• Wednesday December 8,2021

Esseri viventi

Spieghiamo quali sono gli esseri viventi, le loro caratteristiche e come è il loro ciclo di vita. Inoltre, funzioni vitali e tipi di esseri viventi.

Gli esseri viventi sono diversi per complessità, dimensioni e intelligenza.
  1. Cosa sono le cose viventi?

Quando parliamo di esseri viventi o di esseri viventi, ci riferiamo alle varie forme che la vita assume durante la sua storia, dagli esseri più semplici e microscopici a forme di vita complesse tra cui appaiono gli stessi esseri umani.

Gli esseri viventi sono tremendamente diversi in complessità, dimensioni, intelligenza e altre caratteristiche differenzianti, che consentono loro di adattarsi a diversi ambienti e competere con altri esseri viventi per accedere alle risorse necessarie per continuare a vivere e riproducono le loro specie, trasmettendo queste caratteristiche, anatomiche o comportamentali alla loro prole. Questo è l'adattamento e l'evoluzione della specie.

Non è molto noto come abbia avuto origine la vita, e questa è una questione di dibattito, poiché i corpi degli esseri viventi sono composti esattamente dagli stessi elementi della materia inanimata, sebbene organizzato in modi completamente diversi. Infatti, nel corpo degli esseri viventi è possibile trovare varie dosi di metalli ed elementi inorganici.

Anche così, gli esseri viventi si distinguono dalla materia inerte in quanto cercano in tutti i modi di mantenere la loro struttura chimica e biologica equilibrata, cioè di rimanere in vita e allo stesso tempo perpetua la specie.

Se non riescono a mantenere il loro equilibrio interno, gli esseri viventi muoiono e i loro corpi si decompongono nei loro elementi costitutivi.

Vedi anche: Metabolismo.

  1. Caratteristiche degli esseri viventi

Gli esseri viventi interagiscono con il loro ambiente e sono in grado di modificarlo.

Gli esseri viventi condividono, nella loro immensa varietà, le seguenti caratteristiche elementari:

  • Mantengono la loro omeostasi . Questo termine indica l'equilibrio interno di materia ed energia, essenziale affinché l'organismo operi in modo coordinato e non caotico.
  • Sono mortali e si riproducono . Tutte le forme di vita esistenti muoiono, alla fine, poiché alla fine il disordine (entropia) viene imposto nel sistema dopo un tempo sufficiente o quando si verificano incidenti e cambiamenti improvvisi che non gli consentono di adattarsi nel tempo. La risposta della vita a questa inevitabile realtà è riprodursi: creare nuovi esseri viventi che perpetuano la specie e contengono le informazioni genetiche dei loro genitori.
  • Consumare energia La vita richiede un dispendio energetico per funzionare e questa energia viene ottenuta dall'ambiente attraverso vari meccanismi, che introducono la materia nel corpo e la sottopongono a reazioni chimiche.
  • Reagiscono all'ambiente circostante . Una delle caratteristiche degli esseri viventi è che non esistono al di fuori del loro ambiente e rispondono alle loro condizioni, cioè interagiscono con esso in modi diversi e, di conseguenza, lo modificano.
  1. Ciclo di vita

Tutti gli esseri viventi hanno un tempo di esistenza limitato, durante il quale compiono varie fasi del cosiddetto ciclo di vita, che verrà ripetuto nei loro discendenti. Queste fasi sono:

  • Nascita. Gli esseri viventi sono generati in vari modi dai loro genitori e vengono nel mondo in diverse fasi della maturità, cioè in preparazione alla vita.
  • Potenza. Una volta nati, gli esseri viventi devono nutrirsi per il resto della loro esistenza, in quanto è l'unico metodo per ottenere l'energia necessaria per continuare a esistere e intraprendere cambiamenti nella crescita e nella maturazione.
  • Crescita e maturazione . Una volta raggiunto un certo punto di alimentazione, gli esseri viventi crescono, cioè allargano le loro strutture e raggiungono gradualmente la maturità, cioè il punto necessario per riprodursi.
  • La riproduzione. Sia sessualmente che asessualmente, gli esseri viventi si riproducono e danno origine a nuovi individui della specie, i cui cicli di vita inizieranno in quel preciso momento.
  • Invecchiamento e morte Dopo il tempo necessario, gli esseri viventi invecchieranno, il che significa che le loro funzioni vitali si deterioreranno nel tempo, fino a quando smettono di funzionare correttamente e muoiono.
  1. Funzioni vitali

Gli esseri viventi devono essere nutriti per avere energia e rimanere vivi.

Gli esseri viventi si compiono durante i loro cicli vitali con tre funzioni vitali minime, che sono:

  • Nutrizione. L'alimentazione consiste nell'ottenere materia ed energia per rimanere in vita, riparare il corpo e farlo crescere. Di conseguenza, ci sono due tipi di esseri viventi: gli autotrofi (producono il proprio cibo) e gli eterotrofi (si nutrono dell'ambiente).
  • Relazione: gli esseri viventi sono legati all'ambiente e ad altri esseri viventi, essendo in grado di fuggire dai pericoli e nutrirsi.
  • Riproduzione Una volta raggiunto un certo benessere, gli esseri viventi procedono a riprodurre e perpetuare la specie.
  1. Tipi di esseri viventi

Gli esseri viventi sono classificati in base a un sistema di regni, raggruppati per le loro caratteristiche comuni. Questi regni sono:

  • Animali ( Animalia ): si tratta di esseri viventi dotati di movimento volontario, eterotrofi nella maggior parte dei casi e che possono essere mammiferi, rettili, uccelli, pesci o anfibi.
  • Verdure ( Plantae ) . Esseri viventi non mobili, di solito autotrofi e che svolgono la loro alimentazione attraverso la fotosintesi, sfruttando la luce solare e l'acqua.
  • Funghi ( funghi ) . Possono essere considerati un intermedio tra piante e ortaggi, poiché sono immobili e si nutrono di materia organica in decomposizione, diventando addirittura parassiti da altri esseri viventi.
  • Protista ( Proctista ). Gli esseri viventi monocellulari, molto vari, che sono forme primitive di vita. Questo include alghe e protozoi.
  • Batteri ( batteri ): gli esseri viventi più piccoli e semplici di tutti, che vivono nell'ambiente e molti dei quali conducono una vita infettiva, all'interno del corpo di altri esseri viventi.

Articoli Interessanti

Valori etici

Valori etici

Spieghiamo quali sono i valori etici e alcuni esempi di questo insieme di valori. Inoltre, valori estetici e morali. I valori etici mantengono chiare le regole del gioco di una società. Quali sono i valori etici? Quando parliamo di `` valori etici '', ci riferiamo a concetti sociali e culturali che guidano il comportamento di un individuo o di un'organizzazione .

Contratto di lavoro

Contratto di lavoro

Spieghiamo cos'è un contratto di lavoro e i tipi di contratto esistenti. Inoltre, qual è il diritto dei contratti di lavoro e i suoi elementi. Il contratto di lavoro è un accordo legale tra un datore di lavoro e un lavoratore. Che cos'è un contratto di lavoro? Un documento legale in cui viene formalizzato un accordo tra un datore di lavoro (imprenditore, proprietario del negozio, responsabile dell'organizzazione, ecc.) E

Acidi e basi

Acidi e basi

Spieghiamo quali sono gli acidi e le basi, le loro caratteristiche, indicatori ed esempi. Inoltre, qual è la reazione di neutralizzazione. Le sostanze con pH inferiore a 7 sono acide e quelle con pH maggiore di 7 sono basi. Cosa sono gli acidi e le basi? Quando parliamo di acidi e basi, intendiamo due tipi di composti chimici, opposti in termini di concentrazione di ioni idrogeno , ovvero misura di acidità o alcalinità, pH. I

diversità

diversità

Spieghiamo che cos'è la diversità in diversi campi. Tipi di diversità (biologica, culturale, sessuale, biodiversità e altro). La diversità si riferisce alla varietà e alla differenza che alcune cose possono presentare. Cos'è la diversità? La diversità si riferisce alla differenza, all'esistenza della varietà o all'abbondanza di cose con caratteristiche diverse . Il termi

Sospensione chimica

Sospensione chimica

Vi spieghiamo cos'è una sospensione in chimica, le sue fasi, caratteristiche e proprietà. Inoltre, sperimenta sospensioni. I succhi di frutta sono sospensioni, quindi devi mescolarli prima di servirli. Che cos'è una sospensione chimica? In chimica, sospensione significa un tipo di miscela eterogenea costituita da piccole particelle di un solido disperse in un mezzo liquido in cui non può sciogliere. Il

Diritto privato

Diritto privato

Ti spieghiamo cos'è il diritto privato e quali sono le sue filiali. Inoltre, le differenze tra diritto pubblico e diritto privato. Il diritto privato regola gli atti privati ​​tra cittadini privati. Cos'è il diritto privato? Il diritto privato è un ramo del diritto positivo (quello esplicitamente contemplato nelle leggi e negli organi legali scritti) che è dedicato alla regolamentazione delle diverse attività e relazioni tra cittadini privati, basati su una situazione di uguaglianza legale tra loro. Il diri