• Thursday October 1,2020

Regno Protista

Spieghiamo cos'è il regno protista, le sue caratteristiche e come è classificato. Inoltre, come è la tua alimentazione, riproduzione ed esempi.

Il regno protista riunisce un insieme di organismi generalmente cellulari.
  1. Qual è il regno protista?

Un regno protista, chiamato anche protoctist, è inteso come uno dei gruppi in cui la biologia classifica gli esseri viventi, più specificamente gli eucarioti, insieme al regno animale, vegetale e dei funghi. : Tutti gli eucarioti che non possono essere classificati come animali, piante o funghi sono chiamati protisti.

Il regno protista è un gruppo parafilizzato (non contengono tutti i discendenti di un antenato comune) e raggruppa un insieme molto diversificato di organismi generalmente monocellulari, sia autotrofi che eterotrofi . Questa varietà rende difficile la loro caratterizzazione, ad eccezione delle caratteristiche comuni di ogni essere eucariotico, cioè un portacellulare con un nucleo cellulare definito.

L'esistenza di un regno protista è stata proposta nel 1969 nella teoria dei cinque regni della vita, ma attualmente è considerata un termine in disuso e tende a classificare i suoi membri all'interno degli altri. I rami della vita eucariotica.

La parola protista deriva dal greco e significa "primordiali" o "primo dei primi". Protoctist, allo stesso modo, traduce prime creature

Vedi anche: Monera Kingdom.

  1. Caratteristiche dei protisti

Non c'è molto in comune tra le diverse forme di protisti.

Dato che non sono un gruppo monofiletico, cioè che condivide una storia evolutiva, i membri del regno protista non possiedono caratteristiche comuni fondamentali con cui caratterizzarli, diversi da quelli della vita eucariotica: gli stessi di piante, funghi e animali, ma nella classificazione biologica loro attribuita dallo status del regno (quello di Robert Whittaker del 1969), la loro condizione fondamentale sarebbe quella di "organismi eucariotici unicellulari o unicellulari-coloniali, che non formano alcun tipo di tessuto".

Pertanto, ad eccezione della relativa relativa semplicità evolutiva, non c'è molto in comune tra le diverse forme di protisti e presentano diversi modelli di nutrizione, riproduzione, locomozione e strutture cellulari .

  1. Classificazione dei protisti

Il regno dei protisti è tradizionalmente diviso in supergruppi molto diversi tra loro, come segue:

  • Archaeplastide o Primoplantae . Contiene le alghe verdi e rosse più primitive, precursori della vita vegetale, in particolare terrestre. Per questo motivo molti li includono oggi nel regno dei plantae.
  • Stramenophiles o Heterokonta . Alghe di diversi tipi, da unicellulari a multicellulari, così come altri protofiti saprofiti o parassiti che mancano di clorofilla, ma assomigliano a muffe, dal momento che avrebbero perso evolutivamente la loro clorofilla.
  • Alveolata. Organismi acquatici con e senza clorofilla, in alcuni casi di vita parassitaria, ma che in ogni caso presentano alveoli corticali (da cui il nome), vescicole che formano un film flessibile a supporto della membrana plasmatica.
  • Rhizaria. Vari organismi di tipo ameboide o flagellato, con o senza clorofilla, come amebe appuntite o muffe mucose.
  • Excavata. Organismi precedentemente classificati come flagellati, che hanno un solco centrale di cibo, essendo quindi eterotrofi, sebbene molti possano avere clorofilla a causa dell'endosimbiosi con alghe verdi. La classificazione di questo gruppo è una questione di dibattito.
  • Amoebozoa. Un gruppo popolato di amebe e ameboidi, caratterizzato dalla formazione di pseudo podi ( dita ) con i loro citoplasmi. Alcuni possono essere multinucleati e altri cluster pre-multicellulari (dicthosides).
  • Opisthokonta. Vari protisti che avrebbero dato origine ai regni di animalia e funghi, dotati di un flagello situato in una posizione successiva a quella del movimento cellulare (opistoconto).
  1. Nutrizione dei protisti

Alcuni protisti conducono una vita parassitaria.

I protisti possono possedere metabolismi autotrofi o eterotrofi, a seconda che abbiano cloroplasti (clorofilla) per eseguire la fotosintesi o se invece li mancano e devono nutrirsi di materia organica. circostante (attraverso l'osmosi o l'ingestione o la fagocitosi).

Molti di essi hanno simultaneamente meccanismi di nutrizione e alcuni hanno un'esistenza parassitaria, entrano in organismi pluricellulari e si nutrono di essi, causando malattie.

Tuttavia, i protisti sono originariamente aerobici (usano l'ossigeno per i loro processi metabolici), ad eccezione di quelli che si sono evoluti per vivere in ambienti in cui questo elemento è scarso.

  1. Riproduzione dei protisti

La riproduzione dei protisti può essere sia sessuale che asessuata, e talvolta le stesse specie possono alternarsi tra un modello e l'altro, a seconda delle condizioni ambientali. La riproduzione sessuale avviene attraverso la generazione di gameti e fusione cellulare, mentre l'asessuale è dato dalla fisiologia cellulare e dalla mitosi. In nessun caso si verificano embrioni.

  1. Importanza dei protisti

Grazie ai protisti verranno prodotti i diversi regni di eucarioti.

I protisti sono un gruppo diverso e difficile da compartimentare, ma fondamentale per l'emergere della vita come la conosciamo . Furono i primi organismi eucariotici a emergere nei mari primitivi della Terra, e da loro la vita prese vari percorsi evolutivi che avrebbero prodotto i diversi regni di eucarioti: piante, animali e funghi.

Pertanto, i protisti costituiscono un gradino precedente e relativamente comune di tutte queste forme di vita eucariotica, compresa la vita umana, e il loro studio è anche lo studio dell'eucariogenesi, o la comparsa del nucleo cellulare nella storia evolutiva dei procarioti primitivi.

  1. Esempi di protisti

I plasmodi sono trasmessi attraverso il morso di una zanzara infetta.

Alcuni noti protisti sono i seguenti:

  • Paramecium. Organismi unicellulari ciliati e viventi, abbondanti in acque stagnanti e pozzanghere, ed è forse uno dei protisti più studiati e meglio studiati al mondo.
  • Amebe. Chiamate ameba o ameba, sono protisti monocellulari che si muovono e si nutrono generando pseudopodi o "dita" con il loro citoplasma, che conferisce loro una forma mutevole e dispersa. Possono essere vita libera o parassitaria.
  • Plasmodia. Un genere di protisti parassiti di cui sono note fino a 175 specie, che vengono trasmesse agli ospiti dei vertebrati dal morso di una zanzara infetta. È la causa della malattia nota come malaria o malaria.
  • Glaucofitas. Alghe unicellulari di acqua dolce, di cui sono note circa 13 specie e che a volte sono incluse tra le piante. Di solito sono costituiti come singole cellule, ma possono anche condividere la parete cellulare dei loro genitori, poiché la loro riproduzione è sempre asessuata.
  • Coanozoos. Questo gruppo di protisti è collegato ad animali e funghi, costituendo una sorta di passaggio intermedio tra questi due gruppi di eucarioti. Può essere diviso in olomicota (simile a un fungo) e holozoa (simile a un animale).

Articoli Interessanti

sommario

sommario

Spieghiamo cos'è un riepilogo e i tipi di riepilogo esistenti. Inoltre, i passaggi per eseguire uno e un riepilogo di esempio. Questi sono forme condensate di un testo o di un discorso. Che cos'è un riassunto? Quando si parla di un sommario, si fa riferimento a un testo di lunghezza variabile, che ha sempre un breve periodo di tempo , in cui le idee di un testo più grande e / o più grande sono sintetizzate o abbreviate complessità Si stima che un riepilogo sia pari al 25% delle dimensioni dell'originale. Los

Specie autoctone

Specie autoctone

Ti spieghiamo cos'è una specie autoctona, cos'è una specie endemica ed esotica. Inoltre, alcuni esempi di specie autoctone. Le specie autoctone totali costituiscono la fauna e la flora autoctone di ciascuna regione. Che cos'è una specie autoctona? Si dice di un animale, pianta o altra specie che è una specie autoctona quando proviene da un sito geografico specifico , cioè è originaria di quella regione senza alcun intervento umano di alcun tipo. Tipo

Questioni sociali

Questioni sociali

Spieghiamo quali sono i problemi sociali, quali sono le loro cause e vari esempi. Inoltre, problemi sociali in Messico. La povertà è un problema sia economico che sociale. Quali sono i problemi sociali? I problemi sociali sono quelli che colpiscono ampi settori della popolazione e hanno a che fare con le condizioni oggettive e soggettive della vita nella società. L

città

città

Spieghiamo cos'è una città e alcune sue caratteristiche. Inoltre, le principali città del mondo e informazioni su di loro. Una città può avere centinaia di abitanti o milioni di loro. Cos'è una città? Una città è il nome dato agli insediamenti urbani della popolazione umana di una nazione, ovvero spazi urbani densamente popolati e modificati artificialmente per ospitare le comunità umane, dotate di funzioni e attribuzioni sia politiche, economiche che amministrative. Ogni cit

Software applicativo

Software applicativo

Spieghiamo cos'è il software applicativo, a cosa serve ed esempi. Inoltre, quali sono il sistema e il software di programmazione. Il software applicativo non fa parte del funzionamento del computer. Cos'è il software applicativo? Nell'informatica, si intende un software applicativo, programmi applicativi o, in alcuni casi, applicazioni, nonché il set di software generalmente installato nel software. s

Rivoluzione industriale

Rivoluzione industriale

Ti spieghiamo cos'è stata la Rivoluzione industriale e perché è stata così importante. Cause, conseguenze e invenzioni che ci ha lasciato. Un modello di vita urbana, meccanizzata e industrializzata viene rapidamente adottato. Qual è la rivoluzione industriale? È conosciuta come la Rivoluzione industriale in un momento di profonde e radicali trasformazioni nell'economia, nella società e nella tecnologia che ebbe inizio nell'Europa del XVIII secolo, in particolare nel Regno di la Gran Bretagna, e si diffuse in tutta Europa e negli Stati Uniti, terminando tra la metà del XIX e l'in