• Friday July 1,2022

razzismo

Spieghiamo cos'è il razzismo e quali tipi di razzismo esistono. Inoltre, qual è il suo rapporto con la discriminazione e ciò che è un pregiudizio.

Il razzismo porta alla discriminazione e concede i privilegi a una razza piuttosto che a un'altra.
  1. Che cos'è il razzismo?

Il razzismo significa un modo di pensare che approva o rifiuta automaticamente un individuo, senza assumersi il compito di conoscerlo o sapere chi è, solo come appartiene a un o un'altra razza Cioè, una forma di preferenza, segregazione o esclusione basata sul colore della pelle, sul lignaggio etnico o sull'origine culturale.

Il razzismo di solito porta a pratiche discriminatorie, come la concessione di privilegi (sociali, economici, legali, ecc.) A una razza rispetto a un'altra, o il rifiuto di associarsi persone di altre etnie.

Tutto ciò è noto come discriminazione razziale e fa parte dei crimini d'odio caratterizzati da numerose convenzioni internazionali che perseguono l'uguaglianza tra le persone.

Ciò è dovuto anche alla lunga storia del razzismo che l'umanità ha recitato fin dai tempi antichi e che raggiunge momenti di vero terrore in episodi come la schiavitù del continente africano e il suo discendenti degli imperi europei, o la pulizia etnica che il regime nazista tedesco ha cercato di effettuare durante la seconda guerra mondiale, per citare solo due casi.

La lotta contro il razzismo si svolge a diversi livelli, sia di comunità che di stato o internazionale; infatti, l'Organizzazione delle Nazioni Unite ha adottato dal 1965 la Convenzione internazionale sull'eliminazione di ogni forma di discriminazione razziale, celebrando il 21 marzo come D Eliminazione internazionale della discriminazione razziale.

Il razzismo è un concetto strettamente correlato alla xenofobia, anche se non sono esattamente sinonimi. Il razzismo può anche verificarsi dal colore della pelle, dalla forma delle fazioni o criteri ancora più elaborati e difficili da esprimere.

Ti può servire: equità.

  1. Tipi di razzismo

Alcune istituzioni statali operano in base alla discriminazione razziale.

Esistono molti modi per esprimere il razzismo, come ad esempio:

  • Razzismo culturale Si chiama così quando si respingono o denigrano le tradizioni di un gruppo etnico considerato "inferiore" o "cattivo", sostenendo una cultura "pura". L'ironia è che nessuna cultura è veramente pura, ma che è il risultato di processi storici di assimilazione e miscelazione che oggi non sono rilevabili.
  • Razzismo istituzionale Si parla di razzismo istituzionale quando le istituzioni statali operano sulla base della discriminazione razziale, cioè quando la giustizia agisce in modo diverso in base al colore della pelle del cittadino o quando le pratiche razziste sono interiorizzate e normalizzate all'interno della polizia, come Si verifica in alcuni stati degli Stati Uniti.
  • Razzismo inverso o discriminazione razziale "positiv a " . Si verifica quando un individuo appartenente all'etnia maggioritaria è discriminato, cioè da chi non è normalmente discriminato, o anche quando vengono dati i privilegi a un individuo appartenente a un'etnia discriminata, come compensazione per l'appartenenza ad essa. Ad esempio, quando le quote universitarie sono concesse solo ai membri di un gruppo etnico.
  • Razzismo avversivo Questo termine è usato per nominare razzismo sottile e xenofobia, nascosto in posizioni presumibilmente contrarie al razzismo convenzionale. Può essere considerata una forma di razzismo inconscio, poiché l'individuo potrebbe non volerlo consapevolmente, ma alcune azioni inconsce tradiscono il suo disagio o freddezza verso i membri di altre razze.
  • Razzismo nascosto . Il razzismo nascosto è una forma discriminatoria non esplicita che legittima ed estende indirettamente il razzismo, spesso nascondendo i suoi argomenti di pseudoscienze, ragioni politiche o giudizi sociali che apparentemente non sono razzisti ma "obiettivi", ma nascondono una forma di pensiero esclusivo.
  1. Razzismo e discriminazione

L'omofobia è il rifiuto delle persone omosessuali.

Il razzismo è forse una delle forme più comuni di discriminazione che esiste nella società umana, anche oggi. Ma non è l'unico. Altre forme di segregazione delle diverse includono:

  • Xenofobia. Odio, paura o disprezzo per gli individui dall'estero, per le loro tradizioni o il loro modo di parlare, in breve, il rifiuto della convivenza con coloro che provengono da altre parti del pianeta.
  • Omofobia. Il rifiuto o l'odio delle persone omosessuali o l'esistenza stessa di relazioni omosessuali, chiamandole minacciose, perverse, sovrannaturali, ecc., Al punto da negare i diritti o violare l'integrità fisica o morale delle persone con tale orientamento sessuale.
  • Discriminazione religiosa Si basa sull'adesione di una persona all'una o all'altra religione, come motivo per discriminare o avallare le proprie azioni, i propri diritti o la propria esistenza. Ad esempio, sulla scia degli attacchi terroristici da parte di gruppi fanatici islamici in Occidente, l'intera religione e i suoi praticanti terroristi sono spesso marchiati.

Altro in: Xenofobia, Omofobia.

  1. preconcetto

Le persone prevenute assumono qualcosa di vero in anticipo.

Un pregiudizio, d'altra parte, è come indicato dal suo nome ( pre, prima di ;; n, valutazione o postura attorno a un soggetto, un gruppo umano o un modo di pensare, che viene assunto input e molto prima ancora di entrare in contatto con esso.

In altre parole, le persone prevenute hanno dei precetti formati rispetto a idee, luoghi o persone che non conoscono, ma che assumono come certi dell'ingresso. È una delle tante forme di ignoranza, da cui nessuno di noi fugge.

Vedi di più: Prejudice.

Articoli Interessanti

Movimenti letterari

Movimenti letterari

Vi spieghiamo quali sono i movimenti letterari, come sono classificati, le loro caratteristiche principali e vari esempi. Gli scrittori Goethe e Schiller appartenevano al romantico movimento letterario. Cosa sono i movimenti letterari? Proprio come esistono movimenti artistici in generale, i movimenti letterari sono le diverse tendenze storiche ed estetiche che compongono la storia della letteratura

discorso

discorso

Spieghiamo cos'è un discorso e le discipline che studiano il discorso. Inoltre, i quattro tipi di discorso e le loro funzioni. Un discorso è il modo in cui un mittente crea un messaggio. Che cos'è il discorso? Il concetto di discorso è molto ampio e può riferirsi a diverse questioni. In generale, la parola è ciò che diciamo, cioè il termine è associato alla trasmissione di un messaggio attraverso le parole . Questo

programmazione

programmazione

Spieghiamo cos'è la programmazione e alcuni esempi di questo termine. Inoltre, qual è la programmazione in informatica. Organizzare un viaggio intorno al mondo è un buon esempio di programmazione Cos'è la programmazione? La programmazione fa riferimento all'effetto della programmazione, cioè all'organizzazione di una sequenza di passaggi ordinati da seguire per fare una determinata cosa . Que

demografo

demografo

Spieghiamo cos'è la demografia, come è classificata, la sua importanza e altre caratteristiche. Inoltre, quali sono i dati demografici. La demografia analizza vari aspetti delle popolazioni umane. Cos'è la demografia? La demografia è la scienza che studia statisticamente le popolazioni umane , cioè sulla base di dati numerici e calcoli che consentono di analizzare vari aspetti come dimensioni, densità, la distribuzione e i tassi di vitalità di una popolazione. Le st

opere d'arte

opere d'arte

Vi spieghiamo cos'è l'Illuminismo, il movimento culturale e politico del 18 ° secolo e quali sono le sue caratteristiche. Personaggi in primo piano Questa volta è anche chiamata l'Età dell'Illuminismo. Qual è l'illustrazione? L'Illuminismo è un movimento culturale e politico noto per aver portato idee brillanti nella società oscura del passato . Le id

byte

byte

Spieghiamo cos'è un byte, l'origine del termine e a cosa serve. Inoltre, alcune caratteristiche e la loro scala di misure. Un byte ha bisogno di 8 bit per rappresentare una lettera nel codice binario. Che cos'è un byte? È noto come l'unità base di informazioni utilizzate nell'informatica e nelle telecomunicazioni, equivalente a un insieme ordinato e regolare di bit (codice binario), generalmente stipulato in 8. Ci