentali che hanno avuto sviluppi rivoluzionari diversi. È un

Boom dell'America Latina

Boom dell'America Latina

Spieghiamo quale sia il boom latinoamericano in letteratura, le sue caratteristiche e i temi ricorrenti. Inoltre, gli autori più importanti. Autori come Miguel Asturias hanno cambiato i paradigmi della letteratura latinoamericana. Qual è stato il boom latinoamericano? Il termine Boom latinoamericano significa fenomeno letterario ed editoriale che ebbe luogo tra gli anni '60 e '70 , quando le opere letterarie di un gruppo di giovani scrittori latinoamericani furono ampiamente distribuite e apprezzato in Europa e in gran parte del mondo.

ptica

ptica

Ti spieghiamo cos'è l'ottica, la sua storia, l'impatto su altre scienze e come differiscono l'ottica fisica, geometrica e moderna. L'ottica studia le proprietà della luce e come possono essere utilizzate. Cos'è l'ottica? L'ottica è una branca della fisica dedicata allo studio della luce visibile : le sue proprietà e il suo comportamento. Ana