• Thursday October 1,2020

Teoria dei sistemi

Spieghiamo cos'è la teoria dei sistemi, chi era il suo autore e quali sono i suoi principi. Inoltre, teoria dei sistemi in amministrazione.

La teoria dei sistemi consente l'analisi dall'elettronica all'ecologia.
  1. Qual è la teoria del sistema?

È nota come Teoria dei sistemi o Teoria dei sistemi generali per lo studio dei sistemi in generale, da una prospettiva interdisciplinare, cioè che copre diverse discipline.

La sua aspirazione è quella di identificare i vari elementi e tendenze identificabili e riconoscibili dei sistemi, vale a dire di qualsiasi entità chiaramente definita, le cui parti hanno interrelazioni e interdipendenze e la cui somma è maggiore della somma delle loro parti.

Ciò significa che per avere un sistema, dobbiamo essere in grado di identificare le parti che lo compongono e tra loro deve esserci una relazione del genere, che modificando uno anche gli altri vengono modificati, generando modelli di comportamento prevedibili .

D'altra parte, ogni sistema ha una relazione con il suo ambiente, al quale si adatta in misura maggiore o minore e rispetto al quale dovrebbe essere sempre in grado di essere differenziato. Queste considerazioni, come si vedrà, possono essere applicate alla biologia, alla medicina, alla sociologia, all'amministrazione aziendale e a molti altri campi della conoscenza umana.

Tuttavia, la teoria dei sistemi generali, considerata come una metateoria, aspira a preservare la sua prospettiva globale e globale dei sistemi, senza proporre nulla di troppo specifico. Ad esempio, consente la differenziazione tra i tipi di sistemi in base alle loro caratteristiche essenziali, ma non si preoccupa del tipo di oggetti concreti che compongono quel sistema.

Vedi anche: Sistemi

  1. Autore di teoria dei sistemi

La teoria dei sistemi non è il primo tentativo dell'essere umano di trovare un approccio generale agli oggetti reali, ma si pone nel ventesimo secolo come un tentativo di dare nuova vita all'approccio sistemico alla realtà.

Il suo obiettivo era quello di superare alcune delle dicotomie o opposizioni fondamentali della filosofia classica, come il materialismo contro il vitalismo, il riduzionismo contro il prospettivismo o il meccanismo contro la teleologia.

In effetti, questa teoria è emersa nel cuore della biologia, una disciplina in cui svolge ancora un ruolo fondamentale, quando nel 1950 il biologo austriaco Ludwig von Bertalanffy ha presentato per la prima volta le sue basi, lo sviluppo e le applicazioni.

Gli studi di Charles Darwin e il padre della cibernetica, Norbert Wiener, sono stati fondamentali in questa formulazione. Era la base di teorie più complesse e successive che partivano dalla nozione base di sistemi, come la teoria del caos (1980) o sviluppi più recenti che tentano di applicare la teoria dei sistemi generali ai gruppi umani e alle scienze sociali.

Può servirti: sistema di biologia

  1. Principi di teoria dei sistemi

Gli esseri viventi sono sistemi che condividono informazioni e materia con l'ambiente.

Secondo questa teoria, ogni sistema è costituito da:

  • Input, input o input, ovvero quei processi che incorporano informazioni, energia o materia nel sistema, provenienti dall'esterno.
  • Uscite, prodotti o uscite, che si ottengono attraverso il funzionamento del sistema e generalmente lasciano il sistema nell'ambiente esterno.
  • Trasformatori, processori o throughput, meccanismi di sistema che producono modifiche o convertono input in output.
  • Feedback, quei casi in cui il sistema converte i suoi output in input.
  • Ambiente, tutto ciò che circonda il sistema ed esiste al di fuori di esso, che a sua volta costituisce un sistema all'interno di un altro sistema e quindi all'infinito.

Da quest'ultimo fattore, vengono riconosciuti tre tipi di sistemi:

  • Sistemi aperti . Coloro che condividono le informazioni liberamente con il loro ambiente.
  • Sistemi chiusi . Coloro che non condividono informazioni di alcun tipo con il loro ambiente. Sono sempre sistemi ideali.
  • Sistemi semi-aperti o semi-chiusi . Coloro che condividono il minor numero di informazioni possibile con il loro ambiente, ma senza essere chiusi.
  1. Approccio sistemico

L'approccio sistemico è l'approccio di un oggetto, una situazione o una materia secondo le regole di un sistema, ovvero, mantenendo una prospettiva di sistema, per determinare gli elementi che lo compongono e la relazione tra loro, nonché i loro input e output di informazioni riguardanti il ​​mondo al di fuori del sistema.

Tali approcci si basano sulla distinzione tra il generale e il particolare e propongono quindi due letture fondamentali:

  • Strutturale. Coerente nell'identificazione degli interni del sistema, specificando i suoi componenti, la sua struttura e le funzioni tra di essi. È una specie di radiografia dei sistemi.
  • Integrale. Coerente nella valutazione del funzionamento del sistema e della pertinenza dei suoi elementi, valutando aspetti quali prestazioni, entropia ed efficacia.
  1. Teoria del sistema in amministrazione

Come in altre aree di conoscenza, l'amministrazione ha beneficiato dell'incorporazione della teoria dei sistemi generali, soprattutto negli ultimi tempi.

Per cominciare, l'americana Mary Parker Follet ha usato questa teoria per confutare numerose prospettive dell'amministrazione classica . Da allora, la comprensione di aziende e organizzazioni come sistemi descrittivi non è cessata.

Nel mondo postindustriale, la teoria dei sistemi è diventata uno strumento concettuale molto importante, poiché i processi di trasformazione della materia o di ottenimento della redditività possono essere descritti in base alla loro principi.


Articoli Interessanti

semantica

semantica

Ti spieghiamo qual è la semantica e i componenti con cui assegna i significati. Inoltre, cos'è una famiglia semantica ed esempi. La semantica studia il significato delle parole. Qual è la semantica? Si chiama un ramo semantico della linguistica dedicato allo studio del significato, il cui nome deriva dal termine greco ` ` mant ik s ("Significato significativo") e insieme a fonetica, grammatica e morfosintassi, costituisce uno dei principali approcci allo studio organizzato del linguaggio verbale. L

industria

industria

Spieghiamo cos'è l'industria, la sua storia, importanza, classificazione e altre caratteristiche. Inoltre, esempi di industrie. L'industria tende all'automazione e alla produzione in serie. Qual è l'industria? L'industria è l'insieme di attività umane in grado di trasformare la materia prima in prodotti trasformati o semilavorati , attraverso la realizzazione di un lavoro utilizzando strumenti o macchinari, risorse umane e consumo di energia a. L&

Salute sul lavoro

Salute sul lavoro

Spieghiamo cos'è la salute sul lavoro e quali sono i suoi obiettivi. Quali funzioni specifiche ha e quali sono le sue cause. Il SO genera e promuove che il lavoro sia sano e sicuro. Cos'è la salute sul lavoro? La salute sul lavoro, secondo l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), è definita come un'attività multidisciplinare che controlla e attua misure di prevenzione per prendersi cura della salute di tutti lavoratori . Ciò

sport

sport

Spieghiamo cos'è lo sport e quali sono i suoi benefici. Breve rassegna storica. I giochi olimpici e la professionalizzazione di questo sport. L'origine degli sport classici risale a ca. all'anno 4000 a. C. Che cos'è lo sport? Lo sport è un'attività fisica svolta da una o un gruppo di persone seguendo una serie di regole e all'interno di uno spazio fisico specifico. Lo

maturità

maturità

Spieghiamo quale sia la maturità secondo la Royal Spanish Academy e a quale età viene raggiunta. Inoltre, quali sono le caratteristiche dell'immaturità. La maturità si riferisce a uno stato di sviluppo psicosociale della persona. Che cos'è la maturità? La maturità umana, biologicamente parlando, è uno stato che si raggiunge quando lo sviluppo fisico e sessuale è completo . Questo

Pari diritti

Pari diritti

Vi spieghiamo quali sono gli stessi diritti, il loro rapporto con diversi modelli politici e la loro importanza nella democrazia. La parità dei diritti implica l'applicazione della legge senza discriminazioni. Che cos'è la parità di diritti? Parità di diritti, è l'uguaglianza davanti alla legge di tutti gli esseri umani, senza discriminarli in base a condizioni come il loro sesso, il loro orientamento sessuale, la loro origine, la loro religione o la loro razza. In