• Thursday October 1,2020

plastica

Spieghiamo cos'è la plastica, i tipi esistenti e i vari usi di questo polimero. Inoltre, la sua storia e le sue diverse proprietà.

Le materie plastiche sono materiali sintetici e derivati ​​del petrolio.
  1. Qual è la plastica?

La plastica è il nome generico e comune dato a una serie di sostanze con struttura molecolare e caratteristiche chimico-fisiche simili, la cui più grande virtù è avere elasticità e flessibilità su un intervallo di temperature, permettendo così il suo stampaggio e adattamento a varie forme. Questo nome deriva dalla sua eminente plasticità, cioè dalla sua facilità nell'acquisire determinate forme.

Quelle di plastica sono, in particolare, materiali sintetici e derivati ​​del petrolio, ottenuti mediante processi di polimerizzazione, ovvero la moltiplicazione semi- naturale di catene di atomi di carbonio, dando così origine a una sostanza organica malleabile resistente al caldo e al freddo.

Questo materiale è estremamente versatile, grazie alla sua leggerezza, piacevolezza al tatto e resistenza al degrado sia biologico che ambientale (tranne per un'esposizione prolungata). ai raggi UV).

Queste proprietà sono difficili da ottenere con altri elementi e rendono la plastica allo stesso tempo una benedizione e un problema, poiché allo stesso tempo il materiale sintetico è più Utile ed efficace nella storia umana, è anche la principale fonte di contaminazione solida del pianeta (immondizia). Fortunatamente, la plastica è riciclabile, sebbene la sua produzione sia molto più economica e più semplice del suo riutilizzo.

Quando sottoposti al calore diretto, la maggior parte delle materie plastiche emette gas ricchi di diossine e furani, idrocarburi cancerogeni e in grado di soffocare gli esseri viventi, inoltre di causare enormi danni atmosferici.

Vedi anche: fibra ottica.

  1. Tipi di plastica

Gli elastomeri possono deformarsi e quindi riguadagnare la rigidità originale.

Esistono vari modi per classificare le materie plastiche, come ad esempio:

Secondo la sua origine . Si può parlare di materie plastiche naturali, derivate da sostanze di origine vegetale come cellulosa, caseina o gomma, e quelle puramente artificiali, come quelle derivate dal petrolio e altri idrocarburi.

Secondo la sua reazione al calore . Possiamo identificare due tipi di plastica in base al loro comportamento contro il calore: da un lato i termoplastici, cioè quelli che affrontano il calore acquisiscono sempre una consistenza liquida e solo quando il raffreddamento si indurisce, acquisendo uno stato vetroso. Dall'altro, i termoindurenti, quelli che una volta si scioglievano e si raffreddavano, acquisiscono una solida consistenza impossibile da sciogliere nuovamente.

Secondo la sua struttura molecolare . Secondo il modo in cui le loro particelle tendono, possiamo parlare di:

  • Amorfo. Le loro molecole sono disorganizzate e non tendono a nessuna struttura, motivo per cui lasciano ampi spazi in modo che la luce penetri, ottenendo così plastiche trasparenti.
  • Cristallizzabile. Tendono a formare cristalli rigidi e resistenti alla deformazione; A seconda della velocità del suo raffreddamento, possono essere dati più o meno cristalli.
  • Semicristallizzabile . Passaggio intermedio tra amorfo e cristallizzabile, che ha aree disordinate e altre ordinate.
  • Elastomers. Chiamate anche "gomme", hanno proprietà elastiche che permettono loro di deformarsi contro l'azione di una forza e quindi recuperare la loro rigidità.
  1. Usi di plastica

Le applicazioni della plastica sono praticamente infinite : dai pezzi di ricambio per dispositivi elettronici, elettrici e industriali, come isolanti, protezioni, coperture, serrande, ecc., Ai componenti del settore delle costruzioni come tubi, impermeabilizzazioni, isolanti, vetro, ecc.

Un altro uso molto comune della plastica è nella fabbricazione di strumenti, giocattoli, involucri, mobili, contenitori, divisori, elementi di fissaggio e, soprattutto, borse.

  1. Storia della plastica

L'invenzione della plastica ha rivoluzionato per sempre l'industria umana. Fu inizialmente sviluppato alla fine del 19 ° secolo come sostituto dell'avorio per creare palle da biliardo, dall'americano John Weasley Hyatt, che fu in grado di sintetizzare una celluloide sciogliendo la cellulosa vegetale in canfora ed etanolo.

Anni dopo, nel 1909, Leo Hendrik Baekeland realizzò un polimero di fenolo e formaldeide, che fu la prima plastica sintetica della storia, ancora conosciuta come bachelite.

Questo è considerato come l'inizio dell '"era della plastica" che ebbe il suo boom nel ventesimo secolo, quando iniziò l'esplorazione delle resine plastiche e la sua successiva applicazione praticamente in tutti i settori dell'industria.

Dieci anni dopo, nel 1919, la composizione macromolecolare della plastica sarebbe stata scoperta, grazie agli studi del tedesco Hermann Staudinger.

  1. Proprietà di plastica

Le materie plastiche non sono molto dense ed economiche nella loro fabbricazione.

Le materie plastiche sono insiemi di macromolecole organiche, di origine sintetica, per lo più impermeabili, resistenti, diamagnetiche e con un buon isolamento acustico , Unque elettrico e termico sebbene non resistano a temperature molto elevate.

Inoltre, sono molto densi, economici nella loro fabbricazione, facili da lavorare e modellare e una volta raffreddati, resistenti alla corrosione e molti elementi chimici, Tranne solventi organici (come diluenti ).

Inoltre, le materie plastiche non sono biodegradabili, sebbene siano attualmente sperimentate in quella direzione, né sono facili da riciclare, il che le rende una fonte importante di contaminazione.

Articoli Interessanti

semantica

semantica

Ti spieghiamo qual è la semantica e i componenti con cui assegna i significati. Inoltre, cos'è una famiglia semantica ed esempi. La semantica studia il significato delle parole. Qual è la semantica? Si chiama un ramo semantico della linguistica dedicato allo studio del significato, il cui nome deriva dal termine greco ` ` mant ik s ("Significato significativo") e insieme a fonetica, grammatica e morfosintassi, costituisce uno dei principali approcci allo studio organizzato del linguaggio verbale. L

industria

industria

Spieghiamo cos'è l'industria, la sua storia, importanza, classificazione e altre caratteristiche. Inoltre, esempi di industrie. L'industria tende all'automazione e alla produzione in serie. Qual è l'industria? L'industria è l'insieme di attività umane in grado di trasformare la materia prima in prodotti trasformati o semilavorati , attraverso la realizzazione di un lavoro utilizzando strumenti o macchinari, risorse umane e consumo di energia a. L&

Salute sul lavoro

Salute sul lavoro

Spieghiamo cos'è la salute sul lavoro e quali sono i suoi obiettivi. Quali funzioni specifiche ha e quali sono le sue cause. Il SO genera e promuove che il lavoro sia sano e sicuro. Cos'è la salute sul lavoro? La salute sul lavoro, secondo l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), è definita come un'attività multidisciplinare che controlla e attua misure di prevenzione per prendersi cura della salute di tutti lavoratori . Ciò

sport

sport

Spieghiamo cos'è lo sport e quali sono i suoi benefici. Breve rassegna storica. I giochi olimpici e la professionalizzazione di questo sport. L'origine degli sport classici risale a ca. all'anno 4000 a. C. Che cos'è lo sport? Lo sport è un'attività fisica svolta da una o un gruppo di persone seguendo una serie di regole e all'interno di uno spazio fisico specifico. Lo

maturità

maturità

Spieghiamo quale sia la maturità secondo la Royal Spanish Academy e a quale età viene raggiunta. Inoltre, quali sono le caratteristiche dell'immaturità. La maturità si riferisce a uno stato di sviluppo psicosociale della persona. Che cos'è la maturità? La maturità umana, biologicamente parlando, è uno stato che si raggiunge quando lo sviluppo fisico e sessuale è completo . Questo

Pari diritti

Pari diritti

Vi spieghiamo quali sono gli stessi diritti, il loro rapporto con diversi modelli politici e la loro importanza nella democrazia. La parità dei diritti implica l'applicazione della legge senza discriminazioni. Che cos'è la parità di diritti? Parità di diritti, è l'uguaglianza davanti alla legge di tutti gli esseri umani, senza discriminarli in base a condizioni come il loro sesso, il loro orientamento sessuale, la loro origine, la loro religione o la loro razza. In